Souther Gaiden – Nanto of Meet – Itsutsu No Hoshi Ga Deaishi Toki (Special manga – 2014)

462

“サウザーGAI伝 南斗 of Meet 〜五つの星が出会いしし刻〜”
(La Storia Parallela di Souther – Nanto of Meet – L’incontro di cinque stelle)

Pubblicato a marzo 2014 sulle pagine del mensile Comic Zenon, questo breve special (per motivi a noi del tutto ignoti…) viene considerato parte della serie parodistica Hokuto No Ken Ichigo Aji (Hokuto No Ken Gusto Fragola) e vede riunito il team creativo (chiamiamolo così…) già all’opera su HEART of Meet: Takeshi Kawada e Yukito.

TRAMA E CONSIDERAZIONI

Trattasi di un vero e proprio flashback che avviene durante il combattimento finale tra Kenshiro e Souther sul mausoleo. L’argomento è la tristezza di questo potente guerriero e, nell’episodio, viene riesaminato ed approfondito quanto già conosciamo dalla serie originale per spiegarci come essa è nata. Difeso dalla madre fino a quando non è morta lei stessa dopo un attacco nemico, Souther pare infatti aver sempre nutrito un profondo senso di colpa per questo. Senso di colpa che non ha potuto far altro che crescere dopo aver ucciso il maestro Ogai, l’unica persona che l’abbia mai amato e che, in punto di morte gli ha confessato come la propria anima sarebbe vissuta nel suo pugno per sempre.

Divenuto giovanissimo maestro della propria arte, Souther si è trovato costretto ad affrontare Goorai, che non credeva nell’effettiva forza del ragazzo. Ucciso l’uomo di fronte agli occhi di Shu (che non ha potuto non riconoscere la bravura del giovane) e dei piccoli Rei, Yuda e Shin, da allora ha sempre portato dentro di sé il desiderio di sconfiggere la più potente arte marziale: non il Nanto però, ma l’Hokuto Shinken. Poiché il fine di Nanto è quello di essere superiore a chiunque. Dato, quindi, anche il profondo desiderio di rendere giustizia al pugno del proprio maestro, Souther decide di seppellire Hokuto tramite il suo mausoleo. Durante il duello con Kenshiro tutto questo gli torna alla mente e, poco prima dell’attacco disperato finale contro il suo avversario, viene avvolto dalla tristezza e si lancia in volo nelle braccia della morte.

Potevamo anche farne a meno. Questo breve episodio incentrato su Souther semplicemente non ha motivo di esistere, in quanto non dice molto di più rispetto a quanto sappiamo già dal manga originale. E quel poco che dice, tra l’altro, è pure errato: perché Souther, ultimando il proprio mausoleo, ha sempre pensato di seppellire, simbolicamente, l’ultimo briciolo di umanità rimastagli, ovvero l’amore per il proprio maestro Ogai. Tutta la tiritera sul seppellirci l’Hokuto è venuta durante il combattimento contro Kenshiro. Per quanto si ritenesse invulnerabile rispetto alla tecnica dei punti di pressione e per quanto volesse di certo distruggere l’Hokuto, lo scopo del suo mausoleo era ben altro.
Se, quindi, a questa maldestra narrazione aggiungiamo uno stile grafico incerto e un po’ tirato via, possiamo tranquillamente affermare che di Souther Gaiden proprio non ce n’era bisogno.

2 risposte a “Souther Gaiden – Nanto of Meet – Itsutsu No Hoshi Ga Deaishi Toki (Special manga – 2014)

  1. Pingback: Planet Manga e la collana “Ken la Leggenda” – Facciamo un po’ d’ordine | HOKUTO NO KEN

  2. Pingback: Recensione: ULTIMATE DESIRE – La Storia Dannata di Yuda | HOKUTO NO KEN