Ken il guerriero: in vendita il secondo volume della saga della Terra degli Shura


Come avevamo già anticipato, in Giappone è stato pubblicato il secondo (e conclusivo) volume dedicato alla ristampa della saga della Terra degli Shura, un’iniziativa pensata principalmente per promuovere il nuovo pachislot della Sammy, incentratto appunto su quel particolare arco narrativo.

Come si può evincere dalle foto, le tavole sono le medesime della recente Extreme Edition, quindi parecchie hanno subito un restyling da parte dello stesso maestro Hara (come spiegavamo qui). In appendice troviamo poi un redazionale che, a margine di tante parole, si preoccupa però soltanto di riassumere informazioni che già conosciamo senza aggiungere nulla di nuovo su questioni che invece, proprio in tale sede, si sarebbero potute chiarire meglio.

Ringrazio Carmine Napolitano per foto e informazioni

Ken il guerriero: la saga della Terra degli Shura raccolta in due volumi speciali


shura-campaign

Partiamo dall’inizio. Da circa un mesetto o poco più, in Giappone è iniziata una campagna pubblicitaria riguardante l’ennesimo pachislot – in uscita il prossimo 3 ottobre – dedicato ad Hokuto No Ken e che stavolta sarà incentrato tutto sull’arco narrativo che vede Kenshiro attraversare il mare ed approdare nella famigerata Terra degli Shura, dove scoprirà le origini dell’Hokuto Shinken.

Tra le varie iniziative promozionali c’è appunto la ristampa, in 2 volumoni da più di 500 pagine ognuno, di questa specifica saga, partendo dal rapimento di Lin fino allo scontro finale con Kaioh. Il primo volume è già disponibile in tutti i konbini – i famosi “convenience store” nipponici spesso aperti 24 ore su 24 – ad un prezzo che per noi equivale a circa 4 euro (prezzo dovuto alla qualità della carta che è piuttosto infima…). All’interno vi si trovano anche un paio di redazionali riguardanti il pachislot curati da Garuzo, che gli affezionati di questo sito conosceranno già per via delle interviste del trentennale di Hokuto No Ken.

Ringrazio MusashiMiyamoto (info) e Carmine Napolitano (foto e ulteriori info)

Hokuto No Ken – News in pillole (ottobre 2015)


Ultimamente non riesco a star dietro al sito come vorrei e quindi mi tocca recuperare con un riassunto di quello che è successo nell’universo di Hokuto negli ultimi tempi. Partiamo quindi dalla notizia che è rimbalzata praticamente ovunque in rete e che vede coinvolti i guerrieri di Hokuto e di Nanto in una sfida diversa dal solito…


“L’intensità e la passione del rugby reimmaginati sotto forma di corto animato ispirato al celebre manga Hokuto No Ken. In esso, la rappresentazione dello scontro di rugby estremo tra le forze di Nanto, guidate da Souther,
e le forze di Hokuto, guidate da Raoh.”


Ma perché tutto questo? Semplice: nel 2019 si terranno in Giappone i Mondiali di rugby e il comitato organizzatore ha scelto Kenshiro e soci come testimonial dell’evento (d’altronde non è che ci potevano mettere gli efebici protagonisti di tanti anime che vanno di moda adesso 😀 ).
Il corto viene mostrato al pubblico del Japan Pavilion di Londra a partire dal 9 ottobre 2015.

Sempre in tema di testimonial illustri, ci sono altri due video…

Come si può vedere dalle immagini, la compagnia di telecomunicazioni SoftBank ha lanciato una campagna pubblicitaria in cui diversi protagonisti di anime e manga di successo vengono proposti nelle loro versioni “adulte” e dal vivo. Oltre a Kenshiro (interpretato da Ichikawa Ebizō XI, famoso attore di teatro Kabuki), ci sono quindi Sailor Moon, Golgo 13, Rocky Joe, Astroboy ed altri ancora.

softbank

Altra iniziativa un po’ amena è invece quella che riguarda il gioco per dispositivi iOS e Android Tsuri Star (釣り★スタ – Star della pesca), per il quale è previsto un evento a tema Hokuto No Ken “Gusto Fragola” nella giornata del 30 ottobre 2015, durante il quale sarà possibile ottenere particolari canne da pesca e… stranissimi pesci!

tsuri star

Sempre a tema “Gusto Fragola” il nuovo set di gadget messi in vendita sullo Zenon Store: t-shirt, maschere di cartone, biglietti d’auguri, adesivi, tricche e tracche e fischiebbumm

ichigo aji merchandise

Sul medesimo negozio online sono in vendita anche dei portachiavi dedicati a DD Hokuto No Ken:

portachiavi dd hokuto no ken

(Ringrazio Daniel Zelter per le segnalazioni )

AGGIORNAMENTO (23 – 10 – 2015)

Una nuova collaborazione tra Hokuto No Ken e Puzzle & Dragons è prevista dal 2 all’8 di novembre. Nel tweet trovate il link alla pagina originale (in giapponese).

Trailer per DD Hokuto No Ken 2 Ichigo Aji +


Rilasciato, sul canale Youtube di Comic Zenon, il trailer ufficiale di DD Hokuto No Ken 2 Ichigo Aji +, la “doppia” parodia anime di cui abbiamo parlato di recente e che debutterà sulle emittenti giapponesi a partire dal prossimo 6 ottobre.

Come detto in precedenza, entrambe le serie andranno infatti a braccetto in un unico appuntamento animato settimanale diviso in due parti: da un lato ci saranno tutti i buffi protagonisti dell’universo caricaturale di DD Hokuto No Ken a fronteggiare la sfida dell’Hokuto Academy, mentre dall’altra un Souther festaiolo intento a coinvolgere il resto del cast dell’opera originale nelle sue assurde trovate.

La sigla di apertura, Seikimatsu Sukūruu~ōzu, sarà interpretata dalla boy band nipponica Ars Magna, mentre quella di chiusura, Kesenai, Nanatsu No Hoshi, verrà affidata alle idol del gruppo Hōkago Princess.

Fatto interessante, nel trailer c’è un cameo di Ruby Nyan, protagonista dell’anime (tratto da una famosa serie di videogames) Yokai Watch, di cui Masami Suda, il “papà” della versione animata di Ken, è character designer.

Si tratta comunque soltanto di un tributo al mestro in quanto, interrogato in merito, dopo essersi fatto una risata per l’inaspettata citazione, ci ha confermato che non è coinvolto in questo progetto animato.

masami suda nyan

Ushio e Tora – In contemporanea con il Giappone, l’anime televisivo sbarca su Sky e su Yamato Animation


ushio e tora yamato animation

E’ stato l’oggetto di un mio personale tributo solo qualche settimana fa e, ora, grazie a Yamato Video, Ushio e Tora ritorna in Italia con il nuovissimo anime televisivo, che sarà proposto in contemporanea con il Giappone sia sul canale Youtube Yamato Animation, sia su MAN-GA, canale SKY 149.

Di seguito i primi due episodi:

Buona visione!

Manga Tribute – USHIO e TORA


USHIO E TORA COVER

Ci sono storie dalla gloria imperitura e ce ne sono altre destinate all’oblio una volta concluse. Poi ci sono quelle storie che ti restano nel cuore e vi rimangono nascoste anche per decenni proprio lì, vicino ai ricordi spensierati degli anni delle superiori, delle stupidaggini fatte in nome di cotte più o meno importanti e dei vecchi amici, quelli con cui sei cresciuto. E mettersi a rileggere Ushio e Tora, a così tanti anni di distanza, è stato proprio come ritrovare dei vecchi amici. Di quelli che non vedi da una vita ma di cui conservi solo ricordi belli.
Rileggere il manga e parlarne era una cosa che volevo fare da tanto ed ora, complice la serie animata che partirà il prossimo 3 luglio in Giappone, mi sono finalmente preso tutto il tempo necessario a ripercorrere le varie tappe di quest’avvincente racconto.

Tutto inizia quando Ushio Aotsuki, figlio appena tredicenne di un monaco responsabile del tempio buddhista di Fugen-In, a Tokyo, decide di curiosare in uno scantinato dello stesso, trovandovi all’interno la “Lancia della Bestia”, prodigiosa arma creata per abbattere gli esseri sovrannaturali. Conficcata in una parete, la lancia tiene inchiodato, da ben 500 anni, un feroce mostro che Ushio sarà costretto a liberare e a cui metterà nome “Tora”. Di qui, mescolando sapientemente azione, atmosfere horror, comicità e sentimenti, Kazuhiro Fujita, l’autore del manga, ci trascinerà in un lunghissimo viaggio in cui faremo la conoscenza di tantissimi personaggi, ognuno con la propria storia da raccontare e tutti tremendamente “vivi” e capaci di rubare spesso la scena ai protagonisti principali.
Sì, perché Ushio e Tora non è solo l’avventura di un’improbabile coppia di eroi, ma anche un’opera corale come poche, un grandioso mosaico composto da tanti piccoli tasselli fatti di storie emozionanti e personaggi memorabili. Eccone soltanto alcuni (cliccate sulle immagini per leggere le brevi descrizioni).

Non entro volutamente nel merito della trama perché non voglio togliere il piacere della scoperta a chi deciderà di recuperarlo, invogliato magari proprio da questo breve tributo, ma di certo posso dire che, come tutti i grandi capolavori, Ushio e Tora è invecchiato bene, anzi, si può dire che non è invecchiato affatto. Rileggerlo dopo così tanto tempo suscita ancora le stesse emozioni della prima volta e non si può fare a meno di restare incollati alle pagine e divorarlo volume dopo volume. Sicuramente alcuni “ammiccamenti” elargiti dall’autore, grazie alla folta presenza di figure femminili, fanno tenerezza se paragonati allo sfacciato fanservice dei manga odierni ma, a mio modesto parere, questa è più una nota di merito che un punto a sfavore. La cosa più importante, comunque, è che nonostante sia una serie anche piuttosto lunga, non ha mai un momento di stanca. Non esistono parti “deboli” o che appesantiscono l’esperienza della lettura, tutto segue un ritmo ben preciso fino alla fine, quando il viaggio giunge al termine e se ne vorrebbe ancora.

fujita nowKazuhiro Fujita

Nato il 24 maggio 1964 ad Asahikawa, in Giappone, debutta nel 1988 con Renraku-sen Kitan, racconto che vede come protagonista Sho Kutsuna, un ragazzo impegnato a combattere contro i mostri, e che gli permette di vincere il 22° concorso per esordienti indetto da Shogakukan. L’anno seguente, nel 1989, sulla falsariga del precedente lavoro, vince di nuovo con il primo episodio di Ushio e Tora, opera che segnerà per sempre la sua carriera. Autoironico e dotato di grande talento, è conosciuto in Italia anche per Karakuri Circus (Goen) e Moonlight Act (J-Pop).

In Giappone, il manga è stato originariamente serializzato tra il 1990 ed il 1996 sulla rivista Shonen Sunday di Shogakukan, ottenendo un grande successo, per poi essere raccolto in ben 34 tankobon. In Italia è stata la gloriosa Granata Press a portare Ushio e Tora nelle edicole per la prima volta, anche se la prematura dipartita della casa editrice ci ha poi costretti ad attendere che fosse la Star Comics a raccoglierne l’eredità e a completare l’opera. Da allora, nonostante le numerose richieste degli appassionati, il ragazzo e la bestia non hanno più fatto capolino nelle edicole e nelle fumetterie nostrane, divenendo di fatto una di quelle leggende che noi “veterani”, che eravamo al fronte negli anni della prima invasione dei manga, amiamo tirar fuori con gli occhi quasi lucidi quando ci riuniamo tra simili nei nostri racconti attorno al fuoco. Probabilmente la causa è da ricercarsi anche nel fatto che Ushio e Tora non ha mai avuto una trasposizione animata degna di questo nome. All’epoca, infatti, in Giappone vennero prodotti soltanto alcuni OAV che ripercorrevano i primi episodi del manga, fermandosi quindi ben prima che la storia entrasse davvero nel vivo. Come dicevo in apertura, però, la situazione finalmente pare essere cambiata e, dopo tanti anni di attesa, è giunto il momento di un vero adattamento animato per i nostri eroi.

Stando a quanto dichiara lo stesso Fujita, coinvolto nel progetto, nei 39 episodi che la compongono, la serie si concentrerà principalmente sugli eventi legati alla Maschera Bianca, fino all’epico scontro finale,  rispettando il ritmo e l’atmosfera del manga originale ma evitando “distrazioni” rispetto a questa storyline. Detto in soldoni, l’anime sarà un “riassunto” del manga. Un riassunto che lascerà fuori molti (forse anche troppi) di quei personaggi e di quelle storie che hanno contribuito a rendere mitica quest’opera. Resta la speranza che ciò eventualmente mancherà nella versione televisiva venga in qualche modo recuperato con degli special o degli OAV (è troppo sperare anche in qualcosa di cinematografico?) ma, per il momento, posso dire solo che le aspettative sono tante e che sia il trailer che il character design sembrano promettere bene, quindi teniamo le dita incrociate e speriamo che tutto vada per il meglio.

anime

In conclusione che altro posso aggiungere? Beh, sicuramente che Ushio e Tora è uno di quei fumetti imprescindibili per chiunque, non solo per gli appassionati del made in Japan. Non dovrebbe quindi mancare tra le vostre letture e meriterebbe finalmente una riedizione da parte di Star Comics che, per una politica interna della Shogakukan, ne detiene i diritti in Italia vita natural durante.


L’Arcadia della mia giovinezza: Trailer e immagini per il ritorno di Harlock al cinema


banner harlock

Dopo aver meticolosamente parlato del ritorno di Capitan Harlock al cinema, previsto per il 15 ottobre, oggi possiamo finalmente gustarci il trailer ufficiale ed una serie di immagini.

GALLERY

 Segnalo inoltre le pagine ufficiali