KEN IL GUERRIERO Vol.17 – Planet Manga – Recensione


volume-17E’ in edicola ed in libreria il 17° volume di Ken il guerriero nella nuova edizione di Planet Manga e, come di consueto, procediamo con un’analisi di trama, personaggi e tecniche, oltre che a dare un giudizio oggettivo su traduzione, adattamento e resa generale del volume stesso.
Questa settimana la battaglia tra l’Armata di Hokuto e l’Impero del Cielo, grazie soprattutto al ritorno in scena di Kenshiro, entra nel vivo e vede scendere in campo Falco e gli altri maestri del Gento Kōken, la temibile scuola di arti marziali posta a baluardo dell’Imperatore. Un volume intenso, ricco di avvenimenti, battaglie e colpi di scena.
Prima di proseguire, come al solito, vi ricordo che tutte le recensioni dei volumi  di quest’edizione di Ken le trovate CLICCANDO QUI e che le traduzioni di nomi, tecniche e appellativi sono diverse rispetto all’adattamento “discutibile” operato da Planet.
Ancora una volta ringrazio sentitamente  MusashiMiyamoto per l’aiuto con la lingua giapponese.
Buona lettura😉

IL SICARIO D’ORO

La scorsa settimana avevamo lasciato l’Armata di Hokuto che, forte del ritorno di Ken, stava mettendo a ferro e fuoco le maggiori città dell’Impero. Anche Ain, cacciatore di taglie tra i migliori, dopo aver tentato di battere il successore di Hokuto, è stato “contattato” da Bart e si è infine unito alla ribellione. Proprio  a partire da questi ultimi sviluppi si apre questo nuovo volume, in cui il cacciatore di taglie decide di fare le cose in grande stile ed assaltare il Campo di Concentramento per Ribelli di Classe A

goruGORU (ゴル)

Collaboratore di Ain, nello scorso volume lo abbiamo visto correre ad informarlo che due banditi avevano fatto irruzione nel loro villaggio con l’intenzione di mettere le mani sulla sua  Asuka. In questo volume, accompagna Ain all’assalto del Campo di Concentramento per Ribelli di Classe A, ma desiste poco prima di arrivare, intimorito dalle dimensioni dell’impresa e dalle possibili conseguenze.

lenLEN (レン)

Altro collaboratore di Ain, a lui viene affidata la piccola Asuka quando questi decide di assaltare il Campo di Concentramento per Ribelli di Classe A. Tuttavia, pur godendo di tanta fiducia, Len non è una persona leale e, assolutamente in disaccordo sull’idea di mettersi contro l’Impero, prende la palla al balzo sfruttando la bambina come ostaggio per costringere Ain alla resa.  L’intervento di Kenshiro fa sì che questo verme abbia quello che si merita…

veronVERON (ベロン)

Direttore del Campo di Concentramento per Ribelli di Classe A (A級反逆者収容所), ha ricevuto l’ordine di giustiziare tutti i prigionieri prima che l’Armata di Hokuto, forte dell’aiuto di Kenshiro, venga a liberarli aumentando così le proprie fila. Personaggio anonimo nel manga, trova un nome solo successivamente, nell’anime televisivo, dove però svolge il differente ruolo di Governatore Distrettuale.

FRATELLI HAN (ハーン兄弟)

fratelli han

Rinchiusi come ribelli nel Campo di Concentramento per Ribelli di Classe A, sono sottoposti da anni alla tortura della goccia, intrappolati in un blocco di cemento armato, ma sopravvivono grazie ai loro corpi possenti. Liberati da  Ain e da Kenshiro, si uniscono all’Armata di Hokuto…
Vedi scheda completa

mamiya e ailiMAMIYA (マミヤ) e AILI (アイリ)

In vista di nuove battaglie contro le forze Imperiali, Ain chiede a Kenshiro di portare la piccola Asuka in un posto sicuro. Presa con sé la bambina, il guerriero si dirige allora verso il villaggio in cui risiedono ancora Mamiya e Aili, che trova in preghiera sulla tomba del decano, brutalmente assassinato per ordine dell’Imperatore, reo di aver diffuso le storie riguardanti i grandi guerrieri di Hokuto e di Nanto che lottarono per il destino del mondo. Scheda di MamiyaScheda di Aili

Generali d’Armata dell’Imperatore del Cielo (天帝の将軍)

Maestri del Gento Kōken, i generali posti a difesa dell’Imperatore e della Capitale Imperiale sono guerrieri temibili, onorevoli e disposti a dare la vita pur di adempiere il proprio incarico.

falcoFALCO (ファルコ)

Maestro successore del Gento Kōken e Primo Shogun dell’Imperatore del Cielo, é chiamato anche “Falco della Luce d’Oro” (金色のファルコ – Kin’iro no Faruko) per via dell’abbagliante splendore del suo spirito combattivo. Benché appaia freddo e spietato agli occhi dei nemici dell’Impero, Falco è in realtà profondamente addolorato per tutto il male che è costretto a perpetrare a causa delle diaboliche macchinazioni di suo fratello Jako. Vedi scheda completa

soriaSORIA (ソリア)

Maestro del Gento Kōken e Shogun dell’Imperatore, è chiamato anche “Soria della Luce Purpurea” (紫光のソリア – Shikō no Soria) per via del colore assunto dalle emanazioni del suo spirito combattivo. E’ il primo esponente della Scuola Imperiale di Gento ad affrontare Kenshiro, intercettandolo mentre si reca a dare sostegno ai ribelli capeggiati da Burt…
Vedi scheda completa

shokiSHOKI (ショウキ)

Questo personaggio appare in maniera fugace nel manga originale. Esasperato dal malvagio strapotere di Jako, irrompe nella sala del trono per ucciderlo con le sue stesse mani ma viene fermato da Falco. Questi lo colpisce in modo da provocargli uno stato di morte apparente e poterlo salvare, facendolo uscire dalla Capitale nascosto tra i cadaveri trasportati da un fiume sotterraneo… Vedi scheda completa

ARMATE DEI GENERALI (将の軍)

armate dei generali

Le armate affidate ai tre Generali dell’Imperatore del Cielo entrano in gioco solo nei momenti di grave crisi e sono formate da uomini scelti, ben armati e corazzati. Tra esse si distingue la prima armata, quella di Falco, deputata anche alla difesa della Capitale e composta di uomini talmente legati al proprio Generale da essere capaci di sacrificare la loro vita in ogni momento per fargli da scudo.

schiavisti imperialiSCHIAVISTI IMPERIALI (奴隷を集める帝都兵)

Spietati individui che catturano e selezionano uomini da deportare alla Capitale Imperiale per essere costretti ad azionare fisicamente la titanica dinamo, simbolo della totale follia di Jako, che permette all’intera città di avere la corrente elettrica e risplendere anche nell’oscurità della notte.

jakoJAKO (ジャコウ)

Viscido topo di fogna senza il minimo scrupolo di coscienza, per impadronirsi del potere ha rapito e segregato l’Imperatore, di cui minaccia la vita, per autonominarsi Viceré e tenere sotto controllo il fratellastro Falco. Egli afferma che Hokuto e Nanto siano la causa dei mali del mondo e una minaccia per l’Impero ma, in realtà, è schiavo delle proprie paure, poiché Raoh, in passato, durante un loro incontro, lo ha terrorizzato a morte. Vedi scheda completa

SHINO e JASK (シーノとジャスク)

shino e jask

Perfidi figli di Jako, vivono all’ombra delle malefatte del padre, mostrandone la medesima crudeltà e godendo della loro posizione privilegiata. Vedi scheda completa

TRUPPE DEL VICERE’ (総督直轄軍)

truppe del vicere

Guarnigione di uomini sotto il diretto comando di Jako, posta a difesa della Capitale Imperiale, è dotata di mezzi cingolati con grossi spuntoni d’acciaio adatti a travolgere le fila degli eserciti nemici.

LE TECNICHE DI QUESTO VOLUME

  • Gento Kōken (元斗皇拳 – Scuola Imperiale di Gento): Questa bimillenaria arte marziale nasce per proteggere l’Imperatore del Cielo,  il cui simbolo celeste è la Stella Polare (大極星 – Taikyoku-sei), dalla quale viene appunto il nome stesso della tecnica, ovvero “Gento” (元斗 – Stella Primigenea). Il principio alla base dei suoi colpi è la concentrazione e l’utilizzo dello spirito combattivo. I maestri di questa tecnica, infatti, riescono ad accumulare il loro ki e a rilasciarlo sviluppando vere e proprie lame di luce e calore che distruggono le cellule dell’avversario. Una peculiarità del Gento Kōken sembra risiedere in quella che viene definita “l’essenza” della tecnica, ovvero i movimenti rotatori con i quali vengono portati i colpi. Sembra infatti che buona parte della sua efficacia derivi dal basare sia l’attacco che la difesa su movimenti circolari. Vedi scheda completa
    generali dell'imperatore del cielo
  • Gento Ryūrin Kōzan (元斗流輪光斬 – Taglio Lucente Rotante di Gento): Il guerriero rotea velocemente le mani e sferra rapidissimi affondi che generano lame di luce capaci di colpire l’avversario anche a distanza.
  • Gento Kōken Ha No Rin (元斗皇拳破の輪 – Rotazione Distruttiva della Scuola Imperiale di Gento): Il guerriero esegue un movimento rotatorio con entrambe le braccia, concentrando il suo spirito combattivo e scagliando tutta la sua potenza in un unico colpo portato con una mano.
  • Nanto Sōyō Ken (南斗双鷹拳 – Tecnica dei Falchi Gemelli di Nanto): Si tratta di uno dei 108 stili del Nanto Seiken ed è praticato dai fratelli Hān. Il suo colpo caratteristico è il Sō Rakusō Ha (双羽落爪破 – Distruzione degli Artigli in Picchiata delle Ali Gemelle), un attacco acrobatico portato in combinazione dai due guerrieri contro un unico avversario.

GIUDIZIO

La volta scorsa, oltre ad un giudizio sul singolo volume, ho voluto fare anche un primo vero bilancio di quanto proposto da quest’edizione. Se ricordate, non è stato positivo. Proprio per niente.
Si può tranquillamente dire che questo volume funga (almeno per ora) da “ciliegina sulla torta” rispetto a quanto detto in precedenza. Perchè? Eh, adesso lo andiamo a vedere…

Immagine1

Chi!? Forse non ho letto bene…

COOOOOSAAAAAAAAA!?

Un attimo, fatemi riprendere il controllo…

Allora…

Dopo “Re Guerriero”, dopo la “Paraculata nell’Inconscio” e dopo ben 16 volumi in cui se ne inventano una nuova ogni volta, è arrivato anche il turno di “IMPERATRICE CELESTE”. Perché dopo che ben 3 edizioni manga italiane hanno SEMPRE (e appropriatamente) tradotto Tentei (天帝) come “Imperatore del Cielo” riferendosi contemporaneamente sia alla Stella Polare che all’Imperatore della Cina, arrivano gli splendidi della Planet e ti piazzano “Imperatrice”.

Il bello è che, nel loro voler fare gli splendidi, non solo hanno praticamente già rovinato l’effetto “sorpresa” che si avrà nel prossimo volume con la rivelazione della vera identità dell’Imperatore e che, ci tengo a precisarlo altrimenti mi viene risposto che si tratta di un mio parere personale, era un effetto VOLUTO dagli autori, no, hanno anche generato scene ridicole come questa…

Sua Eccellanza l’Imperatrice sta per parlare…

MA LA VOCE E’ DI UN UOMO!!! E’ JAKO CHE PARLA!!

Per il resto mi fermo qui, mi pare che la cosa sia già abbastanza ridicola senza che ci aggiunga gli altri errori che ho notato di cui una parte potete rendervi conto raffrontando nomi di personaggi e tecniche, l’altra parte la lascio alla scoperta dei coraggiosi che ancora vogliono completare quest’edizione.

Alla prossima settimana!

2 risposte a “KEN IL GUERRIERO Vol.17 – Planet Manga – Recensione

  1. Pingback: KEN IL GUERRIERO Vol.18 – Planet Manga – Recensione | HOKUTO NO KEN

  2. Pingback: Ken il guerriero – Torna in edicola la “Pezzent Edition” di Planet Manga | HOKUTO NO KEN

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...