S.O.S. Ryuken – L’Hokuto per le famiglie


Salve a tutti.
Come i più attenti si saranno accorti, questo articolo non è firmato da Squalo, ma da me, il maestro Ryuken. Ho infatti deciso di dispensare la mia saggezza su questo blog ma, prima di entrare nel dettaglio, ecco una mia brevissima presentazione…


maestro ryukenNome anagrafico: Ramon Kasumi
Nome d’arte: Ryuken
Sesso: MASCHIO 100%
Anno di nascita: Non sono affari vostri
Professione: 63° maestro successore di Hokuto

La mia missione

Riscrivere le regole della pedagogia a suon di calci in bocca. Insegnare che ogni bambino è come un piccolo blocco di creta da modellare con colpi precisi, diretti preferibilmente nei punti più sensibili. Permettere al mondo di riscoprire la tortura come strumento educativo.


 Passiamo ora al vero motivo della mia presenza qui…

Anche se può sembrare poco sensibile da parte mia, è chiaro che il pubblico appassionato di Hokuto No Ken ormai c’ha un’età. Quale età? Quella in cui in genere ci si crea una famiglia. Con dei figli. Sì, dei giovani guerrieri da crescere ed educare cercando di trasmettergli quei valori che via via si stanno perdendo. Valori come l’amicizia, la libertà di pensiero, le partite di pallone su campi chilometrici, lo sbucciarsi le ginocchia sul cemento armato, eccetera, eccetera…

E chi meglio di me potrebbe aiutarvi in questo percorso? Quel perfettino di Ogai? Beh, sì, se il vostro desiderio è quello di finire ammazzati dai vostri stessi pargoli sì, potete affidarvi ai suoi metodi. Se invece volete vincere la lotta e sopravvivere, non avete altro da fare che ascoltare me!

Per darvi una dimostrazione pratica, ho selezionato alcune richieste d’aiuto molto significative a cui darò risposta applicando 1800 anni di sapienza Hokuto. Buona lettura.


madre disperataTocca tutto

Non ce la faccio più!! Mio figlio è iperattivo, non riesce a stare fermo 2 secondi e soprattutto DEVE METTERE LE MANI SU OGNI COSA CHE VEDE!! Che si tratti del mio smartphone, dei fornelli, della candeggina, dei soprammobili… ormai più nulla è al sicuro dentro casa. Quando poi lo porto con me a fare spesa non ne parliamo!! Come posso risolvere? (Madre Disperata)


answerCara Madre Disperata, i maschietti sono di sovente molto più propensi a questo tipo di conportamento rispetto alle femminucce, quindi non disperi, non è un problema che riguarda soltanto lei, ma tantissimi altri genitori. Non è infatti la prima volta che mi viene chiesto come risolvere il problema. Ebbene, forse lei ricorda ancora quando i suoi genitori, spazientiti, le dicevano “Guarda che ti spezzo le manine”. Ecco, il metodo Hokuto prevede di spezzarle veramente.

Abbiamo una buona selezione di tecniche adatte allo scopo, ma oggi mi limiterò ad illustrare quella più nota ed utilizzata, chiamata “Goshi Retsu Dan”:

goshi

Come può vedere l’effetto è garantito ed immediato. Con la Goshi Retsu Dan la sua casa sarà al sicuro e potrà anche andare a far la spesa con più serenità.


signora morelQuando una ragazzata può finire in tragedia

Mio figlio Lucien, a causa di un litigio, ha provocato la caduta di un bambino più piccolo da un precipizio. Fortunatamente il bambino non è morto, pare però che dovrà camminare con le stampelle per il resto della vita. Ora mio figlio è distrutto dal dolore e la nostra piccola comunità lo guarda con disprezzo. Come posso aiutarlo ad uscire da questo tunnel? Riuscirà mai a riprendersi? (Signora Morel)


answerSignora mia, lei non si rende conto del bene che Lucien ha fatto a quel bambino. Il dirupo, la scarpata, il crepaccio e qualsiasi altra forma di brusco dislivello del terreno sono da sempre il punto cardine del mio metodo educativo. “Se scruterai a lungo in un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te”, diceva Nietzsche. E allora io dico “Se ti spingo nell’abisso facciamo prima”, così che quel baratro fisico diventa un baratro anche metaforico da cui il giovane virgulto potrà risalire fortificato nello spirito.

baratro

Quindi, signora mia, stia serena lei ma soprattutto tranquillizzi suo figlio. Anzi, con queste premesse potrebbe farlo iscrivere ai miei corsi, mi sembra piuttosto promettente.


dana barretEventi paranormali

Il mio problema non è facile da spiegare. Oscar, il mio bambino, da un po’ di tempo è al centro di strani eventi. L’altro giorno la sua carrozzina si è messa a correre da sola in mezzo al traffico, mentre ieri la vasca da bagno ha cercato di afferrarlo. Alcuni anni fa sono stata posseduta da un’entità chiamata “Guardia di Porta”, potrebbe esserci una connessione?
(Dana Barret)


answerSignora, con questo curriculum poteva scrivere alla redazione di Mistero, magari si faceva due soldi. Comunque, tornando al problema che mi sottopone credo che, a meno di un uso spropositato di allucinogeni, lei si trovi di fronte ad un vero caso di possessione.
Ma è fortunata, la scuola di Hokuto è preparata ad ogni evenienza!
In casi come questi è infatti previsto l’utilizzo dell’Hokuto Senki Raidan:

Come vede, la capacità esorcizzante di questa tecnica di “scozzettamento acrobatico” è di tutto rispetto. Magari il pargolo sentirà un po’ di dolore al momento e gli resterà una sensazione di bruciore dietro la nuca per diversi giorni, ma le garantisco che ogni suo problema ultraterreno sarà risolto per sempre.


re randorAnimali da compagnia

Vorrei tanto regalare a mio figlio un animale da compagnia, ma sono fortemente indeciso su quale sia meglio. La verità è che nutro alcuni dubbi sul suo orientamento sessuale da quando ha iniziato a vestirsi di rosa, violetto e lilla. Forse sono stato un padre assente, non lo so, ma ora voglio recuperare. Insomma, cosa mi consiglia? Non vorrei aggravare la situazione con qualcosa di poco virile… (Re Randor di Eternia)


answerHo io la soluzione al suo problema!
Una tigre!
GLI REGALI UN FOTTUTA TIGRE!!
⇓⇓⇓

animali da compagnia


anonimoLei è un ciarlatano

Lei è una persona vomitevole come sono vomitevoli tutti quelli che le danno ascolto. Dove sono le sue qualifiche? Chi le ha dato il diritto di sentenziare sulle scelte educative degli altri? Perché non racconta la verità? Perché non dice che i suoi metodi non sono per niente infallibili come vuole dare ad intendere e che chi non si sottomette viene cacciato via? La gente deve sapere!! (Anonimo)


answerGuarda che ti ho riconosciuto Kim.
Suca!


signora buttmanGrazie, “divina provvidenza”

Sono disperata! Ho due figli naturali che litigano di continuo per colpa di una sgualdrinella / figlia di un ergastolano che – accidenti a quel giorno maledetto – mio marito ha adottato in nome della “divina provvidenza” tanti anni fa. Lui stesso c’ha rimesso la pelle per salvarla, lasciandomi vedova, e ora mi tocca vedere il resto della famiglia che va letteralmente in pezzi. Cosa posso fare? (Mary Buttman)


answerCara signora, il quadro che lei propone è per me pane quotidiano. Conosco quindi alla perfezione tutte le problematiche legate alle adozioni e alle lotte all’ultimo sangue per via di qualche bella figliola. Finché sono piccoli è tutto ok, ma quando l’ormone inizia a dettar legge… altro che “divina provvidenza”! Lei comunque non deve scoraggiarsi, deve solo lasciare che la questione venga lavata nel sangue. I miei figli adottivi litigavano sempre e, quando non lo facevano, li incoraggiavo io.

bersagli

Come può vedere chiaramente dalla foto, gli disegnavo pure i bersagli sul corpo in modo che fosse più facile raggiungere i reciproci punti vitali. Perché vede, Confucio era solito dire “colpirne uno per educarne cento”, ma io sono di tutt’altro avviso, ovvero “colpirne uno… per fargli male!”


Bene, direi che come prima dimostrazione è sufficiente. Avete visto alcuni dei fondamenti del mio metodo pedagogico. Se volete, potete porre le vostre domande direttamente nei commenti, saranno selezionate per avere una risposta in futuro. Nel frattempo, ricordate sempre che è la tristezza che dona la vera forza e per raggiungere la vera tristezza ci vogliono le mazzate!

6 risposte a “S.O.S. Ryuken – L’Hokuto per le famiglie

  1. Pingback: S.O.S. Ryuken – L’Hokuto per le famiglie (seconda puntata) | HOKUTO NO KEN

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...