KEN IL GUERRIERO Vol.2 – Planet Manga – Recensione


volume 2Continua l’epica saga del guerriero di Hokuto e continua l’analisi settimanale della nuova edizione Planet Manga. Prima di iniziare, però, ritengo doveroso chiarire che i nomi dei personaggi, dei luoghi e delle tecniche segrete che troverete in questa e nelle successive recensioni, NON sono quelli adottati da Planet Manga per questa edizione.
No, quelli che troverete qui sono quelli corretti dal punto di vista linguistico e logico. Lo stesso dicasi per le traduzioni di alcuni passaggi: Come per la volta scorsa, nel caso di errori gravi, verrà fornita la versione corretta.

Quindi, prendete la vostra borraccia d’acqua e seguiteci nel duro deserto post-atomico di quell’anno imprecisato alla fine del ventesimo secolo…

L’ASSASSINO PERFETTO

La scorsa settimana avevamo lasciato un esterrefatto Shin alle prese con un Kenshiro più determinato che mai a saldare i conti.

02_044

“Perché io e quest’uomo abbiamo amato la stessa donna…”

Questa settimana possiamo assistere allo struggente esito dello scontro. Non solo veniamo a conoscenza del tragico destino di Julia, ma diamo il commiato al primo grande avversario di Ken, la prima di tante stelle cadenti che si staccheranno dal firmamento di questa storia per entrare nella leggenda.

Una battaglia senza vincitori né vinti che ci ricorda perché amiamo tanto questo manga, ovvero per via dell’eterno contrasto tra l’impossibilità del protagonista di sottrarsi alla lotta, ritrovandosi a versare il sangue anche di coloro che riteneva amici e fratelli, e l’apparente assurdità di tutto questo.

Come Bronson e Hara ci insegnano già in questi primi episodi, in Hokuto No Ken possono esistere anche validi motivi per lottare ma ciò che rimane alla fine è spesso ben lontano dai consueti “happy ending” di tante altre opere.

Conclusa la sua vendetta, Kenshiro inizia un nuovo viaggio senza meta in compagnia di Bart e raggiunge un’oasi, un insediamento con buone risorse idriche ed un fiorente commercio. Nuovi personaggi entrano in scena e andiamo subito a presentarli:

BlowBLOW (ブロウ)

Gigante dotato di braccia mostruosamente possenti che vorrebbe obbligare il gestore di un locale a dargli del cibo gratis. Kenshiro interviene per fermarlo e ne annulla completamente la forza grazie alla tecnica Hokuto Gōkin Bundan Kyaku. Originariamente anonimo nel manga, trova un nome solo nel videogame Hokuto No Ken Online del 2008.

johnnyJOHNNY (ジョニー)

Pavido gestore di un locale dell’oasi, acconsente a sfamare ed ospitare Ken e Bart per due giorni in cambio di un aiuto per fermare il prepotente Blow. Personaggio anonimo nel manga, trova un nome solo a partire dalla sua prima apparizione nel 6° episodio dell’anime storico.

rimaRIMA (リマ)

Bambina rapita dai Golan assieme a Lin ed altre donne. Nel tentativo di salvarla, il padre viene catturato e decapitato davanti ai suoi occhi dal Maggiore, provocando nella piccola un forte trauma.  Per placare le sue incessanti urla di dolore, Kenshiro deve ricorrere al punto segreto Teishin.

GOLAN (ゴラン)

Ex-membri dei famigerati reparti speciali noti come Berretti Rossi, capaci di sopravvivere in condizioni estreme, addestrati alla guerriglia ed esperti tanto nell’uso delle più svariate armi quanto nella lotta corpo a corpo, i Golan sono scampati all’Olocausto Nucleare grazie alla loro eccezionale preparazione e, per questo motivo, sono convinti di appartenere ad una razza eletta destinata a regnare nel nuovo ordine. Da Godland, il loro quartier generale, dirigono le incursioni nei territori circostanti alla ricerca di viveri e donne.  I membri portanti dell’organizzazione sono:

maggioreMAGGIORE (少佐)

Individuo perverso e spietato, guida un reparto incaricato di rapire le donne che serviranno ai Golan per ottenere una discendenza eccellente.

sergente madSERGENTE MAD (マッド軍曹)

Folle addestratore dei Golan, il Sergente Mad non solo insegna alle reclute a combattere, ma inculca loro i ferrei princìpi di coloro che dichiarano di essere i prescelti.

colonelloCOLONNELLO (大佐)

E’ il leader supremo dei Golan. Fedelissimo alla patria, quando si rese conto della dilagante corruzione che regnava ai piani alti del governo,  vide vacillare le sue convinzioni. Di conseguenza, prese la distruzione come un segno e decise di formare una razza eletta che governasse il nuovo ordine.
Vedi la scheda completa.

takiTAKI (タキ)

Coraggioso bambino di appena sette anni, Taki ha viaggiato a lungo nel deserto per trovare uomini forti che possano aiutare a scavare un nuovo pozzo al suo villaggio.

… E LUI?

Di questo sogghignante “osservatore”, felicemente immerso in una vasca nel locale di Johnny, faremo meglio la conoscenza nel prossimo volume.

LE TECNICHE DI QUESTO VOLUME

  • Hokuto Jūjizan (Uccisione a Croce di Hokuto – 北斗十字斬): Una serie di rapidi pugni che colpiscono i punti segreti dell’avversario formando una croce. La vittima ha soltanto un minuto di vita prima che i suoi organi interni vengano distrutti. Nel manga, Kenshiro utilizza questa tecnica come colpo di grazia contro Shin, ma il nome stesso della tecnica viene menzionato solo nella successiva serie TV.
    hokuto jujizan
  • Hokuto Gōkin Bundan Kyaku (Calcio che Recide i Muscoli D’Acciaio di Hokuto – 北斗鋼筋分断脚): Il guerriero colpisce con un calcio due punti segreti in sequenza, uno sotto il braccio destro della vittima e uno sulla sua guancia sinistra. Dopo pochi secondi, il soggetto vede crollare la forza delle sue braccia.
  • Hokuto Sōkin Jizai Kyaku ( Calcio della Libera Manipolazione Muscolare di Hokuto – 北斗繰筋自在脚): Il guerriero esegue due rapidissimi calci sul volto dell’avversario raggiungendo i suoi punti segreti. La vittima viene quindi privata della possibilità di controllare i propri movimenti, diventando un burattino nelle mani dell’esecutore della tecnica. Nel manga Kenshiro utilizza questa tecnica nel capitolo 12, ma il suo nome viene menzionato solo nella serie TV.
    Hokuto Sōkin Jizai Kyaku
  • Meiken (明見): Premendo questo punto segreto, le mani della vittima iniziano ad allontanarsi lentamente l’una dall’altra.
    meiken
  • Teishin (Punto Segreto del Rilassamento dei Nervi – 定神): Un punto segreto di pressione localizzato sul labbro superiore. Se attivato induce gli stessi effetti di un tranquillante.
    teishin
  • Kūkyoku Ryūbu (Fluida Danza nel Vuoto – 空極流舞): Una serie di movimenti acrobatici che seguono le correnti d’aria, permettendo di schivare le armi da lancio.
    kukyoku ryubu
  • Nanto Muonken (南斗無音拳 – Tecnica Silenziosa di Nanto) Stile di combattimento che consente al feroce Colonnello di rendere impercettibile la sua presenza in condizioni di oscurità.
    nanto muonken
  • Dōmei (Punto Segreto della Pupilla Luminosa – 瞳明): Attivando questo tsubo si danneggiano gli occhi della vittima rendendola cieca.
    domei
  • Hokuto Kaikotsu Ken (Colpo Spaccaossa di Hokuto – 北斗壊骨拳): Con questa tecnica il guerriero raggiunge uno tsubo posto sulla fronte della vittima causandone l’espulsione dello scheletro dal corpo.

GIUDIZIO

Allora, senza mezzi termini dico subito che la cosa che mi ha fatto più ORRORE in questa seconda uscita la potete vedere nella scansione sottostante (Cliccate per ingrandire)

Nell’edizione originale giapponese, il titolo dell’episodio occupava tutta la parte bassa della tavola, coprendo per metà il volto di Shin ed il torace di Kenshiro. Mentre nei precedenti adattamenti, gli editori italiani se la sono “sfangata” mettendo una didascalia rettangolare bianca con all’interno il titolo, la Planet ha voluto osare…

Il risultato lo vedete da voi: Non solo Shin si ritrova senza bocca e con un bieco e maldestro tentativo di ricostruirgli il naso, ma anche sul torace di Kenshiro appaiono segni aggiuntivi che non si capisce bene cosa dovrebbero rappresentare.

La domanda, a questo punto, sorge spontanea: Cara Planet Manga, ma se è vero che, come avete tenuto a sottolineare nel redazionale introduttivo del primo volume, “… su richiesta degli autori i suoni non sono stati modificati, ma lasciati come nell’originale, con la traduzione scritta a lato…”, com’è possibile che poi vi abbiano autorizzato a compiere un simile SCEMPIO ?Non era pensabile, ad esempio, adottare lo stesso sistema usato per le onomatopee anche per i titoli dei capitoli?
Non è che, in realtà, tutta questa storia della volontà degli autori originali è una bella e comoda “paraculata” che è servita semplicemente a risparmiarvi un miglior edit delle tavole?

Passiamo avanti…

Volendo trovare ulteriori “problemi” si potrebbero segnalare le due pagine iniziali con il redazionale riassuntivo in cui il Colonnello ed il Sergente Mad hanno i nomi invertiti, ma preferisco sorvolare.
Per quello che riguarda le traduzioni di questo volume, invece, fa veramente piacere constatare che, in alcuni passaggi specifici (il dialogo tra Kenshiro e il Colonnello, tanto per citarne uno), l’adattamento è molto più chiaro e logico rispetto ad altre edizioni. Quello che resta un mistero è il “perdersi in un bicchier d’acqua” del traduttore  in altri passaggi (non molti in verità). Quello che poi manca un po’, secondo me, è il “carattere” dei personaggi: Bart dovrebbe avere un registro linguistico molto diretto, mentre nel combattimento tra Ken e Shin se ne esce con “Considerate le caratteristiche delle loro arti marziali, il duello si concluderà nell’istante in cui uno dei due toccherà l’altro”. Insomma, non ce lo si vede proprio a sfoggiare un tale linguaggio (per quanto il senso della traduzione sia assolutamente corretto).

In definitiva, se il primo volume mi aveva convinto nonostante gli evidenti difetti, questa seconda uscita mi lascia interdetto. Da un lato buone traduzioni e buoni dialoghi, dall’altro quella COSA OSCENA  che avete visto poco più su.
Non ci resta che vedere quali altre sorprese ci riserverà quest’edizione…

APPUNTAMENTO ALLA PROSSIMA SETTIMANA

———————————————————————————–

LINK CORRELATI

6 risposte a “KEN IL GUERRIERO Vol.2 – Planet Manga – Recensione

  1. Pingback: KEN IL GUERRIERO Vol.3 – Planet Manga – Recensione | HOKUTO NO KEN

  2. Rapido confronto con il secondo numero d/visual.

    Non c’è lo scempio su Shin, la frase di Bart è un po’ più “accessibile” (anche se la traduzione Planet piace molto anche a me), ma c’è un errore grande come una casa nel dialogo tra Mad e Kenshiro, quando quest’ultimo afferma in un primo momento di non “essere stato selezionato” (tra gli uomini scelti dal Dio dei suoi avversari) e poi si presenta come il Dio della morte.

    La traduzione Star (che poi è anche quella della Planet) è molto più coerente in questo frangente.

    Mi piace

  3. Pingback: KEN IL GUERRIERO Vol.5 – Planet Manga – Recensione | HOKUTO NO KEN

  4. Pingback: KEN IL GUERRIERO Vol. 26 – Planet Manga – Recensione | HOKUTO NO KEN

  5. Pingback: Ken il guerriero – Torna in edicola la “Pezzent Edition” di Planet Manga | HOKUTO NO KEN

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...