KEN IL GUERRIERO – IL GIOCO DI CARTE (1995)

Ken gccIl gioco di carte collezionabili di Ken il Guerriero ideato da Alessio Meda e realizzato con la collaborazione di Fabio Palumbo, Andrea Martani, Roberto Gaudio, Riccardo Bernardi e Marcello Gariboldi, fu commercializzato e distribuito con il marchio Alchemia nel 1995.  Ogni mazzo base era costituito da 50 carte, mentre le bustine di espansione contenevano 10 carte ognuna. Basato esclusivamente sull’adattamento italiano dell’anime televisivo, con immagini riprese dalle varie puntate dello stesso, presentava delle meccaniche di gioco interessanti. Divise principalmente in carte Buone (sfondo azzurro),  Malvagie (sfondo rosso) e Neutrali (sfondo grigio), le carte erano a loro volta suddivise in diverse tipologie:

  • Maestro: Sono coloro i cui destini influenzano il futuro del mondo. Possiedono due valori numerici (attacco e difesa) ed un valore di resistenza speciale: la vita. Un maestro con più vite possiede sempre i valori di attacco e difesa originali, me è in grado di resistere più a lungo agli attacchi avversari. Può esistere un solo Maestro con lo stesso nome. Nel caso che due giocatori abbiano formato i propri mazzi inserendovi lo stesso maestro, solo uno di essi può possederlo: il primo che lo gioca. Questi può quindi aggiungergli altre vite, mentre l’avversario potrà usare le proprie carte maestro per indebolirlo (ovvero costringendolo a scartare una vita per ogni vita da lui scartata a sua volta). I Maestri appartengono ad una Scuola e possono quindi utilizzare solo tecniche della loro stessa Scuola o che non abbiano simboli di Scuola.
  • Personaggio: Sono figure che nel cartone sono secondarie come capacità di combattimento. Anche loro possiedono i tre valori di attacco, difesa e resistenza, ma alcuni, i più forti in combattimento, possiedono vita come i maestri. Chi possiede un valore numerico di resistenza viene vinto quando subisce danni uguali o superiori a tale valore, mentre chi possiede la vita subisce danni come i maestri. Le carte che possiedono il simbolo vita hanno anche un’altra particolarità: indicano che può esistere un solo personaggio con quel nome. Per questi, vengono seguite le stesse regole dei maestri.
  • Esercito: Un esercito possiede sempre tre valori numerici per attacco, difesa e resistenza ed è vinto quando i danni subiti sono uguali o superiori alla sua resistenza. Una carta esercito può essere giocata solo assieme ad una carta Luogo che abbia la dicitura “Luogo abitato”. Durante un combattimento, eserciti rossi o azzurri possono difendere solo luoghi dello stesso colore o al massimo grigi. Un esercito di Scuola può difendere un luogo della sua Scuola o un luogo non di Scuola, mentre un esercito non di Scuola può difendere solo luoghi non di Scuola.
  • Luogo: Si dividono in due grandi categorie: i luoghi abitati e i luoghi disabitati. I luoghi abitati danno Punti Ordine a chi li possiede e sono quindi carte molto importanti. Quando un giocatore non ha più luoghi significa che l’intero mondo da lui conosciuto è in mano ai nemici.
  • Tecnica: Rappresentano gli insegnamenti marziali che una Scuola trasmette ad un suo allievo. Ogni carta va assegnata al maestro a seconda del colore dello sfondo e del simbolo di Scuola che devono coincidere con quelli del maestro stesso. Un maestro non può mai utilizzare più di una tecnica per volta.
  • Spirito: Simili alle carte Tecnica nell’utilizzo e nell’assegnazione, rappresentano le emozioni e le virtù di un maestro.
  • Equipaggiamento: Oggetti divenuti rari con la guerra atomica. A seconda del profilo presente, l’equipaggiamento può essere solo per personaggi, solo per eserciti, solo per luoghi o per due o più categorie (nel caso non ci sia alcun profilo sulla carta). Gli equipaggiamenti diventano un tutto unico con la carta a cui sono stati asseganti e con essa partecipano agli attacchi e alle difese sommando i valori. Tali carte non possono essere attaccate separatamente e non hanno valore da sole.
  • Speciale: Questo tipo di carta dev’essere assegnata ad una carta che sia del tipo indicato dal profilo e di morale uguale (se la Speciale è rossa o azzurra) e che possieda lo stesso simbolo di Scuola (se la Speciale ne possiede uno). Come si evince dal nome, questo tipo di carte presentano tutte delle caratteristiche molto diverse tra loro.
  • Evento: Un delle tipologie di carte più versatili di tutto il gioco. Gli eventi hanno varie durate che identificano l’impatto che ciascuna carta ha sul gioco e anche quando possono essere giocate.

Scopo del gioco è conquistare 10 Punti Ordine in più rispetto all’avversario. Tali punti si ottengono quando si vince o si fa morire una carta avversaria e sono evidenziati in basso a destra. Nel caso che il gioco sia bilanciato e nessuno dei contendenti riesca ad aumentare il proprio margine di vantaggio in maniera significativa, in questo caso perde chi finisce prima le carte del proprio mazzo.

Lanciato sul mercato nel periodo in cui i giochi di carte collezionabili (Magic fra tutti) spuntavano come funghi, pur non raggiungendo clamorose vette di popolarità, seppe guadagnarsi la sua ben cospicua dose di appassionati, complice sì un sistema di gioco accattivante ma anche il fascino delle vicende televisive di Ken, sapientemente rievocate attraverso le immagini e le descrizioni di ogni singola carta. Al set base si aggiunsero presto delle espansioni, tutte riconoscibili da un diverso colore del bordo delle immagini, che nel set base è ocra (bianco nella ristampa):

  • Il Re del Mondo (bordo nero)
  • Le Cinque Forze (bordo verde)
  • Le Tecniche (bordo viola)
  • I Demoni (bordo rosso)
  • La Nuova Era (bordo blu)

Nota a parte la merita la serie speciale con bordo giallo. Alcune di queste carte venivano diffuse tramite la rivista “Sotto il Segno dell’Orsa”, house organ ufficiale di Alchemia, altre, molto particolari, venivano date presso specifici rivenditori o soddisfacendo determinati requisiti !!  (vedere qui per i dettagli).

LA SERIE “RINASCITA” (2014)

rinascita

Il 16 giugno del 2014 è stata messa ufficialmente in commercio RINASCITA, la nuova edizione del gioco di carte. Totalmente compatibile con la precedente, presenta però alcune nuove meccaniche e si propone di cambiare il modo di intendere i giochi di carte collezionabili, proponendo una struttura a mazzi ben definiti per cui non è necessario acquistare numerose carte, ma piuttosto concentrarsi sulle strategie migliori da utilizzare con la tipologia di mazzo a disposizione.

Ulteriori dettagli e aggiornamenti li potete trovare nei diversi articoli dedicati


 

LINK ESTERNI

Annunci