Ken il guerriero su PS4 – Trailer esteso e nuove informazioni

Nella giornata di ieri, 26 settembre 2017, si è tenuto un live streaming di SEGA in cui, oltre a parlarne più approfonditamente, è stato mostrato un nuovo trailer esteso per il sempre più atteso  Hokuto Ga Gotoku, videogame per PS4 che, lo ricordiamo, fonderà le avventure di Kenshiro con le meccaniche della serie Yakuza.

Oltre a tutte le cose che potete vedere da soli nelle nuove immagini, ci preme riportare alcune informazioni raccolte nei giorni scorsi da svariate interviste che gli sviluppatori hanno rilasciato ad importanti siti nipponici. Per prima, la notizia più importante…

Saranno presenti TUTTI i personaggi della prima serie!

Sì, avete letto bene, a detta dei rappresentanti di Yakuza Studio, in Hokuto Ga Gotoku faranno la loro comparsa tutti i personaggi che, nella saga originale, compaiono fino alla morte di Raoh. Vi pare troppo? Beh, pensate comunque che, dato emerso sempre dalle suddette interviste, il gioco è in sviluppo fin dalla fine del 2016, quindi ciò che ci è stato mostrato fino ad ora altro non è che la punta dell’iceberg.

Il progetto è stato infatti avviato poco prima che fosse messo in vendita Yakuza 6,  il che è uno dei motivi per cui non si è pensato di usare il famigerato motore grafico Dragon Engine, che all’epoca non era ancora stato ultimato. L’altro motivo per cui non si è puntato al realismo che un simile motore poteva offrire è che l’intento degli sviluppatori era quello di ricreare lo stesso feeling del manga. Per questo motivo hanno creato un apposito engine, da loro ribattezzato “Tetsuo Hara Shader”, ricavandolo da Yakuza 0 e Yakuza Kiwami. Molto impegno è stato quindi profuso per fare in modo che la grafica del gioco fosse il più possibile accostabile alle illustrazioni del maestro Hara.

 

Tuttavia, gli sviluppatori si dichiarano anche affezionati dell’anime storico di Ken il guerriero, ed è per questo che, ad esempio, hanno scelto di far annerire le sagome dei nemici che esplodono (espediente grafico già citato da Koei nel primo Ken’s Rage con la modalità di censura del sangue). Per quello che invece concerne la perplessità di diversi fan riguardo alla trama che, come ormai sappiamo, sarà una rivisitazione di quella originale, sempre gli sviluppatori hanno parlato di come la storia di Kenshiro fosse difficile da trasporre efficacemente in un videogame e così, come anche con la serie Yakuza, si è cercato di trovare il giusto compromesso fra una storia consistente dal finale solido ed un mondo liberamente esplorabile.

Per ora è tutto, ma restate con noi che di cose da dire ce ne saranno tante. Ringrazio per la collaborazione Andrea “MusashiMiyamoto” Mazzitelli, Carmine Napolitano e Calogero Piazza.

shortlink: http://wp.me/p1KoP8-8hy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.