Anteprima Hokuto Musou – 3 Marzo 2010


A cura di MusashiMiyamoto

In Giappone si è tenuta ieri una manifestazione con un’anteprima dedicata ad Hokuto Musou. Innanzitutto farò subito una sintesi di quello che i recensori hanno scritto e rilevato riguardo le caratteristiche del gioco, dopo averlo provato alla manifestazione nella versione demo. Quasi tutte le riviste online sono arrivate alle medesime conclusioni, quindi quello che scriverò sarà l’idea che un po’ tutti i siti giapponesi hanno di questo gioco e, in particolare, dei recensori che hanno avuto la fortuna di provarlo. Un parere quasi unanime direi, al di là di diverse considerazioni che lasciano il tempo che trovano…

LA MANIFESTAZIONE

Il gioco è stato presentato in una particolare versione demo appositamente preparata per questa manifestazione. Quindi, la demo che hanno giocato gli invitati e i giornalisti accreditati non è la versione definitiva del gioco, che vedremo solo a casa nelle nostre console, ma una particolare variazione con tanto di spiegazioni su schermo e una quantità di livelli limitata al tempo di prova, circa 10 minuti per ogni piattaforma di gioco.
La manifestazione si è svolta in tre fasi distinte, due delle quali non ci riguardano direttamente, perché sono relative alla presentazione del prodotto, alle relazioni con i media e le ditte che hanno collaborato all’evento, e all’anteprima di uno spot pubblicitario che verrà trasmesso a partire dal giorno 8 marzo.
Lo spot dovrebbe essere proprio quel video di quasi cinque minuti che abbiamo avuto il piacere di vedere con le immagini del gioco e della confezione “Treasure Box”.
Il produttore del gioco, il sig.Koinuma, durante il suo intervento per salutare l’evento e presentare il prodotto, ha accennato alla presenza di contenuti scaricabili a pagamento, probabilmente accompagnati dagli scenari aggiuntivi. Dico probabilmente, perché ancora si sta vagliando la possibilità di inserire nel pacchetto anche questi scenari. Il DLC in questione riguarda Mr.Heart e i vari banditi, che potranno essere inseriti nel gioco come personaggi giocabili.
E’ scritto a chiare lettere che è un’extra a pagamento e il fatto che non sia ancora presente sul sito non vuol dir nulla, purtoppo, se ad affermarlo è una delle personalità più importanti della Koei.
Un’altra caratteristica, dedicata ai fan storici della serie, riguarda la sigla “Ai o Torimodose”, in una speciale versione riarrangiata, che è stata introdotta nel gioco e, secondo quanto affermato dallo stesso sig.Koinuma, si ascolterà quando l’azione si farà particolarmente frenetica e il celebre motivo entrerà per rendere tutto più carico ed esaltante.

La presentazione è proseguita con l’intervento del direttore, il sig.Kano Naoshi, il quale ha parlato della versione demo del gioco. Entrambe le modalità , “leggenda” e “alternativa” (chiamiamola così per comodità), erano parte integrante di questo gioco dimostrativo. La versione “leggenda”, costituita da tre fasi molto brevi, era fornita di un tutorial su schermo per spiegare i comandi di base -oltre alla presenza di addetti della software-house i quali hanno aiutato i giocatori dando spiegazioni e guidandoli durante il periodo di prova- che riguarda solo questa versione demo.
Ha colpito la resa in formato action-adventure del gioco stesso, già più volte menzionato, ma qui confermato a pieni voti, e la fedeltà all’opera originale, almeno per quel poco che si è visto.
Allo stesso tempo, il sistema di gioco ricalca in modo palese la serie Musoo, rilevandone le varie caratteristiche, soprattutto dal punto di vista dell’azione frenetica che consiste, principalmente, nell’avanzare falciando i nemici senza tregua.

I COMANDI

Per quanto riguarda, brevemente, i comandi del gioco, sono trapelati alcuni particolari.
Fra parentesi, il tasto corrispondente sul joypad della Xbox.
Sarà possibile caricare una barra d’energia per le tecniche speciali e col tasto L2 (LT) si attiverà l’ “aura”, lo spirito combattivo. La barra di energia speciale decrescerà lentamente fino a un certo livello, raggiunto il quale l’aura scomparirà. Durante il breve periodo in cui l’aura sarà “innescata”, sarà possibile abbattere e annientare i propri avversari con maggiore facilità. Inoltre, premendo il tasto “cerchio” sulla PS3 (B nella XBox) sarà possibile effettuare la tecnica speciale scelta.
Le tecniche speciali, che si apprenderanno nel corso dell’avventura, verranno immagazzinate nell’inventario del personaggio. Sarà poi possibile sceglierne quattro da assegnare al tasto a croce. In questo modo, a ogni direzione del tasto a croce corrisponderà l’esecuzione della tecnica speciale scelta.

All’interno degli stage sono presenti vari contenitori con oggetti particolari che si potranno raccogliere per diversi scopi. In alcuni casi, avvicinandosi ai vari contenitori, ci saranno anche delle trappole pronte a colpire il giocatore. Nel caso specifico si parla di frecce, ma probabilmente ci sarà anche altro.
Vi sono anche parecchi oggetti, che si potranno raccogliere ed essere scagliati contro i nemici o distruggere con i nostri colpi, come sacchi di sabbia o bidoni. Un ambiente caratterizzato da una particolare interattività fra il personaggio e il territorio su cui si muoverà. Strutture di vario genere e muri potranno essere abbattuti. In altre situazioni, i muri si potranno scalare, usando il pulsante R2, per raggiungere determinati obiettivi. Nella demo, il personaggio si lancia all’inseguimento di alcuni membri del Clan della Zanna, i quali sono in precedenza fuggiti tirandosi pacche sul didietro a mo’ di scherno e lanciando minacce di ogni genere. Di seguito, si vede la scena in cui il personaggio deve scalare una parete per raggiungere gli infamoni.

MODALITA’ ALTERNATIVA

Nella storia alternativa si giocherà, com’è noto, all’interno di storie completamente nuove e non attinenti alla serie originale, fatta salva la presenza dei personaggi che conosciamo. Il sistema di gioco ricalca ancor più fedelmente la tipica serie Musoo. In basso a destra sarà visibile un radar, grazie al quale si potrà determinare il proprio cammino e condurre così al trionfo la propria armata, sconfiggendo il nemico.
Nella versione demo, l’unico personaggio utilizzabile era Rei.
Questo personaggio si presta perfettamente al sistema di comando introdotto per i guerrieri del Nanto Seiken.
Prende il nome di “mikiri”. Durante la fase d’attacco, mentre si colpiscono i nemici, comparirà un’icona del tasto “triangolo” (Y) sullo schermo. Premendolo al momento giusto, il personaggio assumerà una tonalità monocromatica -nel video, si vede chiaramente, Rei diventa di color argenteo e comincia ad affettare tutti- che starà ad indicare un periodo limitato di iper-potenziamento del personaggio con conseguente variazione nell’azione. Probabilmente le tecniche saranno più potenti e letali in questa fase, ma è sicuramente un elemento interessante.

CONCLUSIONI

Sulle conclusioni sarò brevissimo, perché i tanti video e foto già danno un’idea.
I recensori sono tutti rimasti molto colpiti dall’azione.
Innanzitutto, le due versioni, PS3 e XBox, sono praticamente identiche e le uniche differenze rilevate stavano nel differente grado di contrasto dei monitor usati durante la manifestazione. Da un’analisi più attenta, a parità di parametri, i giochi sono risultati identici.
Quindi, per entrambi i possessori di queste console, non ci sarà alcun pericolo di vedere sostanziali differenze fra una versione e l’altra.
Un aspetto che ha colpito i recensori più d’ogni altra cosa è la netta differenza, mai vista fino ad ora, fra i guerrieri Hokuto e quelli Nanto.
I primi sembrano davvero esprimere forza e potenza distruttiva, e rispecchiano fedelmente il concetto dell’ “uccidere con un colpo solo”.
Al contrario, i secondi danno l’idea, proprio come nella serie originale, di guerrieri più agili, che fanno della precisione, dei colpi di taglio e penetranti, il loro punto di forza.
E’ evidente che questo darà vita a due differenti concezioni del gioco e avremo giocatori che prediligeranno i guerrieri Hokuto rispetto ai Nanto e viceversa.
Evidente la soddisfazione nel controllare il personaggio e nel constatare che sprizza energia da tutti i pori, in puro stile Musoo, quando si falciano decine di avversari con i colpi speciali, fra onde di energia, esplosioni e altri effetti speciali che colorano lo schermo con sommo piacere di chi gioca e rivive le gesta dei personaggi attraverso il fido joypad.
Insomma, un gioco che ha davvero lasciato stupefatti gli addetti ai lavori e i tanti ospiti presenti, oltre ai 160 invitati, a molti dei quali è stato caldamente consigliato di leggere il fumetto originale, prima di cimentarsi nell’avventura, per comprendere meglio come e dove si muove il nostro Kenshiro.
Ebbene sì, c’è anche gente che non ha mai letto Ken, ma c’è sempre tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...