Presentazione Ufficiale per Hokuto Musou


Traduzione: MusashiMiyamoto

La Koei, nota casa di software, ha annunciato l’uscita per il 2010 di “Hokuto – Musoo” per PS3 e Xbox 360 in una cerimonia di presentazione per il nuovo prodotto, tenutasi a Tokyo. Il prezzo non è ancora stato annunciato. Durante la cerimonia si sono avvicendati vari ospiti fra i quali spiccano i nomi di Nana Tanimura, che canterà le canzoni per le sigle del gioco, Tetsuo Hara e Buronson, rispettivamente disegnatore e creatore dell’opera originale, oltre al nutrito numero di attori che daranno le voci ai personaggi.

“Hokuto no Ken” è un fumetto che ha conquistato un’enorme popolarità, divenendo subito un successo, negli anni ’80. Narra della vita del protagonista, Kenshiro, legittimo successore dell’ Hokuto Shinken, una letale tecnica di combattimento trasmessa in linea di discendenza diretta da padre in figlio.
Dopo la guerra nucleare, tutte le civiltà e l’ordine precostituito sono svaniti. Il mondo è divenuto un luogo dove la giustizia si ottiene con la forza, dove i furfanti e i malvagi imperversano e la fanno da padrone.
Kenshiro vaga solitario, ma d’un tratto diviene l’arma al servizio dei deboli; dovrà affrontare rivali che il fato ha imposto e si troverà a combattere, suo malgrado, una lotta solitaria.

Personaggi molto affascinanti e una storia coinvolgente, ma non solo.
Una varietà di tecniche speciali e arcane, e tanta brutalità da produrre un impatto non indifferente, ma al tempo stesso tratti decisamente umoristici, come gli urli che molti cattivi emettono prima di morire – “Abeshi!”, “Hidebu!” – che restano impressi in modo indelebile; insomma, nonostante il tempo passi, quest’opera non perde il suo smalto originario e nulla sbiadisce.
A suo tempo, la serie animata trasmessa in Tv riscosse un notevole successo, e ancor oggi da est a ovest, fra il vecchio e il nuovo, continua a raccogliere appassionati intorno a sé da ogni luogo.
E’ uno di quei capolavori che resteranno in “eterno”.

Durante la cerimonia di presentazione, il sig.Hisashi Koinuma, che svolge il ruolo di produttore di questo gioco, ha spiegato a grandi linee di che cosa si tratterà.
Il concept si basa sul piacere che deriva dall’impersonare un guerriero potentissimo dal “colpo invincibile” : un sol uomo contro tutti.
Si potranno apprendere a fondo un gran numero di tecniche segrete con le quali falciare letteralmente, traendo un notevole sollievo, una varietà di nemici in un’azione frenetica.
Grazie ad un motore fisico sarà anche possibile distruggere palazzi, raccogliere oggetti sparsi un po’ dappertutto, che si potranno lanciare o usare come armi.
Pare che la grafica sia frutto di un sforzo notevole, volto a rappresentare il mondo di “Hokuto no Ken” nel modo più realistico possibile, grazie anche tecniche di nuovissima generazione.
L’abbigliamento dei personaggi è stato totalmente rinnovato con la supervisione degli stessi autori dell’opera originale.
Nella sala sono stati esposti in bella mostra anche i costumi di Kenshirō e Raō.

Meccanica di gioco e caratteristiche varie:
Dal video d’apertura del gioco si evincono alcuni elementi interessanti, anche se il sig.Koinuma non è sceso nei particolari nel corso delle sue spiegazioni.
Va sottolineata la presenza di Jagi, la scena del combattimento fra Kenshirō e Rei nella saga del “Clan della Zanna” (la “Famiglia Cobra” nella versione italiana), Raō e, inoltre, immagini che fanno riferimento alla piramide-mausoleo del sacro imperatore, ovvero Souther, che potrebbe essere uno dei protagonisti del gioco nella saga a lui dedicata.
In altre parole, la presentazione così com’è stata concepita fornisce già alcuni indizi sui personaggi che vedremo all’interno del gioco.

Per quanto riguarda la modalità di gioco, due sono le principali: il “Capitolo della Leggenda (Densetsu-Hen)” che si basa sulla storia originale e si sviluppa in questa direzione; il “Capitolo dell’Arcana Lotta (Gentō-Hen)” in cui potremo gustare il gioco in una veste molto particolare, ovvero una storia originale appositamente concepita per questa versione “Hokuto Musō”.
Nel caso del “Densetsu-Hen” vi saranno alcune differenze con la precedente serie Musō e il gioco avrà le fattezze di un action-adventure, piuttosto che di un tactical-action; in altre parole, meno strategia e più azione con alcuni elementi gestionali tipici degli adventure-game.
I dettagli sono sconosciuti al momento, ma stando alle parole del sig.Koinuma la struttura sarà abbastanza semplice, ovvero si andrà avanti nella storia solo dopo aver completato la missione in corso.

Nella sala, durante la cerimonia di presentazione, sono stati proiettati alcuni filmati del gioco, direttamente dalle piattaforme su cui il prodotto verrà proposto.
In un video, tratto dal “Densetsu-Hen”, viene riproposta la scena che vede Kenshirō arrivare al villaggio dove si trovano Burt e Lyn, improvvisamente attaccato dalla banda di Zeed (“Zeta” nella versione italiana).
Dopo aver assistito a una scena d’intermezzo che fornisce tutte le spiegazioni sulla situazione, Kenshirō si scaglia con furore e rabbia contro i furfanti della banda di Zeed e si sbarazza di loro in men che non si dica.
I comandi si basano principalmente sulla serie Musō: prese, salti rapidi in avanti o all’indietro, schivate, proiezioni e così via; la profondità del concetto Musō originario pare che verrà totalmente riproposta in questo gioco.

Un altro argomento che attira l’interesse è quello che riguarda la rappresentazione delle atrocità e brutalità all’interno del gioco. In una parola la violenza, tratto tipico di quest’opera.
“Fino a che punto (la violenza) potrà aumentare il realismo? La Kōei non ha mai rappresentato tali atrocità in modo così evidente, almeno fino a oggi, ma con l’attuale prodotto è inevitabile che si debba rispettare l’opera originale, così com’è stata concepita. Per questo stiamo cercando di proporre in modo fedele, e senza strafare, sia le caratteristiche dell’ “Hokuto Shinken”, ovvero la capacità distruggere il corpo dall’interno, sia le caratteristiche del “Nanto Seiken” con i suoi colpi taglienti come lame e le sue tecniche accurate e precise”, secondo le testimonianze dei produttori.

Altre immagini che sono state proposte riguardavano gli scontri uno contro uno, i tipici combattimenti contro i boss di fine livello.
Sconfiggendo tutti i nemici secondari alla fine del livello comparirà il boss.
“E’ indispensabile questo elemento nella modalità storia (Story Mode). Fino ad oggi nella serie Musō non sono mai stati proposti scontri uno contro uno, ma il gioco in questione non avrebbe senso senza di questi perché verrebbe meno l’immagine dell’opera originale” ha spiegato il sig.Koinuma.
Nella sala è stata proiettata la scena che riproduce lo scontro fra Kenshirō e Shin all’interno del castello di Southern Cross (la “Croce del Sud” nella versione italiana).
In base a ciò che si può vedere, infliggendo un determinata quantità di danno, il boss modificherà la sua modalità d’attacco; si attiveranno diverse caratteristiche: potenziamenti (power-up), la barra di energia vitale verrà ricaricata e così via.
Il sig.Koinuma ha aggiunto “Il combattimento contro i boss sarà esaltato da tre elementi interdipendenti: algoritmi, lo stage e le tecniche dell’avversario”.

Difatti, nel video si vede Shin subire dei colpi, che producono una determinata quantità di danno, e modificare i suoi attacchi.
Esplosioni di luce gialla si accompagnano ad attacchi veementi con il taglio della mano. Questi possono essere schivati con un piccolo salto all’indietro, ma non è certo l’unico modo per difendersi o contrattaccare.
Cos’altro si potrebbe fare?
Si possono utilizzare le colonne che sono parte integrante dello stage.
Si può, ad esempio, tendere una trappola a Shin cercando di spingerlo a eseguire un affondo contro la colonna, schivando il suo colpo; l’estrema potenza dei suoi colpi di taglio perforerà la colonna e la sua mano rimarrà incastrata per un brevissimo lasso di tempo, sufficiente a eseguire dei contrattacchi decisivi, sfruttando proprio questo punto morto.
Nello schermo, a sinistra in alto, è presente la barra di energia vitale e, subito in basso, la barra della tecnica speciale: caricandola si potranno eseguire le tecniche e i colpi speciali.
Si è assistito anche allo “Hokuto Hyakuretsu-Ken” (il “colpo dei cento pugni” nella versione italiana) e nel prodotto finale, a quanto pare, la tipologia delle tecniche e dei colpi speciali utilizzabili aumenterà man mano che il personaggio farà esperienza e crescerà.
In sintesi, un cocktail d’intelligenza artificiale molto accurata, elementi da gioco di ruolo e d’avventura e, non ultimo, una grande varietà che fa rima con giocabilità.

In sala, durante la cerimonia, è stato presentato il cast per le voci dei personaggi principali: Konishi Katsuyuki (Kenshirō), Tachiki Fumihiko (Raō), Itō Kanae (Lyn), Kuwashima Hōko (Yuria).
Il sig.Koinuma ci ha spiegato in base a quale criterio sono stati scelti i doppiatori:” L’opera originale risale a 26 anni fa. Ora ho io ne ho 38 e all’epoca ne avevo 12. A quei tempi mi divertivo a leggere il fumetto e nutro un affetto speciale verso l’opera originale; lo stesso discorso vale, com’è ovvio, per tutti i membri della squadra di sviluppo. Be’, mi trovai a tirare fuori diverse idee sui doppiatori a cui proporre questi ruoli e, va da sé, ne parlai anche con il maestro (n.d.t.: Buronson) al quale chiesi – Che ne pensa di queste persone? -, e lui mi rispose, in via del tutto eccezionale, – Mi faccia ascoltare le voci – .
A dire il vero mi è stato anche detto che certe cose non vanno fatte in questo modo, ovvero chiedere al maestro in persona. Me ne scuso umilmente, ma è stato un onore…e così ho preso le mie decisioni!”.
Il sig.Koinuma ha poi aggiunto:“E’ un tipo di questione che non si liquida con l’ok del produttore”.
Insomma, la scelta di queste voci ha convinto tutti nel vero senso della parola.

Konishi Katsuyuki (小西 克幸)

Tachiki Fumihiko (立木 文彦)

Itō Kanae (伊藤 かな恵)

Kuwashima Hōko (桑島 法子)

Una risposta a “Presentazione Ufficiale per Hokuto Musou

  1. Pingback: Shin Hokuto Musou -『ROCK YOUR SOUL』dei V6 sarà il tema del gioco | HOKUTO NO KEN

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...