Shin Hokuto Musou – Aggiornamento ufficiale e intervista a Hisashi Koinuma e Katsuyuki Konishi


Aggiornamento ufficiale dal sito nipponico di Fist of the North Star Ken’s Rage 2 !

Come ogni giovedì, anche questa settimana arrivano gli update che ci accompagneranno fino alla data di pubblicazione del gioco in Giappone (20 dicembre 2012 per PS3 e Xbox 360, 31 gennaio 2013 per WiiU). Stavolta, oltre alle immagini dei 5 capitoli conclusivi della “Saga di Raoh” (ovvero tutta la prima parte del manga) nella sezione STORY, sono state aggiunte le schede di Hyui, Shuren, Julia e Rihaku nella sezione CHARACTERS e nuovi video dedicati al gameplay di Raoh, Toki e Jagi nella sezione MOVIES (Oltre al nuovo trailer riportato proprio in cima a questo post).

Inoltre, nella giornata di ieri, è stata pubblicata su Dengeki Online, una lunga intervista a Hisashi Koinuma (producer del gioco) e Katsuyuki Konishi (doppiatore di Kenshiro). Il nostro MusashiMiyamoto, dopo essersela spulciata per bene, ci ha puntualmente proposto sul forum una sintesi delle informazioni più interessanti:

Non c’è alcun bisogno di tradurre l’intervista per intero perché, a parte un paio di notizie davvero interessanti o relative al gioco in uscita, si tratta quasi interamente di cose già sentite e risentite mille volte o, in altri casi, di elogi a questa o quell’altra componente del gioco o, ancora, di storielle buffe su quel che accadeva nello studio doppiaggio e così via. Ad ogni modo, procederò pagina per pagina, riportando quel poco che ritengo interessante per me e per voi.

Nella prima pagina si parla principalmente del TGS e delle impressioni sul gioco dopo aver provato la demo.
Entrambi sottolineano la maggiore velocità, la storia di più ampio respiro, la trama molto più articolata e fedele, e altri aspetti che non sono sfuggiti neanche a noi che abbiamo analizzato i video di quella manifestazione.

Koinuma fa notare che Kenshiro è il personaggio più “ortodosso”, dal punto di vista della giocabilità. Si tratta del protagonista, quindi è comprensibile che sia più facile e intuitivo da utilizzare rispetto ad altri personaggi. Ad ogni modo, pur mantenendo intatte determinate caratteristiche viste anche in Hokuto Musou, in Shin Hokuto Musou sono state apportate alcune variazioni per rendere gli altri personaggi più vari e interessanti.

Subito dopo ci si sofferma sul doppiaggio e sul ruolo di Konishi.
Non ritengo questa parte dell’intervista importante. Ma solo per soddisfare qualche curiosità, basti sapere che Konishi si è allenato moltissimo, parole sue, sui versi di battaglia di Ken e, in particolare, sul famoso “Atatata”. A suo dire, la cosa più difficile che ha dovuto sostenere in questo ruolo.
Difatti è stato registrato più volte e anche in versioni differenti: corta o un po’ più lunga.
In alcuni casi è stata utilizzata una funzione di loop per urli molto lunghi.
In totale Konishi ha lavorato circa 3 giorni per registrare tutte le sue battute e i suoi dialoghi.
C’è da dire che in questo gioco, anche se si era capito dai video, Ken e gli altri personaggi parlano molto di più. Soprattutto nella seconda serie Ken è abbastanza loquace e l’interpretazione di Konishi sarà ancora più profonda e intensa, al fine di trasmettere quel misto di “amore” e “malinconia” che caratterizza la figura del protagonista.

Insomma, tanti discorsi sul doppiaggio certamente divertenti, ma che sul gioco non ci dicono nulla di nuovo.
Sappiamo benissimo che il doppiaggio è una delle cose migliori, quindi non mi dilungherò sulle altre elucubrazioni mentali dei due compagni di merenda.


Si continua con domande che sanno tanto di chiacchierata fra amici. La frase preferita, la scena preferita e così via. Si arriva poi alla questione vignette, in fretta e furia liquidata da Koinuma.
Questi sostiene che se avessero esagerato (riferendosi probabilmente alla quantità di video in tutto e per tutto fedeli a ogni singola parte del manga) sarebbe stato lecito porsi la domanda “Non fai prima a leggere il manga?”; perciò meglio escogitare un valido compromesso.
Del resto, continua, si tratta di un gioco d’azione in cui va mantenuto un ritmo incalzante, pur restando il più possibile legati all’opera originale.
Il gioco è reso in maniera molto fedele, tant’è che molti, anche il giocatore casuale e totalmente ignaro delle vicende, potrebbero essere spinti a leggere il manga per saperne di più e conoscere a fondo i dettagli della storia.
In parole povere, detto chiaramente fra le righe, questo è un prodotto rivolto a tutti: fans e non fans.

Personalmente non sono affatto d’accordo sulla questione “si fa prima a leggere il manga”, perché avrei preferito di gran lunga avere tanti video fedeli per godermi tutta la storia da cima a fondo.
In ogni caso, ognuno potrà esprimere il proprio parere sulle parole di Koinuma.

Si va avanti parlando dello stampo dichiaratamente “Musou” di questo nuovo gioco. Il riferimento è alla velocità d’azione, all’immediatezza e alla frenesia che caratterizza il gameplay.
La differenza col prequel, tuttavia, non si limita a questa componente generale. I personaggi di Hokuto Musou erano inizialmente piuttosto deboli e solo potenziandoli a dovere acquisivano quella caratteristica invincibilità, tale da sbaragliare qualsiasi nemico. In particolare Kenshiro era molto “scadente” all’inizio, rispetto alla sua versione finale potenziata.
In questa nuova incarnazione i personaggi già all’inizio saranno molto potenti e trasmetteranno al giocatore quel senso di invincibilità, la capacità di uccidere centinaia di nemici in un batter d’occhio, caratteristica che richiama maggiormente gli altri prodotti Musou, piuttosto che il prequel.
Complice anche l’aumento del framerate, portato da 30 a 60 fps, sempre stabile e grazie al quale viene rafforzato quel senso di frenesia e azione di cui tanto fa sfoggio il produttore.

Si parla anche delle tecniche speciali e segrete. Koinuma risponde che procedendo nell’avventura il ventaglio di tecniche utilizzabili diverrà sempre più ampio e anche la crescita e lo sviluppo del personaggio risulterà molto interessante. Il numero, a quanto pare, varierà in base al personaggio.
In altre parole è lecito pensare che Kenshiro abbia più tecniche speciali rispetto ad Ain.

Si parla poi dei personaggi preferiti, delle tecniche che i due trovano più esaltanti e altre chiacchiere allegre fra amici.

Koinuma non si sbottona più di tanto in risposta a domande specifiche: il combattimento contro Devil, ad esempio, limitandosi a far notare l’importanza degli stili tutti diversi fra loro e arricchiti dalla schivata.
Konishi, naturalmente, conferma quanto divertente sia usare questo nuovo comando e come ciò renda gli scontri molto più gratificanti. Nella quarta pagina ancora un po’ di chiacchiere da bar: che tecnica ti piacerebbe usare? A quale scuola ti piacerebbe appartenere? E via dicendo.
Tante parole spese per parlare dei rispettivi gusti in fatto di scene e personaggi della serie, cosa farebbero se avessero un fratello come Jagi, la figura di Kenshiro e gli aspetti che lo rendono così interessante, qualche battuta scherzosa e niente più.
Tutto fila liscio fino alla quinta e ultima pagina.

Nulla di particolarmente trascendentale, visto che di gameplay, anche qui, neanche una parola che sia una per aiutarci a cavare un ragno dal buco.
Si continua a parlare dei 60 fps e del gran numero di nemici su schermo; la possibilità di trafiggere gli tsubo e di eseguire tante tecniche speciali, ecc.
Le solite cose già dette e sentite mille volte anche al TGS.

L’unica vera notizia – se così si può chiamare, vista la povertà d’informazioni davvero utili sul gameplay e il combat system – riguarda la crescita del personaggio.
Sembra, stando alle parole di Koinuma, che sarà totalmente differente dal prequel. Non entra nei particolari (così come non è entrato nei particolari, quando Konishi gli ha posto domande sullo stile di combattimento di Shachi o altri personaggi della seconda serie), ma ci tiene a dire che vi sarà la possibilità di modellarlo a proprio piacere, fattore che sicuramente sarà fonte di divertimento per tutti.

Si può dedurre, almeno credo, che non vi sarà una mappa dei meridiani o uno sviluppo “univoco” del personaggio. Bensì, vi sarà certamente la possibilità di scegliere come svilupparlo e di intraprendere strade diverse a seconda delle esigenze.
Koinuma non dice nulla, sembra quasi un mafioso (non pentito, ovviamente) sottoposto a interrogatorio, non svela alcun particolare tale da farci cascare dalla nostra comoda seggiola per la sorpresa. Le solite parole che non ci danno alcuna certezza sul prodotto finale.
Anzi, non fanno altro che alimentare i nostri dubbi e la speranza (potere della pubblicità…) che il gioco sia divertente ed esaltante come tutti vorremmo.

Questa è l’intervista molto in sintesi. Non c’è nulla da segnalare, né qualcosa che mi abbia realmente sorpreso, altrimenti l’avrei scritto senza indugi.
Fra l’altro, dimenticavo un particolare, magari di poco conto, ma è pur sempre una dimostrazione d’onestà.
Anche Koinuma ammette che la grafica non è stata un granché ritoccata, ma le variazioni (probabilmente in riferimento agli ambienti ecc.) sono sufficienti a dare maggiore respiro al gioco, complice anche il framerate raddoppiato.

P.s.: A quanto pare la scena preferita di Koinuma è quella della piramide, quando Souther abbraccia la riproduzione del maestro Ogai in cerca d’un po’ d’amore. E, in seguito, Toki e Raou che vanno via al termine del combattimento fra Ken e Souther. Sostiene di aver richiesto personalmente l’inclusione dell’intera scena nel modo più fedele possibile.

P.p.s.: Hara va matto per Shuren. Pare che sia stato proprio lui a volerlo nel gioco e ciò ha richiesto un maggior impegno dei programmatori per rendere il suo modello il più possibile fedele all’originale. Non dice altro… Ma se davvero piace così tanto a Hara, possiamo sperare che ce lo mostrino nel combattimento contro Raou invece delle sole vignette!?

————————————————————————————————————

AGGIORNAMENTO

Sempre dal forum, Kenrico ci informa riguardo ad un’altra feature del gioco, ovvero i Dipinti di Fine Secolo, speciali illustrazioni i cui tasselli verranno sbloccati man mano che si procederà nel completamento dei livelli dell’Illusion Mode.

Sempre Kenrico ci fornisce la traduzione dei titoli dei capitoli della modalità principale che verranno presi in considerazione nel prossimo aggiornamento ufficiale, ovvero quelli dedicati all’Impeo del Cielo:

  1. Prende vita una nuova leggenda!

  2. La spacconeria del guerriero senza rivali!

  3. Il carnefice dorato!

  4. Combattimento mortale che divide i cieli!

Infine, segnalo che è stata aggiornata la sezione dei nostri WALLPAPERS  🙂

Un ringraziamento particolare a tutti i membri del forum che continuano a tenerlo aggiornato in tempo reale con notizie ed opinioni riguardo questo attesissimo gioco 😉

Advertisements

2 risposte a “Shin Hokuto Musou – Aggiornamento ufficiale e intervista a Hisashi Koinuma e Katsuyuki Konishi

  1. Oh mio dio come godo vedendo tutte queste informazioni ed immagini, quando usciranno le 2 demo?! quando usciranno altri personaggi?! andrò a vederli quanti ne sono usciti..

    Mi piace

  2. Pingback: SHIN HOKUTO MUSOU – Nuove immagini ed informazioni sui contenuti scaricabili | HOKUTO NO KEN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...