Le 10 tecniche di combattimento più ridicole di Ken il guerriero


Quando la mitica serie televisiva di Hokuto No Ken è stata lanciata, nell’ottobre del 1984, il manga originale aveva da poco raggiunto il terzo volume. Con la loro cadenza settimanale, gli episodi dell’anime avrebbero ben presto raggiunto e superato quella parte di storia se si fossero attenuti semplicemente alla trama, era quindi necessario allungare il brodo con episodi riempitivi, i cosiddetti “filler”, che ai tempi rappresentavano una pratica molto comune nel settore, non solo per evitare spiacevoli inconvenienti di continuity, ma anche per prolungare la vita commerciale della produzione, che ovviamente più continuava a macinare ascolti e più fruttava guadagni agli sponsor.

Ad ogni modo questo ha dato origine, soprattutto nella primissima fase dell’anime (il cosiddetto capitolo “Southern Cross”), a tutta una serie di strampalati nemici con ancor più assurde tecniche di combattimento, cose che ci sono rimaste irrimediabilmente marchiate a fuoco nel cervello e che ancora oggi ci fanno sbellicare a ricordarle. Andiamo quindi a vedere quelle che, a mio parere, sono in assoluto le più ridicole!

10° posto – Gavettoni di acido solforico (Zorige)

zorige

Eccolo lì, direttamente dall’episodio 51, un membro extra della banda che tiene sotto controllo Medicine City. Con la sua espressione da “c’hai due spicci?”, il grande (?) Zorige, probabilmente sopravvissuto a qualche trauma infantile, aveva una sola missione nella vita: diventare maestro indiscusso del gavettone d’acido! Poi Rei lo ha trasformato in un cesto di salumi, ma questa è un’altra storia…

9° posto – Botti marziali (Jackal)

Nanto_Bakusatsu_Ken

Ora, non fraintendetemi, non è ridicolo tanto il fatto che lo Sciacallo si serva di candelotti di dinamite per sbarazzarsi dei propri avversari, d’altronde non è che avesse molte opzioni. Piuttosto, non si capisce perché questo, nell’anime, venga identificato come il suo stile di combattimento, con il nome di Nanto Bakusatsu Ken (南斗爆殺拳 – Tecnica dell’Assassinio Esplosivo di Nanto). Notare la posizione di guardia prima del lancio…

8° posto – Yoga Flame (Garon)

Ryūto_Kaen_Jutsu

Tecnica volutamente ridicola presente nel manga, forse proprio per un’intenzione di Buronson di “prendere in giro” tutte le assurde invenzioni dell’anime (più avanti parleremo meglio di come la pensava in merito…), vede un anonimo bestione (solo recentemente ribattezzato Garon), ingollarsi una gigantesca tanica di benzina, riempircisi la panza, e infine sprigionare violente fiammate grazie alle scintille prodotte dalle sue spade. Alla Toei forse non recepirono il messaggio e decisero, anzi, che il nome dato da Buronson al colpo, Kato Jutsu (arte combattiva del fuoco), era troppo sobrio. Meglio dargli enfasi con un più altisonante Ryūto Kaen Jutsu (竜吐火焔術 – Arte Combattiva Fiammeggiante del Soffio del Drago)…

7° posto – Capocciata di Nanto (Rihaku)

Gosha_Hasui_Ken

Tecnica rifilata a Rihaku nell’anime, con il nome Gosha Hasai Ken (五車波砕拳 – Tecnica dell’Onda Devastante dei Cinque Astri), sostanzialmente dovrebbe replicare gli effetti delle onde del mare, abbattendosi con violenza sul nemico, ma l’effetto scenico è da miscuglio di droghe pesanti: il guerriero prima effettua una serie di movimenti talmente inutili da far rimpiangere il “caricamento” della mossa di Crystal il Cigno, poi riesce a creare l’illusione di diventare gigante, scagliandosi contro l’avversario. Infine, lo liscia alla grande e si schianta contro una colonna…

rihaku capocciata

6° posto – Facciamo le corna (Dante)

Nanto_Hyakuzan_Ken

Dante, incrocio veramente poco riuscito tra un biker, un metallaro ed un membro dei Village People, ama dichiarare di aver studiato assieme a Shin, ma forse si riferisce alle scuole elementari più che all’arte marziale, perché il suo Nanto Hyakuzan Ken (南斗百斬拳Tecnica dei Cento Tagli di Nanto) è uno stile di lotta che trascende il concetto di sfiga: dopo aver fatto gli scongiuri, il nostro sommo guerriero si lancia in un’insensata serie di calci e pugni nel tentativo di beccare qualcosa (magari l’avversario).

5° posto – Mimetizzazione (Gamereo)

gamereo

Qui si comincia ad entrare nella top 5, e come poteva mancare Gamereo (per gli amici “Sgamereo”), l’ingegnoso Shura esperto di tecniche di mimetizzazione? Come si evince dalla foto ricordo, Kenshiro non avrebbe MAI potuto vederlo. Un grande!

4° posto – Nuoto sincronizzato (Soldati di Souther)

swany village

Chiaramente, in un mondo ridotto ad un’immensa distesa desertica, chiunque penserebbe di addestrare i propri soldati affinché siano capaci di combattere tranquillamente sott’acqua, campioni di apnea dal coltellaccio facile. Questo è ciò che accade nell’episodio 61, quando le truppe di Souther invadono Swany Village e si confrontano con Kenshiro in uno degli ultimi specchi d’acqua rimasti sul pianeta. Purtroppo, il fatto di essere ben preparati a tale eventualità, non li salva dai cazzottoni di Ken, che sott’acqua fanno male uguale…

3° posto – Cannoni Nanto (Toda)

Nanto_Ressha_Hō

In terza posizione, rullo di tamburi, abbiamo Toda, colui che rubava l’abbigliamento dall’armadio di Zio Paperone! Cosa dire del suo Nanto Ressha Hō (南斗列車砲 – Cannone su Rotaie di Nanto), il grandioso stile di combattimento che prevede di attaccare i nemici sparandogli adosso l’impossibile? Nota di merito per la praticità dello spostamento su rotaie… 

2° posto – For whom the bell tolls (Zaria)

Nanto_Anshō_Ken

Seconda posizione per l’impareggiabile Zaria, che avrebbe meritato di stare in cima, grazie alla sua Nanto Anshō Ken (南斗暗鐘拳 – Tecnica della Campana Oscura di Nanto), capace di ammazzare la gente a distanza o di controllarla a piacimento (cioé, Kaioh non sei nessuno….), ma che è stata battuta per un soffio da un particolare non di poco conto…

1° posto – Uomo cannone (Garekki)

Nanto_Ningen_Hōdan

Devo dire che la lotta per il podio è stata combattuta, ma alla fine Garekki, l’uomo che aveva a cuore i valori della buona tavola, e la sua mitica Nanto Ningen Hōdan (南斗人間砲弾 – Uomo Cannone di Nanto), si sono conquistati con forza la vittoria, non fosse altro perché, al di là della qualità intrinseca di questo parto veramente poco salubre della fantasia degli sceneggiatori dell’anime, è stata la tecnica che ha fatto talmente gelare il sangue nelle vene a Buronson da spingerlo a prendere Nobuhiko Horie e recarsi in tag team alla Toei per raddrizzare un paio di paletti. Non è dato sapere cosa si dissero, ma è un fatto che, dopo un altro paio di episodi, questo modo di intendere i riempitivi si ridimensionò drasticamente, o perlomeno la smisero di classificare come “Nanto” qualsiasi cosa gli venisse in mente.

 E voi che ne pensate? Siete d’accordo con la classifica o avreste qualcosa da aggiungere? Scrivetelo nei commenti.

Advertisements

16 risposte a “Le 10 tecniche di combattimento più ridicole di Ken il guerriero

  1. Non hai messo solo tecniche, cos è “nuoto sincronizzato”??? L attacco della pietra rotolante di bugal?? Garenky è uno dei pochi riempitivi che secondo me si salva…….

    Mi piace

  2. Kenshiro non è stato il mio cartone animato preferito…ma appena ho letto il tuo articolo mi sono fatto delle grandi risate perché ho ricordato tutti questi particolari assurdi delle “pseudotecniche” di combattimento. Subito ri-postato su FB.
    Se ti va un giorno passa a trovarmi su http://www.myautographworld.com
    Ottimo blog il tuo, davvero!!!!

    Mi piace

  3. questo articolo è esilarante xD. No davvero non riesco a smettere di ridere per la battuta sulla mossa del cigno di crystal aahahaha complimenti davvero ben scritto

    Mi piace

  4. A parziale scusante del “cattivone” Dante, il “facciamo le corna” non e’ altro che un omaggio al wrester Stan Hansen, graficamente persino riprodotto come tanti altri infilati alla meno peggio nella serie… Grazie a Tony Fusaro abbiamo potuto godere del catch giapponese in tv, e lui entrava sul ring ( come saluto texano/bovaro ) proprio facendovle corna… ..pauuuuraaaa 😄

    Liked by 1 persona

  5. Scusate ma la tecnica dell’uccisione mediante overdose di LSD altrimenti detta il raggio simpatico (usata da Toki quando viene liberato dalla prigione di Cassandra) dove lo mettiamo? 😀

    Mi piace

  6. Pingback: MAD MAX – La trilogia originale (seconda parte) | HOKUTO NO KEN

  7. Pingback: Ken il guerriero e gli errori del doppiaggio storico (nona puntata) | HOKUTO NO KEN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...