KEN IL GUERRIERO – Souther, eroe gusto cola!


souther gusto cola

Il Sacro Imperatore Souther regna anche nel mondo della cola!!

Dopo la birra di Ken, il 2017 del mondo di Hokuto si apre con una nuova collaborazione, denominata Hero Ha Cola-aji (Eroe gusto cola), tra la parodia Hokuto No Ken Ichigo-aji e Kirin Mets Cola, bibita gassata dell’azienda omonima. Acquistando infatti la bibita in questione, oltre a poter leggere il nuovo manga Hokuto No Ken Cola-aji, si potrà partecipare ad un Oogiri (un tipo di gioco giapponese) basato sulla serie e all’estrazione di diversi regali.

lineup_pc

Il manga in questione verrà serializzato a partire dal 6 gennaio per un totale di quattro uscite. Acquistando una Mets Cola da 480 ml, con l’utilizzo del serial number incluso, si potrà selezionare la storia di proprio interesse e leggerla.

read_pc

Raccogliendo poi i vari serial number si può partecipare all’estrazione dei premi, Il primo dei quali è il giubbotto indossato da Kenshiro (Il suo!! Il suo giubbotto di pelle!!). 50 pezzi in palio, 24 punti necessari. Il secondo premio è il plicometro/bilancia Tanita Innerscan Dual (quello che ci vuole a fine secolo). 100 pezzi in palio, 12 punti necessari. Un totale di 4 opzioni possibili.

present_pc

Infine, scrivendo semplicemente una battuta nello spazio apposito di questa pagina (cliccate) si può giocare all’Oogiri con Kendo Kobayashi e Akira Kawashima (due comici giapponesi) e le migliori sei verrano inseriti nel volume “Hokuto no Ken Cola-aji”. L’idea è quella di far dire ai vari personaggi frasi surreali, proprio come nell’opera originale*.

(NOTA) Hokuto no Ken è famoso perché i suoi personaggi usano un giapponese appunto surreale, che praticamente nessun giapponese usa mai nella vita reale (da qui le difficoltà nel tradurre l’opera). Questa particolarità è chiaramente molto più facile da percepire nell’opera in lingua originale che nei vari adattamenti.

L’account ufficiale del Seiteigun -Kouhoubu (Pubbliche relazioni dell’esercito del Sacro Imperatore) su Twitter ha già annunciato: “sudditi, correte subito tutti a comprare!”

Si ringrazia Carmine Napolitano per news e traduzione

shortlink: http://wp.me/p1KoP8-7YQ

Suntory The MALT’S x Hokuto No Ken – Fatti una birra con Kenshiro!


Dal primo novembre è in corso in Giappone la campagna pubblicitaria che vede coinvolti Ken il guerriero e una nota marca di birra. L’iniziativa si chiama Hokuto No En by The MALT’S e prevede l’acquisto di una confezione da 6 birre sulla quale è riportato un codice QR da scansionare con il proprio dispositivo mobile per poter scaricare l’app omonima con cui scattarsi una foto, “trasformarsi” in un personaggio del postapocalittico mondo di Ken e brindare alla salute!

Ringrazio Carmine Napolitano per la segnalazione e la traduzione

Shortlink: http://wp.me/p1KoP8-7Tq

Ken il guerriero: i 10 personaggi più forti secondo i fan giapponesi


Per sua stessa natura, Hokuto No Ken è un’opera che si presta facilmente alle speculazioni del fandom circa l’effettiva scala di potenza dei protagonisti e, se in Italia questo è un argomento capace di suscitare perfino accese discussioni tra gli appassionati, lo stesso vale a qualsiasi latitudine, in special modo laddove Kenshiro e soci sono nati: il Giappone. E’ facile, infatti, E allora qual è la Top 10 dei personaggi più forti secondo i fan del Sol Levante? Andiamo a vedere…

10^ Posizione – FUDO

fudo

Al gradino più basso della classifica troviamo Fudo della Montagna il guerriero che, pur senza conoscere alcuna antica tradizione di lotta, era dotato di una forza talmente spaventosa da riuscire a tener testa al possente Raoh e a farlo infine indietreggiare.

9^ Posizione – JUKEI

jukei

A salire troviamo il maestro Jukei, l’uomo che più di una volta ha cercato di afferrare le redini del fato con conseguenze spesso disastrose e che, in cerca di redenzione, ha affrontato Hyoh nel tentativo di sbloccarne i ricordi che egli stesso riteneva di aver sigillato.

8^ Posizione – RYUKEN

ryuken

Con un distacco veramente marginale dal precedente, troviamo il maestro Ryuken, custode di tecniche raffinate in grado di sottomettere pericolosi nemici come un Jukei in preda al “Regno Demoniaco” o l’ambizioso Raoh.

7^ Posizione – SOUTHER

Souther

Anche qui con un distacco veramente relativo, troviamo Souther, il guerriero più potente del Nanto Seiken, l’uomo che, autoproclamatosi Sacro Imperatore, ha lanciato la sua sfida all’Hokuto Shinken ed ha combattuto contro Kenshiro in una delle più epiche battaglie dell’intera serie.

6^ Posizione – FALCO

Falco

Nonostante la sua vita si sia conclusa troppo presto, Falco è riuscito a dar sfoggio di tecniche dalla potenza devastante lottando con coraggio in difesa dell’Imperatore del Cielo.

5^ Posizione – HYOH

hyoh

Con un grosso distacco dai precedenti, in Top 5 troviamo invece Hyoh, il vero fratello carnale di Kenshiro. Per anni tenuto a bada da Kaioh, che lo temeva per via della sua appartenenza alla Dinastia Principale di Hokuto, si è rivelato un guerriero formidabile, in grado di padroneggiare alla perfezione anche le tecniche più oscure dell’Hokuto Ryuken.

4^ Posizione – TOKI

Toki

Al gradino superiore, ma quasi a parimerito con il precedente, troviamo Toki, il più amato tra i fratelli di Hokuto. Maestro delle “Tecniche di Flessibilità” e capace di eliminare i nemici senza provocare in essi alcun dolore, è stato definito uno dei più grandi guerrieri di Hokuto di tutti i tempi e, benché indebolito dalla malattia, è stato capace di combattere ancora come un leone nel suo ultimo scontro con Raoh.

3^ Posizione – RAOH

Raoh

Poco sopra al fratello minore, troviamo Raoh, il leggendario Re del Pugno, l’uomo che voleva dominare il Cielo stesso. Inutile ribadire le ragioni che lo hanno portato tanto in alto nella classifica, vero?

2^ Posizione – KAIOH

kaioh

Non senza una certa sorpresa – considerato l’amore viscerale che i fan nipponici provano per Raoh ed il fatto che la seconda parte dell’opera sia sempre stata meno “fortunata” della prima – troviamo Kaioh ad un passo dalla vetta. Il motivo, stando a quanto si legge nei commenti dei votanti, risiederebbe nel fatto che egli è stato l’unico a riuscire a competere con il Musou Tensei, cosa che, appunto lo eleverebbe al di sopra anche del fratello Raoh.

1^ Posizione – KENSHIRO

Kenshiro

Con una vittoria schiacciante sugli altri personaggi della serie, Kenshiro ottiene il primo posto con un voto praticamente unanime da parte dei fan del Giappone. Addirittura qualcuno è arrivato ad escluderlo a priori dalla propria personale Top 10 perché giudicato troppo al di sopra degli altri protagonisti, ma d’altronde come dargli torto? Mentre tutti gli altri sono “maestri” delle loro rispettive arti, Kenshiro incarna invece l’Hokuto stesso. Non c’è storia.


E voi che ne pensate di questa classifica? Siete d’accordo o avete da ridire? In ogni caso commentate! Che sia qui, sul forum o nel nostro gruppo facebook, scrivete!

 

Ken il guerriero e gli errori del doppiaggio storico (decima puntata)


Bentornati (o benvenuti, se siete nuovi da queste parti) alla rubrica sugli svarioni del doppiaggio italiano dell’anime di Hokuto No Ken. La volta scorsa avevamo lasciato Kenshiro a destreggiarsi tra zingare dall’identità sessuale incerta, capivillaggio caconi e altre amenità. Oggi andiamo quindi a chiudere il cerchio parlando della seconda parte della minisaga filler legata al Monte Ryujin. Ce la farà Kenshiro a sconfiggere i suoi avversari? E, cosa più importante, ce la farete voi ad arrivare a fine articolo o soccomberete di fronte alle castronerie del nostro amato adattamento? Ai posteri l’ardua sentenza…


EPISODIO 10
“L’UOMO DI FUOCO

烈火逆流拳! 死すべき奴らが多すぎる!!
(Tecnica del flusso inverso del fuoco ardente!
Sono in troppi a dover morire!!)

010-141

Dati tecnici

  • Prima TV (J): 13 dicembre 1984
  • Supervisione artistica: Masahisa Ishida
  • Sceneggiatura: Shoozoo Uehara
  • Sakkan: Nobuhiro Masuda
  • Fondali: Masao Ichitani / Morishige Suzuki
Sinossi

La misteriosa Patra sembra svanita nel nulla così come il lago che permetteva la sopravvivenza della povera gente del villaggio. Ma dove può essere andata a finire tutta quell’acqua? E dove sono Sam e Mikah? L’unica possibilità di rispondere a tali domande sembra celata sul Monte Ryujin e Kenshiro è ora deciso a svelarne i segreti…


L’episodio, davvero ricco di minchiate assortite, parte bene già dal riassunto! Infatti, già dopo circa 30 secondi dall’inizio, viene ribadito che:

“Kenshiro era riuscito a sconfiggere Patler, ma questi era scomparso…”

010-001

Insomma, ‘sta povera donna doveva essere proprio brutta per essere ritenuta un uomo…

“Ma allora per quale motivo avranno deciso di portare via la mia Mirka…”

ep-10-a

Qui la frase originale ha un senso piuttosto diverso. Infatti il padre di Mikah non sta puntando il dito tanto contro Patra e i suoi seguaci, quanto incolpando sé stesso per la propria stupidità. Infatti la traduzione più corretta sarebbe: “Ma per quale ragione ho consegnato loro Mikah?”

Di conseguenza anche la seguente frase di Jiro (Ciro per gli amici) è messa in maniera differente dall’originale:

“Perché sono esseri crudeli, ecco perché”

ep-10-b

… mentre in realtà sarebbe: “Patra ci ha soltanto ingannati!”

Poco dopo aver iniziato la scalata, Kenshiro deve vedersela con il famigerato mostro del monte Ryujin

ep-10-c

…al quale, dopo averlo sconfitto, dà questo avvertimento:

“Ti ho colpito in un punto segreto, uno STOMA dei muscoli…”

010-026

Ora, prima che vi mettiate a googlare, vi anticipo io la definizione di questo termine:

stoma [stò-ma] s.m. (pl. -mi)

* 1 bot. Ognuna delle numerose aperture microscopiche presenti sulle foglie e su altri organi delle piante, che permettono la traspirazione e gli scambi gassosi con l’esterno
* 2 zool. Apertura della conchiglia nei molluschi che ne sono provvisti

‘Sto doppiaggio è sempre più mitico! In realtà quello che manca nella frase è il nome del punto segreto in questione che è  Kyousei (竅星). che sembra avere effetti molto simili all’Hokuto Gōkin Bundan Kyaku (visto nella settima puntata), rendendo la vittima incapace di utilizzare le proprie braccia.

Curiosità: Il mostro e il Nanto Seiken

ep-10-d

Sebbene nella puntata in questione non venga dato alcun nome allo stile di combattimento del mostro (in realtà “guardiano”番人 -) del monte Ryujin, pare che “ufficialmente” si chiami Nanto Yajū Ken (南斗野獣拳 – Tecnica della Belva di Nanto) e tale denominazione deriverebbe da una vecchia linea di giocattoli prodotta negli anni ’80.

Kenshiro utilizza quindi l’avversario come sherpa improvvisato per raggiungere il quartier generale di Patra, ma lungo la salita c’è un imprevisto: un uomo robusto, completamente avvolto da fiamme blu (in pratica una caldaia a metano vivente), dà fuoco al mostro e lo fa precipitare nel vuoto, aggiungendo queste parole:

“Idiota! Spingerti fin qui… Non bisogna mai fidarsi delle sottorazze

010-031

Ma nell’originale giapponese la frase era: “Idiota! Lo hai guidato fin qui! Crepa, inutile cane bastonato!”

Kenshiro cerca di corrergli dietro ma, girato l’angolo, non solo il tizio si è volatilizzato, ma si trova di fronte ad una sorta di castello medievale mitteleuropeo (!?)

010-034

Senza stare lì a chiedersi come cavolo fa a starci una cosa del genere in pieno Giappone postatomico, Ken decide che entrare dal portone principale e spaccare il culo a tutti è troppo mainstream, mentre è ben più figo il free climbing estremo in notturna…

ep-10-e

Manolo? Bitch, please

Intrufolatosi finalmente nel castello, Kenshiro trova una stanza in cui è appeso un quadro raffigurante Julia. Decide allora di chiedere lumi al padrone di casa (che con i suoi circa 200 chili pretendeva di spiarlo di nascosto) e questi gli racconta di come Shin e la sua amata si siano fermati lì per un breve soggiorno durante il loro viaggio verso la Croce del Sud, aggiungendo:

“Shin era contento ma lei è l’immagine della tristezza”

ep-10-f

… mentre la frase originale sarebbe: “Questo dipinto è stato realizzato dallo stesso Shin, ma negli occhi della signora Julia si scorge l’amarezza”. Insomma, l’anime ci consegna uno Shin non solo come maestro di arti marziali ma anche come abile pittore. Bella lì 😀

L’amabile conversazione si sposta inaspettatamente a tavola, dove Dragon (questo il nome dell’uomo caldaia) senza mezzi termini chiede a Kenshiro di unirsi a lui per fare il cappottone a Shin.

ep-10-g

Siccome però Kenshiro non è d’accordo, con grande sportività Dragon decide di schiattarlo grazie ad una trappola, ma il nostro eroe – com’era prevedibile – all’ultimo secondo riesce a scamparla tramite una botola segreta sul pavimento:

“Questa era un’altra trappola”

ep-10-i

… dice Ken nel nostro doppiaggio, dando il dubbio che sia un po’ lento a capire le cose, mentre in realtà sarebbe: “Come pensavo c’era un trucco”, riferendosi proprio alla botola sul pavimento dalla quale evidentemente è sparito lo stesso Dragon.

Subito dopo entriamo nell’harem e troviamo Patra vestita in maniera un po’ più femminile che si occupa di truccare Mikah.

ep-10-l

Probabilmente la megera ci avrà messo un po’ ad agghindarsi pure lei per far capire di che sesso è, immaginate quindi la sua frustrazione quando la ragazza le dice: Sì, PADRONE…”  :p

Poco dopo, la ragazza (evidentemente sottoposta a qualche forma di ipnosi) viene portata, assieme ad altre, al mercato che si trova all’interno del castello. Sam, il suo ragazzo, che faceva parte dell’asta degli schiavi di sesso maschile, vedendo Mikah esposta come merce da vendere al miglior offerente si getta d’impeto tra la folla, eludendo le guardie e strappando la giovane dalle grinfie di Patra. Tuttavia, la fuga dei due viene interrotta proprio da Dragon che, dopo aver conficcato un pugnale nella spalla di Sam, dichiara:

“Se tenterai ancora la fuga ti ucciderò”

ep-10-m

… che sembrerebbe un giusto avvertimento ma, in realtà, la frase originale recita: “Chi fugge non può essere lasciato in vita”, al che, Sam si dichiara pronto a combattere (la frase italiana non è proprio uguale all’originale ma il senso è lo stesso, quindi non la segnalo come errore) e Dragon aggiunge:

“Piccolo insetto! Non mi sporcherò certo le mani né userò la mia abilità per farti abbassare la cresta. Prendetelo!”

ep-10-n

… che come frase reggerebbe pure, se non fosse che si sono dimenticati di menzionare il Nanto Ryūjin Ken (南斗竜神拳 – Tecnica del Dio Drago di Nanto) a cui l’uomo scaldabagno si riferisce e che la parte finale non è “Prendetelo!” ma “Ammazzatelo!“.

Fortunatamente per i due ragazzi, Kenshiro è già lì, pronto a far strage di cattivoni (non prima di essersi scrocchiato le dita come se ne avesse 15 per mano, ovvio) e, dopo aver accoppato il solito gruppetto di scagnozzi ed ordinato a Sam e Mikah di liberare gli altri prigionieri, si appresta a confrontarsi una volta per tutte con Patra e Dragon:

“Ti ucciderò con il Colpo del Drago Divino del Sud!”

ep-10-o

…urla il panzuto guerriero dai gusti ellenici, mentre il vero nome della tecnica sarebbe, come già abbiamo detto, “Colpo del Dio Drago di Nanto, che è praticamente una forma d’attacco che prevede la combinazione delle rispettive abilità di Patra e Dragon. Mentre la prima usa l’illusionismo per creare dei miraggi capaci di disorientare l’avversario, il secondo emette vere e proprie fiammate dalla bocca.

Qui c’è una scena di pochi secondi non doppiata in italiano in cui Ken dice: “Dev’essere un’illusione”

010-126

Come si conclude la cosa dovreste saperlo bene: Patra, tentando di infilzare Kenshiro si ritrova dapprima cecata e poi finisce carbonizzata da una fiammata dello stesso Dragon, cadendo infine in uno strapiombo (manca solo una voce fuori campo ad urlare “ULTRAAAA COMBOOOO!!”). Il suo alleato, invece, si piglia prima una caterva di pugni e poi viene inchiodato al muro in stile Pegasus:

“Con i miei colpi ho bloccato la fonte del fuoco…”

ep-10-p

… sentenzia un Kenshiro in overdose da anabolizzanti, ma in realtà la frase originale sarebbe: “Ho colpito lo Zenchō (前頂), un punto segreto di pressione, serrandoti la gola…”

Il risultato di questo processo è che, non potendo più sprigionare le sue fiamme all’esterno, Dragon è condannato a bruciare dall’interno e morire in maniera orribile nel giro di pochi secondi:

“CONTROCOLPO DEL FUOCO ARDENTE”

ep-10-q

Stavolta, pur sbagliando come al solito, ci sono andati vicini, perché il nome originale è Rekka Gyakuryū Ken (烈火逆流拳 – Tecnica del Flusso Inverso del Fuoco Ardente).

E mentre Kenshiro si allontana dal castello in preda alle fiamme sparandosi pose da gran figo…

ep-10-r

… alla Croce del Sud troviamo Shin e ‘Ndonie la Passatell che constatano l’ennesimo insuccesso, continuando a fare errori come Uomo di fuoco al posto di Dragon e Drago Divino del Sud al posto di Tecnica del Dio Drago di Nanto.
ep-10-s

La puntata si chiude finalmente con Ken che manifesta i primi sintomi da pugile suonato e inizia a sentire gli arpeggi, mentre Lin lo asseconda…

ep-10-t

(notare l’espressione intelligente)

ALLA PROSSIMA PUNTATA !!


Ringraziamenti

P.S.: nell’analizzare gli errori del doppiaggio storico ho ritenuto di dover segnalare solo ed esclusivamente quelli più eclatanti e/o ridicoli, perché diversamente sarebbe toccato fare una trascrizione ed un adattamento completi dal giapponese dell’intero episodio, cosa che avrebbe richiesto una mole di lavoro eccessiva.

I 15 prodotti più assurdi targati “Ken il guerriero”


Il Giappone, ormai lo sappiamo, per quello che riguarda merchandise e affini è un po’ l’Alfa e L’Omega della follia. Poteva quindi Ken il guerriero sfuggire all’esplosiva potenza di una macchina commerciale che non ha eguali nel resto del mondo? Ovviamente no! Ecco quindi la classifica dei gadget più ridicoli ed assurdi che portano il marchio di Hokuto No Ken!

15^ posizione – Il tostapane epico!

tostapane

Anche in Giappone le mamme lo sanno che i loro piccoli guerrieri hanno bisogno della “colazione dei campioni” se vogliono sfruttare al 100% il loro potenziale ed affrontare bene la giornata. E allora cosa c’è di meglio del tostapane di Hokuto? Disponibile in due versioni: una con Kenshiro e Rei e l’altra con Raoh.

14^ posizione – La cintura AB Tronic di Kenshiro

abtronic-kenshiro

Per smaltire la colazione di cui sopra, ecco la cintura vibrante e massaggiante di Hokuto! L’unica che promette di scolpirvi gli addominali come quelli di Kenshiro! E per completare l’allenamento….

13^ posizione – “ATATA” Hand grip di Hokuto

handgrip-kenshiro

Perché per essere un vero successore non basta mica la tartaruga scolpita, ci vogliono anche degli avambracci cazzuti!

12^ posizione – Il posacenere di Re Nero

posacenere-zoccolo-di-re-nero

E salendo la scala dell’assurdità, come non apprezzare questo splendido posacenere che ricalca l’orma di uno zoccolo di Re Nero, il mastodontico destriero di Raoh? Mica bau bau micio micio…

11^ posizione – I sigari di Souten No Ken

sigari-souten-no-ken

Praticamente l’abbinamento perfetto per il posacenere! Sentitevi anche voi dei veri mafiosi della Shangai anni ’30 con questi sigari d’eccezione!

10^ posizione – La moto d’acqua di Kenshiro

kenshiro-moto-acqua-akenshiro-moto-acqua-b

Ecco, questo ormai ce l’ho nel cuore e non trovo parole sufficienti a descriverne la beltà. Come si evince dalla confezione, si tratta di uno di quei giocattoli che la Bandai produceva negli anni ’80, sfruttando le licenze in ogni modo possibile. Io in fondo me lo vedo il bambino giapponese che fa il bagnetto e ci gioca… “verso l’Isola dei Demoni e oltreeeee!!”

9^ posizione – Le palle (da golf) dei Nanto Goshasei

palle-da-golf-goshasei

Se davvero volete male a qualcuno regalategli questo stupendo set ispirato ai Cinque Astri Disposti in Cerchio di Nanto. Ditegli che farà un figurone al circolo privato quando mostrerà agli altri le sue palline contrassegnate dagli ideogrammi degli elementi naturali dei rispettivi guerrieri….

8^ posizione – Be@rbrick Kenshiro

bearbrick-kenshiro

Prodotti in Giappone dalla Medicom, i Bearbrick sono dei pupazzetti snodati collezionabili che, dal 2001, riscuotono un certo successo in madrepatria, tanto da aver dato luogo ad alcune collaborazioni più o meno riuscite con altri brand. E proprio tra le meno riuscite annoveriamo sicuramente quella con Hokuto No Ken, che ha partorito l’obbrobrio che vedete in foto.

7^ posizione – Kewpies di Kenshiro e Raoh

kenshiro-raoh-kewpie

Altra scabrosa collaborazione che vede stavolta coinvolti i famosi Kewpie creati da Rose O’Neill. E quando guardi quel Kenshiro e quel Raoh, può la fine del mondo essere poi tanto lontana?

6^ posizione – Vassoio di Raiga e Fuga

vassoio-di-raiga-e-fuga

E che dire di questo oggetto “finissimo”?  Raiga e Fuga, i due famosi guardiani delle porte di Cassandra – ritratti nei loro ultimi istanti di vita – sorreggono un vassoio che può essere usato nei modi più disparati. Talmente gradito al pubblico che, dopo essere stato proposto nel 2008, in occasione dei 25 anni della serie, è stato poi ritirato fuori anche nel 2013 per il trentesimo anniversario. Un must.

5^ posizione – Il sacchetto di Misumi

sacchetto-di-misumi

Entriamo nella zona calda della classifica con questo simpatico – ed altrettanto inutile – sacchettino ispirato al povero Misumi (Smith, nell’anime). Perché insomma, va bene tutto, ma poteva mancare del merchandise legato ad un personaggio di tale caratura ed importanza all’interno dell’opera? Certo che no!

4^ posizione – La Radio-Cintura dell’avventura!

kenshiro-radio-cintura-ckenshiro-radio-cintura-dkenshiro-radio-cintura-bkenshiro-radio-cintura-a

Fate largo a questo simbolo vero e proprio del binomio “Nerd / Sfigato” tipico degli anni ’80 e ’90: una magnifica cinta munita di fibbia di metallo (con le sette cicatrici sbagliate!), radiolina FM brandizzata e tasche da “Indiana Jones levati che ci penso io”. Praticamente il classico oggetto che, in quegli anni bui, oltre alla derisione poteva portare anche un certo numero di cazzotti, calci e sputazzi…

3^ posizione – I cappucci di Raoh e Jagi

cappucci-di-raoh-e-jagi

Sul primo gradino del podio troviamo ‘sti due oggettini dal design ricercato (nel senso che chi li ha pensati è ricercato a piede libero da tutte le forze di polizia del Giappone…) e, se il cappuccio imbottito di Raoh può essere l’idea regalo perfetta per ogni direttore, quello di Jagi si segnala per la particolare utilità nelle rapine a mano armata!

2^ posizione – I preservativi di Kenshiro, Toki e Raoh

condom-hokuto-no-ken

Questi hanno fatto già il giro della rete diverse volte e quindi non credo servano tante presentazioni. Forse qualcuno pensava che, in una classifica del genere, avrebbero meritato di stare in cima, ma solo perché ancora non avete visto qual è l’oggetto di merchandise che si è aggiudicato l’ambito titolo di prodotto più assurdo di tutti…

1^ posizione – HOKUTO NO DILDO !!

dildo-kenshiro

Ebbene sì, realizzato nientemeno che dalla SEGA (e mai nome fu più appropriato…), la stessa software house che negli anni ci ha regalato titoli indimenticabili nel panorama videoludico, questo sex toy promette, fin dalla descrizione riportata sulla confezione, di “colpire i punti segreti del piacere estremo”. Prodotto un po’ di anni fa, ormai è recuperabile solo tramite aste online. Ora io difficilmente riesco ad immaginare chi possa essere l’acquirente medio di una cosa del genere, ma una cosa è certa: non riuscirò più a guardare il ditone di Ken allo stesso modo…

Ken il guerriero e gli errori del doppiaggio storico (nona puntata)


ep9banner

Dopo ben tre episodi in compagnia dei Berretti Rossi, passiamo finalmente ad un vero e proprio fiore all’occhiello della serie animata di Ken, i famigerati “filler”, ovvero le puntate tappabuchi che – soprattutto nella saga di Shin – servivano per evitare di andare in pari con le storie pubblicate settimanalmente in formato cartaceo. Di come tali avventure “apocrife” abbiano dato vita alle più assurde tecniche di combattimento ne ho già parlato in una classifica a parte (che potete leggere cliccando qui) mentre oggi andiamo a vedere la prima di due puntate a base di streghe, castelli, fanciulle da salvare, trappole, sotterranei e… draghi!

Continua a leggere

Ken il guerriero incontra Evangelion !!


Il 3 settembre è stato pubblicato, sulla  rivista Young Ace della Kadokawa, uno speciale crossover di 56 pagine tra Hokuto No Ken Gusto Fragola ed Evangelion – La leggenda degli studenti del Liceo Piko-Piko, entrambi parodie dei rispettivi franchise ed entrambi opera di Takeshi Kawada, Yukito e Yukito Imouto, team creativo di cui ultimamente abbiamo parlato spesso anche per via degli speciali episodi spin-off dedicati ai personaggi del mondo di Hokuto, come Yuda, Fudo e altri.

Nella storia, Shinji e gli altri protagonisti di Evangelion, qui rivisitati come gamers adolescenti reclutati dalla NERV per proteggere l’umanità, devono affrontare la minaccia di Souther, che si accinge ad invadere il loro quartier generale.

Fonti: Crunchyroll, Natalie

Ringrazio Daniel Zelter per la segnalazione 🙂