Ken il guerriero – 5 personaggi che meriterebbero uno spin-off


Anche se Hokuto No Ken è una saga conclusa ormai fin dal 1988, i film, gli oav e i vari spin-off degli anni più recenti ci hanno mostrato che è tutto tranne che morta. Perché se il merito di questa serie è stato quello di dar vita a comprimari talmente mitici da contendersi spesso il podio con Kenshiro, il reale protagonista, è anche vero  che di tali personaggi spesso è stato detto talmente poco da incuriosire ancor di più il pubblico. Di conseguenza, di cose da raccontare in realtà ce ne sarebbero ancora tante e, sebbene alcuni tra i più popolari – come Raoh, Toki, Jagi, Rei, Julia e Juza – abbiano già avuto una serie tutta loro, a mio avviso mancano ancora all’appello dei personaggi davvero interessanti. Ecco quali sono e perché:

KAIOH

Quanto ne sappiamo davvero di quello che è stato uno dei più potenti (se non il più potente) degli avversari di Kenshiro? Un’ipotetica serie a lui dedicata potrebbe far luce su molte cose che vengono taciute non solo riguardo alla sua vita, ma anche di riflesso su Han, Hyoh, Jukei e chissà quant’altro. Ad esempio, com’è avvenuta la scalata al potere nella spietata società della Terra degli Shura? Quando e come ha attraversato per la prima volta le porte del Regno Demoniaco? C’è mai stata una donna nella sua vita che avrebbe potuto riportarlo sulla retta via? Insomma, di carne da mettere al fuoco ce ne sarebbe davvero tanta.

RYUKEN

Già protagonista di uno speciale tributo realizzato da Shinichi Hiromoto nel 2006, colui che è stato il maestro dei più grandi guerrieri di Hokuto di sempre sarebbe anche il perfetto trait d’union tra le vicende narrate in “Le origini del mito” (Souten No Ken) e quelle della serie originale. Avremmo finalmente la risposta a tante domande rimaste in sospeso in entrambe le opere, come ad esempio l’effettiva identità di Koryu; la sorte di Kenshiro Kasumi e degli altri personaggi dopo la conclusione del manga che li ha visti protagonisti; come si concilia la partenza di Raoh, Toki e Kenshiro dalla Terra degli Shura con il famoso flashback in cui Ryuken va a prendere i due ragazzi presso il luogo in cui sarebbero sepolti i loro genitori… eccetera, eccetera…

RYUGA

A seguire, uno dei personaggi più misteriosi in assoluto dell’intera serie. Di lui sappiamo solo che era fratello di Julia e che padroneggiava la tecnica del Lupo del Cielo del Taishan. Null’altro viene raccontato sulla sua vita e sui motivi che lo hanno spinto ad intraprendere la ricerca di un condottiero capace di riportare l’ordine nel caos del mondo postatomico. Di conseguenza le domande che sorgono possono essere le più disparate, tipo: come mai, appartenendo Julia a Nanto, Ryuga è invece entrato tra le fila dei praticanti del Taishan? Sapeva che la sorella era viva e guidava ciò che restava del Nanto? In caso affermativo, poteva la sua ricerca di un degno condottiero essere legata  a doppio filo al ruolo di Julia e dei Goshasei? Eeehhh, tanta roba…

FALCO

Qui il discorso è simile a quello fatto per Ryuken. Il successore della Scuola Imperiale di Gento sarebbe infatti il perfetto protagonista di uno spin off  che vada a coprire quel lasso di tempo che intercorre tra la morte di Raoh e il ritorno di Kenshiro. Anche qui salterebbero fuori tanti dettagli sui quali si è preferito sorvolare nella serie originale, non solo su Falco, ma anche su altri personaggi come Soria, Shoki, Jako, Ain, i fratelli Harn, Bart, Lin e diversi altri. Sarebbe anche l’occasione perfetta per approfondire la mitologia riguardante l’arte di Gento.

YUDA

Sì, lo so, ha già avuto un suo episodio dedicato grazie al team creativo di Hokuto No Ken Gusto Fragola, ma sono convinto che questo ambiguo personaggio meriti molta più attenzione visto il ruolo cruciale che, stando a quanto lo stesso Rei racconta nell’opera originale, avrebbe avuto nell’insanabile spaccatura tra i 6 Sacri Pugni di Nanto. Sappiamo infatti che egli si alleò con Raoh e portò con sé ben 23 altri guerrieri a lui sottoposti, fatto che viene semplicemente accennato ma mai approfondito. Che fine fecero quei maestri? Vennero traditi a loro volta e rinchiusi a Cassandra o eliminati per permettere a Raoh di appropriarsi delle loro tecniche? Yuda ebbe forse un ruolo determinante anche nel rapimento di Aili da parte di Jagi? Quanti e quali intrighi ha effettivamente ordito nel suo tentativo di conquistare il potere? Da notare che un manga del genere potrebbe far luce anche su tanti altri aspetti legati a Shin, Souther, Shu ed il resto della Sacra Scuola di Nanto.

E voi che ne pensate? Siete d’accordo o ci sono altri personaggi che credete meritino più attenzione? Scrivetelo nei commenti.  😉

Shortlink: http://wp.me/p1KoP8-7YJ

Advertisements

4 risposte a “Ken il guerriero – 5 personaggi che meriterebbero uno spin-off

  1. L’unico spin off degno di nota a mio avviso è quello su Raoh. L’ unico che ha una struttura narrativa abbastanza solida e originale. Anche quello su Jagi ha un senso.
    Gli altri si limitano a riprendere le trame del manga, ampliandole un po’ e riprendendo le tecniche del manga pare pare, con comparsate inutili…. Molto noiosi. In più, invece di creare un collante, che vada a riempire le incongruenze del manga, dando una nuova sottotrama globale, questi spin off aggiungono problemi alla continuity

    Quindi se devono fare altri spin off imbarazzanti è meglio se non li fanno.

    Mi piace

    • Intanto grazie per l’intervento perché mi dai modo di aggiungere un sottinteso che magari avrei dovuto inserire direttamente nel post e sarebbe che, ovviamente, le mie considerazioni prescindono dalla qualità oggettiva degli spin-off pubblicati fino ad ora e dal loro essere sempre e comunque non canonici in quanto non realizzati direttamente da Hara e Buronson ma da altri autori. Il punto che volevo mettere in evidenza, più che altro, è che secondo me Hokuto No Ken ne avrebbe ancora tante di storie da raccontare e gli spunti non mancherebbero. Per quello che riguarda poi il giudizio sui singoli spin-off, diciamo che in buona sostanza sono d’accordo con te, anche se quello di Raoh lo boccio e preferisco Toki Gaiden e Jagi Gaiden.

      Mi piace

      • Magari i disegni di Raoh gaiden creano una certa distanza dal manga. Ma l’autore è bravo e soprattutto si è impegnato nel creare tecniche e combattimenti minimamente personali. A me vedere Toki spiattellato in una trama eccessivamente lunga, che riprende inutilmente parti del manga già viste, e Rei, che usa le tecniche che conosciamo, a sproposito, perchè l’autore non è stato in grado di inventarsi di meglio mi ha parecchio urtato i nervi. Il tutto si è rivelato una operazione commerciale con poco capo e niente coda. Ma come dicevo ho apprezzato l’ autore di Raoh gaiden che almeno ha riempito qualche buco (a modo suo) nella trama di Raoh. E l’autore di Jagi gaiden che, anche se la trama non è granchè ha rifondato le ragioni dell’odio di Jagi per Kenshiro. Non so se violo qualche regola del tuo sito, ma se ti va, vai ha vedere qualche piccolo omaggio che ho fatto a HNK sul mio profilo facebook :
        https://www.facebook.com/emiliano.zarcone
        Al limite cancellerai questo mio commento

        Mi piace

      • Ma infatti anche in sede di recensione scrissi che l’autore di Raoh Gaiden è di certo molto bravo, solo che secondo me non era quello che ci voleva per il personaggio. Sono convinto che la scelta sia stata fatta per avere poi meno problemi nel realizzare l’anime e per cercare di accattivarsi il pubblico abituato a Naruto et similia. Quello che in effetti non mi è piaciuto di Raoh Gaiden in particolare è che lascia comunque in sospeso delle domande a cui si poteva dare risposta approfittando dell’occasione, tipo svelare una volta per tutte chi era la madre di Ryu o raccontare altri fatti solo accennati nella serie originale (come l’idea di andare a far visita a Kaioh o il famigerato flashback in cui avrebbe rivelato a Kenshiro dell’esistenza di un fratello maggiore, ecc…). Insomma, a posteriori è stata un’occasione un po’ sprecata secondo me.

        Riguardo al resto del tuo messaggio, ho gettato un occhio al tuo profilo facebook e devo dire che trovo i tuoi tributi eccezionali 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...