Dossier – La carriera di Junichi Hayama (prima parte)


Questo è il primo di una serie di articoli che ripercorreranno le diverse tappe della carriera del maestro Junichi Hayama, un artista che da più di trent’anni presta il suo grande talento al mondo degli anime (e non solo) e che ogni appassionato di Hokuto No Ken non può non amare. Nato il 19 dicembre 1965, a 18 anni, finito il liceo, Hayama entrò nello studio d’animazione Onion Production, che lavorava principalmente per la Toei Doga (oggi Toei Animation) e da allora ha collaborato ad una vera e propria marea di produzioni, molte delle quali sono state dei veri capisaldi dei palinsesti anche delle TV nostrane, come avrete modo di leggere tra poco. Buon proseguimento!

Hayama is already dead...

Il maestro in un “autoritratto”. Quando avrete finito di leggere tutte le cose che ha fatto, capirete perché si disegna così…


PRIMA DI INIZIARE – GLOSSARIO

Alcuni termini saranno di facile comprensione, mentre altri più specifici hanno bisogno di una piccola spiegazione prima di iniziare a leggere questo approfondimento.

  • Character design (キャラクターデザイナー): detto anche Chara design, è quella parte del lavoro che consiste nello studio grafico e nella caratterizzazione, in parte anche psicologica, dei personaggi della storia creati dall’autore. Attraverso una serie di prove grafiche dette settei, è chiamato a dare ai personaggi il massimo dell’espressività con il minimo dei tratti: deve occuparsi, quindi, di fissarne la fisionomia, le proporzioni tra le varie parti del corpo, le principali espressioni, l’atteggiamento e la postura, la pettinatura, l’abbigliamento, fornendo così una sorta di guida di riferimento il più semplice possibile da riprodurre per gli animatori che dovranno farli “muovere”.
  • Sakkan (作監): contrazione di sakuga kantoku (作画 監督 – direttore dei disegni), è la figura che supervisiona, controlla e corregge i disegni degli animatori. Egli ha soprattutto cura della resa dei movimenti nel complesso dell’azione. Le correzioni, il più delle volte, sono necessarie per riportare il tratto dei personaggi a quello fissato nei settei dal character designer, al fine di garantire l’uniformità di stile dei disegni. Spesso il sakkan può coincidere proprio con quest’ultima figura, e realizza anche molti dei disegni chiave (keyframe). Nell’ambito di una serie, soprattutto se particolarmente lunga, frequentemente si avvicendano anche più sakkan.
  • Genga (原画): L’animazione chiave, si occupa appunto di creare i disegni chiave (keyframe) della scena, disegni che vengono poi inviati al sakkan per le correzioni.
  • Dōga (動画): L’intercalazione è quella fase in cui vengono creati dei frame d’animazione che collegano due keyframe.
  • E-konte (絵コンテ): E’ un termine il cui significato è “continuità grafica”, ed è un documento di lavoro sostanzialmente fisso che restituisce in modo molto più preciso ciò che sarà l’animazione definitiva, scena dopo scena. Contiene dettagli ed informazioni quali il numero di frame per scena, gli effetti visivi e gli sfondi necessari, le inquadrature, i movimenti di camera, la dinamica e la composizione delle scene, tutti dati che servono ai disegnatori ed agli animatori per portare a termine il proprio lavoro in minor tempo.

 

Kinnikuman (1983 – 86) Serie TV

(Dōga della seconda sigla di testa, Genga di alcuni episodi)

Prima serie TV che vede protagonista il celebre “Uomo Muscolo” creato da Takashi Shimada e Yoshinori Nakai sulle pagine del Weekly Shonen Jump. Kinnikuman è un Chojin, un supereroe, che partecipa ad un torneo di lotta libera per stabilire chi sia il più grande supereroe della galassia. Anche se la serie non è mai giunta in Italia, i suoi personaggi sono noti nel nostro paese sin dal 1987 grazie alla linea di pupazzetti Exogini

Gu Gu Ganmo (1984 – 85) Serie TV

(Dōga)

Anime di 50 episodi basato sull’omonimo manga di Fujihiko Hosono, racconta le disavventure di Ganmo, alieno le cui sembianze ricordano quelle di un pollo con le scarpe da tennis! Ricalcando le orme del più famoso Doraemon, in ogni episodio Ganmo cerca di aiutare il piccolo Hanpeita, che lo ospita in casa, provocando però solo disastri…

Tongari Boshi No Memol (1984 – 85) Serie TV

(Dōga)

Anime famosissimo in Italia, dove è meglio conosciuto come Memole Dolce Memole, ha per protagonisti un popolo di minuscoli alieni che, giunti sulla Terra dopo un atterraggio d’emergenza, si stabiliscono in un bosco nell’attesa di poter riparare la propria nave spaziale. La piccola e curiosa Memol incontra quindi la giovane Muriel, una ragazza umana cagionevole di salute ed anche molto sola. Dopo un certo smarrimento iniziale, tra le due nascerà una tenera amicizia che le aiuterà entrambe a crescere.

Muppet BabiesStagioni 1, 2 e 3 (1984 – 1986) Serie TV

muppet babies(Dōga)

Divertente serie animata statunitense prodotta in collaborazione con la Toei e giunta anche in Italia, vede i mitici Muppets nei loro primi anni di vita riuniti in un nido per l’infanzia e alle prese con la loro stessa immaginazione, capace di catapultarli in situazioni avventurose spesso ispirate a famosi film e serie televisive. Riscosse un grandissimo successo in patria e fu capostipite di tante operazioni simili negli anni seguenti.

Seikimatsu Kyuseishu Densetsu – Hokuto No Ken (1984 – 88) Serie TV

(Dōga ep.32-42-49-98 e Genga ep.71,102,107) Parte 1
(Sakkan ep.6-14-19-24-30-36-42) Parte 2

A partire dal 32° episodio, Hayama inizia a lavorare alla serie TV dedicata al Successore della Divina Scuola di Hokuto, dapprima realizzando intercalazioni e disegni chiave di alcuni episodi della prima parte e, in seguito, grazie agli inestimabili insegnamenti del maestro Suda, divenendo direttore dell’animazione di ben 7 episodi della seconda parte. Inutile dire che è proprio questo l’inizio della leggenda di Junichi Hayama nel mondo dell’animazione! Vai alla scheda completa

The Transformers (1984 – 86) Serie TV

(Dōga)

Mentre era impegnato su Hokuto No Ken, il giovane Hayama si faceva le ossa anche su alcune serie commissionate alla Toei dall’estero, in particolare le prime due serie dei Transformers, che raccontano le epiche battaglie tra gli eroici Autobots e i malvagi Decepticons. Entrambe le serie sono state trasmesse prima negli Stati Uniti e solo a partire dal 1985 anche sulle reti televisive Giapponesi, con il titolo Tatakae! Chorobots Seimeitai Transformers. Nell’ottobre dello stesso anno, i Transformers giunsero anche in Italia.

Odin – Koshi Hansen Starlight (1985) Film d’animazione

odin(Dōga)

Nell’anno 2099 la Starlight, la piu’ grande nave spaziale da crociera che l’uomo abbia mai costruito, si prepara per il suo primo viaggio, un viaggio che i suoi passeggeri non dimenticheranno mai…
In Italia questo film è stato pubblicato in maniera illegale con il titolo Odin Starlight – La Nave della Salvezza, con doppiaggio e sincronizzazione osceni.

ROBOTIX (1985) Serie TV

(Genga)

Serie poco famosa di 15 episodi basata sempre su giocattoli prodotti dalla Hasbro, narra del conflitto tra i pacifici Protectons ed i guerrafondai Terrakors, due razze di robot giganti del pianeta alieno Skalorr. Nella loro battaglia si trovano coinvolti, loro malgrado, un gruppo di umani sopravvissuti ad un atterraggio di emergenza della loro nave spaziale.

G.I. Joe: A Real American Hero (1985 – 86) Serie TV

(Dōga)

Altra famosa serie commissionata dall’estero, narra le avventure del corpo speciale degli Stati Uniti d’America G.I. Joe alle prese con i terroristi internazionali conosciuti con il nome di Cobra, intenzionati a conquistare il mondo. Anche in questo caso, la serie venne trasmessa dapprima negli Stati Uniti e solo nel 1986 anche in Giappone.

Hai Step Jun (1985 – 86) Serie TV

hai step jun(Genga)

La serie, giunta anche da noi con il titolo Juni peperina inventatutto, vede protagonista la piccola Jun, dotata di una mente talmente formidabile da inventare di continuo nuovi marchingegni tecnologici, come i suoi stessi robot da compagnia, Kichinosuke e Yukinojo. Perdutamente innamorata di Zero, un compagno di classe molto più grande di lei, tenta in ogni modo di conquistarlo…

Maple Town Monogatari (1986-87) Serie TV

maple town(Genga)

Anime televisivo composto di 52 episodi, giunto anche da noi con il titolo Maple Town un nido di simpatia, narra le divertenti avventure degli animali antropomorfi che vivono nella ridente cittadina che da il nome alla serie. Tutto inizia quando la coniglietta Patty, da poco trasferitasi in città con la propria famiglia, incontra per caso l’orsetto Bobby, che l’aiuta a recuperare la preziosa borsa da postino del padre, rubata da un bandito.

Seikimatsu Kyuseishu Densetsu – Hokuto No Ken – The Movie (1986) Film d’animazione

(Dōga)

Il giovane Hayama ebbe modo di far parte anche del team di intercalatori che realizzarono il magnifico primo film d’animazione dedicato ad Hokuto No Ken, produzione che più di tutte porta la “firma” estetica del suo maestro Masami Suda. Vedi scheda completa

Transformers: Scramble City Hatsudôhen (1986) OAV

(Genga)

OAV realizzato esclusivamente per il mercato Giapponese, è in realtà frutto della necessità di colmare un vuoto narrativo tra le prime due serie (che, come già detto, vennero unite e trasmesse assieme) e la terza, che bisognava mandare in onda nonostante dall’America non fosse ancora stato reso disponibile il “vero” ponte che le collegava, ovvero Transformers – The Movie, che sarebbe arrivato nella terra del Sol Levante solo nel 1990. A questo punto venne creato questo episodio speciale che, in buona parte, riciclava e riassumeva degli eventi accaduti nelle prime due serie per poi presentare una serie di scontri ed introdurre nuovi personaggi.

Rambo – The Force of Freedom (1986) Serie TV

(Genga)

Serie creata sulla falsariga di G.I. Joe, vede John Rambo combattere affiancato dagli altri membri della Force of Freedom, una squadra di specialisti messa insieme dal Colonnello Trautman. I loro nemici sono i terroristi del gruppo noto come S.A.V.A.G.E., capeggiati dal Generale WarHawk.

Lady! Lady! – Hello! Lady Lynn (1987-89) Serie TV

lady lynn(Genga della sigla di testa e di alcuni episodi)

Nota da noi come Milly un giorno dopo l’altro, è una serie in due parti, rispettivamente di 21 (Lady! Lady!) e 36 episodi (Hello! Lady Lynn), tratta da un manga di Yoko Hanabusa. La storia vede protagonista la piccola Lynn, di famiglia nobile, crescere nell’ambiente aristocratico con la speranza di realizzare il desiderio della defunta madre, ovvero diventare una vera Lady.

shonan bakusozokuShonan Bakusozoku (1987-90) Serie di OAV

(Genga episodi 3, 5, 6 e 7)

Serie di ben 18 OAV, tratti dall’omonimo manga di Satoshi Yoshida, in cui si alternano spaccati di vita adolescenziale nel Giappone degli anni ’80 a furibonde scazzottate tra bande rivali.
Principale protagonista della storia è Yosuke Eguchi, leader dei temuti motociclisti noti come Shonan Bakusozoku, che si divide tra questo ruolo e quello di presidente del club di artigianato della scuola. Il resto della gang non è da meno, ognuno con le proprie passioni, i propri amori segreti e sogni da realizzare.

XANADU – Dragonslayer Densetsu (1987) OAV

(Genga)

Produzione leggera e poco originale che mescola fantascienza e fantasy in una sequela di battaglie e situazioni comiche tipiche degli anime Toei degli anni ’80. In realtà, si tratta più che altro di un OAV nato per sfruttare il successo dell’omonimo videogame della Falcom che in quell’anno venne pubblicato per MSX e che già aveva spopolato nelle precedenti versioni (oltre 400.000 copie nel 1985 nel solo Giappone!).

Slimer! and The Real Ghostbusters (1988) Serie TV

(Genga)

Terza stagione della fortunata serie TV che vede protagonisti i mitici Acchiappafantasmi. Composta di soli 8 episodi (in realtà lo show aveva raddoppiato la durata e, dopo l’episodio principale, seguiva sempre un episodio incentrato solo su Slimer), vede il maestro Hayama realizzarne le animazioni chiave.

Sakigake!! Otoko Juku (1988) Serie TV

(Sakkan ep.1-5-10-11-16-22-28-32-33)

Basato sull’omonimo manga di Akira Miyashita, tratta di una scuola completamente assurda, un istituto paramilitare che mira a forgiare i veri uomini giapponesi del domani, nel pieno rispetto delle tradizioni, insegnandogli a diventare forti nel corpo e nel cuore e sottoponendoli a massacranti esercizi ed allenamenti, oltre che allo studio delle materie scolastiche.
Gli insegnanti e il corpo docenti sono personaggi completamente deliranti: ex soldati della grande guerra che non vedono di buon occhio la modernità e ciò che arriva dall’Occidente.
Alla Otoko Juku, letteralmente “la scuola degli uomini”, gli studenti vengono puniti perché cantano “Thriller” di Michael Jackson sotto la doccia invece che l’inno nazionale giapponese, o perché portano gli slip invece dei fundoshi. Gli viene inoltre insegnato a portare sulla retta via la gente comune ormai schiava dell’Occidente, come gli effeminati ragazzi che portano gli slip o le ragazze di facili costumi che vanno dietro agli stranieri nei locali dei quartieri di divertimenti.
Tuttavia, gli studenti non si fanno piegare e spesso e volentieri sono loro a primeggiare sui loro strampalati insegnanti. Nello stesso anno, il maestro Hayama si è occupato anche di Sakigake Otoko Juku – The Movie, film d’animazione per il grande schermo. Nel 1990, invece, dalla serie è stato tratto un videogame per Gameboy, di cui Hayama ha curato le illustrazioni pubblicitarie e della confezione.

Himitsu No Akko-chan (1988 – 89) Serie TV

(Sakkan ep.2-8-14-21-28-35-41)

Giunto anche in Italia con il titolo Un Mondo di Magia (ひみつのアッコちゃん – Il Segreto di Akko), è il remake dell’omonimo anime del 1969, anch’esso giunto nel nostro paese con il titolo Lo Specchio Magico. La protagonista, la Akko del titolo, è una bambina che possiede uno specchietto dotato di poteri magici che le permettono di trasformarsi nell’aspetto.

Crying Freeman (1988 – 94) 6 OAV

(Genga degli episodi 3 e 4)

Serie di 6 OAV basati sul famoso manga di Kazuo Koike e Ryoichi Ikegami. Yō Hinomura, un vasaio giapponese, viene in possesso di una pellicola che mostra un assassinio compiuto da un membro dei “108 Dragoni”, una potente Mafia Cinese. Quando si rifiuta di restituire il filmato, lo rapiscono. Ipnotizzato, viene addestrato a compiere omicidi per loro conto, ed il suo corpo viene tatuato con dei draghi. Gli viene dato il nome in codice “Crying Freeman”, poiché piange dopo ogni uccisione, e desidera ardentemente riavere la libertà…

Akuma-Kun (1989-90) Serie TV

(Sakkan della sigla di testa)

Serie di 42 episodi ispirata ad un famoso manga di Shigeru Mizuki. In particolare, gli eventi proposti nella serie sono ripresi dalla terza “versione” (sempre dello stesso autore) del manga originale. Il protagonista, Akuma-Kun, ragazzo dai poteri ultraterreni, combatte assieme ai suoi sovrannaturali amici per scongiurare l’Apocalisse…

(Continua…)

2 risposte a “Dossier – La carriera di Junichi Hayama (prima parte)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...