KEN IL GUERRIERO – News in pillole (luglio 2017)


“Luglio m’ha fatto una promessa, l’amore porterà”, cantava Riccardo Del Turco. A me, almeno per ora, l’unica cosa che m’ha portato questo mese di luglio è un caldo pazzesco che ben poco si concilia con lo stare davanti ad un PC a scrivere e molto più, invece, con lo stare a mollo nelle rinfrescanti acque dell’Adriatico (e vivendo a due passi dalla spiaggia, figuratevi…). Comunque, anche tra una granita alla menta ed una partita a racchettoni, un po’ di tempo per l’Hokuto lo si trova sempre. Ecco quindi alcune delle notizie più recenti sul nostro amato Kenshiro. Buona lettura 😉

 

Kenshiro e i Falchi di Fukuoka

Nuova collaborazione fra Hokuto No Ken e i Fukuoka Softbank Hawks, squadra di Pro-baseball giapponese. A partire da oggi, 17 luglio, in occasione del “Festival dei Falchi”, evento organizzato dalla stessa squadra, saranno infatti disponibili la t-shirt e l’asciugamano ritraenti Kenshiro con indosso la “Wonderful Stripe”, l’uniforme degli Hawks. Tutto per la modica cifra di circa 25 euro (maglietta) e 17 euro (asciugamano).

50 anni di Shonen Jump

Pubblicato per la prima volta l’11 luglio del 1968, il mitico settimanale Shonen Jump festeggerà nel 2018 il suo 50° anniversario. In vista di tale evento, a partire da domani, 18 luglio, e fino al 15 ottobre, verrà aperta al pubblico una mostra denominata Weekly Shonen Jump Exhibition VOL. 1 – Dal primo numero agli anni ’80 – L’inizio della leggenda, che ripercorrerà, come da titolo, la storia dell’esordio della rivista fino al suo vero e proprio boom negli anni ’80 del secolo scorso. Quindi, oltre a Dragon Ball, Jojo, City Hunter, I Cavalieri dello Zodiaco, Holly e Benji, Dr. Slump e Arale, Occhi di Gatto, Yu Yu HakushoVideo Girl Ai, Kinnikuman e tantissimi altri, non può di certo mancare all’appello Ken il guerriero!

A corredo di tutto questo, la Bandai Namco ha lanciato Weekly Shonen Jump Orecollection!, un gioco di carte collezionabili – disponibile per dispositivi iOS e Android – in cui le carte in questione sono rappresentate dalle scene più epiche e famose dei manga che hanno fatto la storia del settimanale, ivi incluso, appunto, Hokuto No Ken.

A seguire, un divertente spot dello stesso…

Jagi e i crestoni alla ribalta

Si tratta di una notizia di cui abbiamo già ampiamente parlato ma, per completezza, ne riporto qui gli sviluppi più recenti. Circa due settimane fa, per l’esattezza il 4 luglio, c’è stata la presentazione ufficiale del cast che reciterà in “Hokuto No Ken – La leggenda dei crestoni di fine secolo”, la famigerata rappresentazione teatrale che vedrà protagonisti le tutti quei nemici da mezza tacca che hanno trovato la morte nei modi più disparati (e spesso ridicoli) per mano di Ken.

Per l’occasione è stato anche pubblicato un trailer che ci illustra chi si ergerà a capobanda di questa schiera di sfigati postatomici. Eccolo…

Kenshiro contro nuovi avversari!?

Chiudiamo con questa “chicca”, se così si può chiamare, che riguarda l’ennesimo pachislot dedicato ad Hokuto No Ken e che verrà introdotto sul mercato a settembre.

La Sammy, come sempre artefice di queste macchinette mangiasoldi, ha pubblicato un video promozionale che lascia intravedere ben 4 nuovi personaggi che faranno parte di un capitolo del tutto inedito creato esclusivamente per il suddetto pachislot!

Qui sotto le immagini…

In realtà questo tipo di operazione ha già dei precedenti. Qualche anno fa toccò a Cyber Blue (come riportato qui) mentre, per il trentennale di Hokuto No Ken, venne appositamente creato il personaggio di Garuda (vedere qui). In entrambi i casi, vennero prodotti anche dei manga spin-off con all’interno i personaggi stessi, quindi c’è da aspettarsi che, a cavallo dell’uscita del pachislot, vedremo anche qualcosa di cartaceo  (al 99,9% NON realizzato da Buronson e Hara) che ci metterà al corrente della nuova sfida di Kenshiro.

Per questo e per altri aggiornamenti, restate sintonizzati! 👊

Ringrazio per la collaborazione Carmine Napolitano e Ivan Di Loreto

shortlink: http://wp.me/p1KoP8-8a7

 

KEN IL GUERRIERO – News in pillole giugno 2017


Come è già capitato altre volte, ecco un altro dei miei post riassuntivi con le ultime su Hokuto No Ken e dintorni. Partiamo allora dal sito ufficiale giapponese che, in vista del 35° anniversario, già da qualche settimana si è rifatto il trucco, mostrandoci un’interfaccia grafica nuova ed accattivante.

I contenuti sono tuttavia pressoché gli stessi, ma è simpatica la trovata, nella sezione dedicata ai personaggi, di inserire una graduatoria su quelli più cliccati.

Passiamo poi a due collaborazioni. La prima vede i personaggi del mondo di Hokuto invadere quello di Tanken Driland, un RPG per dispositivi mobili  sviluppato da GREE . Il gioco, che in Giappone gode addirittura di un adattamento manga ed 88 episodi anime, vede i partecipanti nei panni di cacciatori intenti a collezionare speciali carte con cui combattere mostri e impossessarsi dei loro tesori. Dal 7 al 15 giugno, Kenshiro e soci diverranno quindi un esclusivo set di carte, ognuna con le sue capacità speciali.

La seconda è invece con il Manga RPG Gangroad Joker, in cui i giocatori si battono per la conquista delle strade di Tokyo… sempre a colpi di carte. La durata di questa collaborazione va dal 12 giugno al 14 luglio ma, in entrambi i casi, parliamo comunque di app che (come al solito) non sono disponibili per il mercato occidentale.

E restando nell’ambito delle esclusive riservate agli abitanti di Giappolandia, è il caso di menzionare Manga Hot, una nuova app nata con l’intento di distribuire in forma digitale le diverse serie pubblicate su Comic Zenon.

Disponibile per dispositivi iOS e Android, Manga Hot si differenzia da altri servizi perché è totalmente gratuita. Sì, avete capito bene, tutto gratis. Quindi, a patto di sottostare a dei limiti di tempo e quantità, tutti gli utenti registrati potranno leggere sui propri smartphone e tablet i manga desiderati (fino al 4 giugno è stato possibile, per esempio, leggere per intero Hokuto No Ken ed Angel Heart). Nel catalogo saranno presenti anche i lavori dei partecipanti al Silent Manga Audition, il concorso internazionale lanciato da Coamix di cui tante volte abbiamo parlato su questo sito.

A seguire è doveroso segnalare l’esistenza di questa magnifica t-shirt di Raoh!

Se siete pratici con il nipponico idioma, potete ordinarla direttamente dallo shop online di Comic Zenon per circa 27 euro.

Ma parliamo un po’ di Fist of the North Star Ken’s Rage. Da quando ho pubblicato la news sui preparativi per il 35° anniversario di Hokuto No Ken, molti sono stati quelli che hanno espresso la speranza di un nuovo gioco della serie. Anche se Koei al momento tace, possiamo guardare al mercato giapponese e vedere che, proprio lo scorso marzo, la Sammy ha sfornato un nuovo pachinko dal titolo Pachinko CR Shin Hokuto Musou Mugen Touran.

Se da un lato la cosa può sembrare scoraggiante, perché si ha come l’impressione che ormai Ken’s Rage abbia imboccato il tunnel senza fine dei pachinko e dei pachislot (questo dovrebbe essere il secondo o addirittura il terzo…), d’altro canto ci conferma che il titolo è tutto tranne che morto e sepolto. Questo significa che non è assolutamente da escludere un annuncio di Koei, magari già al prossimo Tokyo Game Show di settembre. Quindi restate sintonizzati. 😉

Chiudiamo con un paio di notizie che riguardano l’Italia. La prima a proposito della presenza di Masami Suda al Roma Cartoon Festival, cosa di cui abbiamo parlato poco tempo addietro.

Per tutti i fortunati che si sono aggiudicati un posto per l’autografo del maestro, l’appuntamento è per sabato 24 dalle ore 18:00 e per domenica 25 dalle ore 17:00 presso la stanza dedicata nell’Area Disegnatori. Per tutti gli altri, invece, ci sarà la possibilità di assistere ad un’intervista al maestro nell’Area Palco dalle ore 17:00 di sabato 24 giugno.

L’altra, invece, è relativa a Ikusa No Ko – Oda Saburo Nobunaga Den, l’ultimo manga del maestro Tetsuo Hara. La GOEN ha finalmente deciso – dopo più di 2 anni dal primo – di pubblicarne il secondo volume.

Con il titolo italiano “La Leggenda di Oda Saburo Nobunaga”, il manga dovrebbe (mai come in questo caso il condizionale è d’obbligo) spuntare sugli scaffali delle librerie specializzate a partire dal 17 giugno. Se ancora non conoscete quest’opera, potete cliccare qui e leggere la recensione del primo volume accompagnata da una bella intervista a Tetsuo Hara. Speriamo bene e speriamo soprattutto che il terzo volume non lo debbano leggere i nostri nipoti. 😂

– Ringrazio Carmine Napolitano per la collaborazione –

shortlink: http://wp.me/p1KoP8-883

 

Ken il guerriero – La Battaglia di Fine Secolo


Lo scorso 19 marzo si è svolto in Giappone il Seikimatsu Butō-kai (世紀末武闘会 – Battaglia di Fine Secolo), l’annuale torneo che vede sfidarsi i migliori giocatori di Hokuto No Ken,  il noto picchiaduro ad incontri realizzato nel 2005 dagli stessi sviluppatori della serie Guilty Gear per il mercato arcade e poi approdato nel 2007 anche su PS2.

[Cliccate qui per una dettagliatissima scheda sul gioco]

Trattandosi di un evento che nel corso degli anni ha acquisito sempre più visibilità, tanto da meritarsi la diretta streaming sul portale Twitch, famoso tra i gamer di tutto il mondo, il sito Shoryuken.com – forse il più importante in assoluto sulla scena dei tornei professionistici di picchiaduro ad incontri – ha pensato bene di dedicargli un lungo reportage. Avendo trovato la lettura interessante e piacevole, ho pensato di riassumere un po’ quello che vi è scritto in modo da fare un po’ di luce su un aspetto del mondo di Hokuto di cui ero sì a conoscenza ma che non avevo mai approfondito davvero.

Premesse fondamentali

Una delle cose che l’autore dell’articolo ci tiene subito a precisare è che il picchiaduro di Hokuto No Ken si è fatto in Giappone (e non solo) la reputazione di Kusoge (letteralmente “gioco di merda”), perché si tratta di un titolo fortemente sbilanciato. Questo non gli ha impedito comunque di ritagliarsi una bella nicchia di appassionati e di rientrare fra i giochi della prestigiosa competizione Super Battle Opera Tougeki, indetta annualmente dalla rivista nipponica Arcadia almeno fino al 2012, anno in cui è stata sospesa a tempo indefinito.  Proprio in quell’anno il signor Matsuda, ex organizzatore del Tougeki,  indice il primo Seikimatsu Butō-kai assieme a K.I., giocatore professionista che da allora diventerà anche campione incontrastato di tutte le successive edizioni della nuova competizione. Almeno fino ad oggi…

K.I., il detentore del titolo

Il 6° Seikimatsu Butō-kai

L’ultima edizione del torneo ha avuto luogo nell’e-sports Square Akiba, un locale situato nel famoso quartiere di Akihabara, a Tokyo, e che è divenuto ormai fulcro di tutti i più importanti eventi legati al mondo delle FGC (Fighting Games Competitions). 129 giocatori, provenienti da regioni di tutto il Giappone e suddivisi in 43 squadre di 3 componenti ognuna, si sono dati battaglia sfoderando tutto il loro repertorio di mosse segrete, combo e – elemento cardine del gioco – Fatal K.O..

Senza entrare troppo nel dettaglio circa i partecipanti e lo svolgersi del torneo (se proprio volete c’è l’articolo originale in inglese con tanto di video annessi), l’evento è stato come sempre memorabile, sia per la bravura stessa dei partecipanti, sia perché quest’anno, per la prima volta, K.I. ha dovuto cedere il passo e consegnare il trofeo al team MicrotransactionTV.

Foto ricordo: K.I. che infila una combo da 150 Hit. Così, per gradire.

Considerazioni personali

Se l’autore del pezzo originale espone le sue considerazioni riguardo a come l’evento si riflette sulla scena FGC, dal canto mio non posso invece fare altro che dire la mia circa le possibili implicazioni di tutto questo nell’ambito di Hokuto No Ken come opera e come brand.  Anche qui, però, c’è bisogno subito di una premessa importante. Come ormai avrà notato chiunque, tutte le produzioni ed i prodotti di merchandise che gravitano nell’orbita di Hokuto hanno ormai un target ben specifico che è quello di chi è cresciuto con il manga originale e/o l’anime storico, quindi una massa di persone di un’età media compresa tra i 40 e i 50 anni se si guarda al solo Giappone. In Italia lo scarto è di poco, perché l’anime è arrivato quasi subito pure qui, mentre il resto del mondo fa effettivamente poco testo in termini di pubblico. Data la situazione, è chiaro che quel ricambio generazionale necessario alla sopravvivenza a lungo termine del brand non c’è stato. Non che non ci abbiano provato, tanto con la Trilogia e la Pentalogia quanto con i manga spin-off o anche con i due giochi della serie Ken’s Rage ma, a parte i nostalgici, davvero pochissimi sono i giovani che si sono avvicinati all’opera originale grazie a tali iniziative.

Al contrario, però, il Seikimatsu Butō-kai cresce sempre più in popolarità, coinvolgendo una platea di ragazzi amanti dei videogames che si emozionano e si appassionano nel guardare gli spettacolari scontri di altri ragazzi come loro. Nel suo piccolo questo cosiddetto “gioco di merda”, pubblicato ormai 12 anni fa, potrebbe riuscire laddove hanno fallito produzioni ben più dispendiose, avvicinando nuovo e giovane pubblico al mondo di Hokuto senza scendere a compromessi con il mutato gusto del mercato odierno. Utopia? No, non credo. E’ ovvio però che a questo punto la manifestazione avrebbe bisogno di una spinta decisiva in questa direzione. Già creare il tanto richiesto sequel del gioco potrebbe essere una mossa importante, ma non andrebbe sottovalutata l’ipotesi di coinvolgere direttamente Tetsuo Hara, Buronson e la Coamix. A dirla tutta, non sfruttare quest’occasione sarebbe davvero stupido, perché di questo passo l’attuale pubblico di riferimento si estinguerà presto. Non per morte naturale, attenzione, ma perché ad una certa età le passioni diventano bei ricordi ed il tempo che prima vi si dedicava viene sostituito da quello che serve per star dietro alla famiglia, specialmente se si hanno dei figli. A quel punto o Ken morirà definitvamente o, peggio ancora, verrà ripresentato in una veste più adeguata ai gusti della massa. Esagero? Non lo so, spero di sì. Intanto, dal canto suo, Yoshihara Motoki, mangaka che ha lavorato al reboot di Cyber Blue e che è un grande appassionato di FGC, ha già iniziato a collaborare con questa scena particolare e anche con il Seikimatsu Butō-kai, realizzando illustrazioni apposite per gli eventi, oltre che creare un manga, Battle Mexia, incentrato su un futuro dominato dalle competizioni tra gamers. Che sia un segno?

shortlink: http://wp.me/p1KoP8-85i

Hokuto No Ken Legendary Warriors – Primo video di gameplay


È stato finalmente pubblicato il primo video che mostra il gameplay di Hokuto No Ken Legendary Warriors, videogioco amatoriale per PC con sistema Windows, sviluppato da Zero e Amon (al secolo, i fratelli Cristian e Mirko Giuseppone).

Con una grafica in alta definizione, il gioco si presenta come un picchiaduro a scorrimento di stampo classico in cui al giocatore viene data la possibilità di selezionare il proprio guerriero tra una rosa di 4 personaggi: Kenshiro, Rei, Toki e Mamiya. Elemento di grosso rilievo è che, anche se a prima vista può sembrare un semplice rip-off del famoso picchiaduro ad incontri su Hokuto No Ken che anni fa fece furore sia come cabinato arcade che su PS2, in realtà gli sprite – fedeli allo stile della serie animata storica – sono completamente ridisegnati da Cristian, come si può ben vedere nell’immagine sottostante (cliccate per ingrandire).

Al momento non è ancora disponibile alcuna demo giocabile, ma contiamo di tenervi costantemente informati sugli sviluppi di questo interessantissimo progetto. Restate sintonizzati!

KEN IL GUERRIERO – Aggiornamenti Maggio 2016


Negli scorsi mesi, a causa di svariati motivi (non vi preoccupate, solo cose che possono capitare quando c’hai una vita…) il sito è rimasto in uno stato di abbandono e non ho potuto aggiornarlo con l’usuale frequenza. Mi tocca quindi fare un po’ il punto della situazione su quello che è successo nel frattempo nell’eptastellato mondo di Hokuto. Mettetevi comodi 😉

Partiamo dalla notizia che l’amico Musashi aveva riportato a marzo, quella sulla statua di Kenshiro che sarebbe stata posta, il giorno 26 dello stesso mese, all’interno di una stazione ferroviaria della città di Hokuto, in Giappone. Beh, ecco un paio di foto ricordo dell’evento (fornite da Divina Scuola di Hokuto, a cui faccio i complimenti per aver sfondato il tetto dei 76.000 fan su Facebook) con Tetsuo Hara e Buronson tutti contenti e felici. 🙂

kenshiro statua

Passiamo ora alle produzioni cartacee e parliamo di… Yuda!

yuda ultimate desire

Forse ricordate che in un articolo dell’anno scorso elencavo, cercando di fare un po’ d’ordine, i vari spin-off ed episodi speciali legati alla saga di Ken il guerriero. Lì mi ero fermato a Souther Gaiden, un episodio legato all’infanzia del Sacro Imperatore scritto da Takeshi Kawada e disegnato da Yukito. Ecco, lo stesso team creativo (coadiuvato da Yukito Imoto) è tornato, negli scorsi mesi, con un nuovo episodio speciale – pubblicato sulle pagine di Comic Zenon – dedicato al passato del maestro della Gru Rossa di Nanto. Il titolo dell’episodio è Yuda Gedō-den Ultimate Desire.

yuda ultimate desire 2

Tale storia si va ad aggiungere ad altri due brevi racconti precedentemente pubblicati, i cosiddetti  Goshasei Gaiden. Nel primo, intitolato RedBlue – Hen’yoku No Shōnen-tachi (ottobre 2014), viene esplorata la vita di Shuren e Hyui, mentre nel secondo, SCRAP MOUNTAIN (luglio 2015), le vicende narrate riguardano l’esistenza di Fudo.

goshasei gaiden

Passando invece al discorso merchandise e prodotti su licenza, segnalo l’RPG per dispositivi iOS e Android Hokuto No Ken Smart Shock.

hokuto no ken smart shock

game_image_01game_image_02game_image_03

Ora sicuramente starete correndo sugli store online per scaricarlo ma, oltre al fatto che per usufruirne bisogna essere registrati al servizio di messaggistica LINE, requisito essenziale è la conoscenza del nipponico idioma, quindi, a meno che non siate nati nella terra del Sol Levante o abbiate studiato la lingua dei prodi samurai, dubito che ci capirete qualcosa.

Il discorso potrebbe (il condizionale è d’obbligo) invece essere differente per la collaborazione “Hokuto No Ken x LINE Rangers”. Sviluppato sempre per dispositivi iOS e Android questo gioco vedrà, per tutto il mese di maggio 2016, Kenshiro, Raoh e Julia aggiungersi alla folta schiera di personaggi utilizzabili ed affrontare una sfida speciale legata a Souther.

line rangers hokuto

line rangers hokuto 2

Si potranno inoltre trovare indumenti, armi e vari oggetti legati al mondo di Hokuto, ognuno capace di potenziare in maniera differente il personaggio a cui verrà destinato.

line rangers hokuto 4

Non mancano poi gli adesivi dedicati sempre al già citato servizio di messaggistica.

line rangers hokuto 3

Come dicevo, il discorso potrebbe essere differente perché LINE Rangers è un gioco localizzato anche per l’occidente (basta cercarlo sugli store), quindi c’è la remota (molto remota) possibilità che tale iniziativa non rimanga confinata al solo Giappone.

Ma cambiando argomento, visto che ormai l’estate è alle porte, che ne dite di un po’ di surf firmato Hokuto? Se l’idea vi garba, potreste dare un’occhiata a”Kenshiro” e “Raoh”, i due modelli di mute da surfista realizzate dalla Glidz.

glidz hokuto

Chiudo segnalando che per il 19 maggio è prevista l’uscita dell’ultimo volume di KEN IL GUERRIERO LE ORIGINI DEL MITO DELUXE, di cui sono rimasto colpevolmente indietro con le recensioni (ma conto di recuperare, pian piano… 😉 ).

ken il guerriero le origini del mito 11

Alla prossima e…

WE STILL FIGHT !!

Rumor: Hokuto No Ken per PS2 potrebbe tornare con una versione in HD


10

Come da titolo, si tratta solo di un rumor, una voce di corridoio, ma pare ci sia qualche possibilità che la Arc System Works torni su Hokuto no Ken: Shinpan no Sōsōsei Kengō Retsuden (di cui trovate una scheda definitiva cliccando qui), il famoso picchiaduro ad incontri sviluppato in collaborazione con SEGA per il mercato arcade (2005) e successivamente pubblicato anche per PS2 (2007), per riproporlo ad alta definizione in un prossimo futuro.

Tale voce nasce da un breve scambio di tweet riportati dal sito Fighting Games Online:

Come si può vedere, piuttosto che smentire, la Arc System Works pare rispondere in maniera sibillina ad un fan che le chiede di ripubblicare di nuovo il gioco in questione. Fatto ancor più interessante, anche la Aksys Games, responsabile per la distribuzione di alcuni giochi della software house, si unisce alla discussione e risponde in maniera altrettanto sibillina…

“Non è educato puntare il dito verso le persone, dovresti saperlo.”

Chiaramente ciò non basta a confermare una futura re-release del gioco, ma resta interessante il fatto che, a domanda diretta, non sia arrivata alcuna smentita ufficiale in proposito.

Hokuto No Ken – News in pillole (ottobre 2015)


Ultimamente non riesco a star dietro al sito come vorrei e quindi mi tocca recuperare con un riassunto di quello che è successo nell’universo di Hokuto negli ultimi tempi. Partiamo quindi dalla notizia che è rimbalzata praticamente ovunque in rete e che vede coinvolti i guerrieri di Hokuto e di Nanto in una sfida diversa dal solito…


“L’intensità e la passione del rugby reimmaginati sotto forma di corto animato ispirato al celebre manga Hokuto No Ken. In esso, la rappresentazione dello scontro di rugby estremo tra le forze di Nanto, guidate da Souther,
e le forze di Hokuto, guidate da Raoh.”


Ma perché tutto questo? Semplice: nel 2019 si terranno in Giappone i Mondiali di rugby e il comitato organizzatore ha scelto Kenshiro e soci come testimonial dell’evento (d’altronde non è che ci potevano mettere gli efebici protagonisti di tanti anime che vanno di moda adesso 😀 ).
Il corto viene mostrato al pubblico del Japan Pavilion di Londra a partire dal 9 ottobre 2015.

Sempre in tema di testimonial illustri, ci sono altri due video…

Come si può vedere dalle immagini, la compagnia di telecomunicazioni SoftBank ha lanciato una campagna pubblicitaria in cui diversi protagonisti di anime e manga di successo vengono proposti nelle loro versioni “adulte” e dal vivo. Oltre a Kenshiro (interpretato da Ichikawa Ebizō XI, famoso attore di teatro Kabuki), ci sono quindi Sailor Moon, Golgo 13, Rocky Joe, Astroboy ed altri ancora.

softbank

Altra iniziativa un po’ amena è invece quella che riguarda il gioco per dispositivi iOS e Android Tsuri Star (釣り★スタ – Star della pesca), per il quale è previsto un evento a tema Hokuto No Ken “Gusto Fragola” nella giornata del 30 ottobre 2015, durante il quale sarà possibile ottenere particolari canne da pesca e… stranissimi pesci!

tsuri star

Sempre a tema “Gusto Fragola” il nuovo set di gadget messi in vendita sullo Zenon Store: t-shirt, maschere di cartone, biglietti d’auguri, adesivi, tricche e tracche e fischiebbumm

ichigo aji merchandise

Sul medesimo negozio online sono in vendita anche dei portachiavi dedicati a DD Hokuto No Ken:

portachiavi dd hokuto no ken

(Ringrazio Daniel Zelter per le segnalazioni )

AGGIORNAMENTO (23 – 10 – 2015)

Una nuova collaborazione tra Hokuto No Ken e Puzzle & Dragons è prevista dal 2 all’8 di novembre. Nel tweet trovate il link alla pagina originale (in giapponese).