Personaggi Minori

Figli adottivi di Fudo

decanoDecano

Capo carismatico della piccola comunità di sopravvissuti, interroga Kenshiro e lo fa ispezionare per scoprire se addosso porta un tatuaggio a forma di “Z” che lo smaschererebbe come un membro degli ZEED . Grande stupore e timore lo assalgono quando invece scopre che il giovane ha sette cicatrici sul petto disposte secondo la forma del Grande Carro dell’Orsa Maggiore
TORNA SU ▲

misumiMisumi (ミスミ)

Un lungimirante anziano fermamente intenzionato a riportare al suo villaggio un sacchetto di semi di riso in modo da poter coltivare i campi ed ottenere un raccolto tale da poter fermare la spietata lotta per la sopravvivenza.
TORNA SU ▲

BlowBlow (ブロウ)

Gigante dotato di braccia mostruosamente possenti che vorrebbe obbligare il gestore di un locale a dargli del cibo gratis. Kenshiro interviene per fermarlo e ne annulla completamente la forza grazie alla tecnica Hokuto Gōkin Bundan Kyaku. Originariamente anonimo nel manga, trova un nome solo nel videogame Hokuto No Ken Online del 2008.
TORNA SU ▲

johnnyJohnny (ジョニー)

Pavido gestore di un locale dell’oasi, acconsente a sfamare ed ospitare Kenshiro e Bart per due giorni in cambio di un aiuto per fermare il prepotente Blow. Personaggio anonimo nel manga, trova un nome solo a partire dalla sua prima apparizione nel 6° episodio dell’anime storico.
TORNA SU ▲

rimaRima (リマ)

Bambina rapita dai Golan assieme a Lin ed altre donne. Nel tentativo di salvarla, il padre viene catturato e decapitato davanti ai suoi occhi dal Maggiore, provocando nella piccola un forte trauma. Per placare le sue incessanti urla di dolore, Kenshiro deve ricorrere al punto segreto Teishin.
TORNA SU ▲

takiTaki (タキ)

Coraggioso bambino di appena sette anni, Taki ha viaggiato a lungo nel deserto per trovare uomini forti che possano aiutare a scavare un nuovo pozzo al suo villaggio.
TORNA SU ▲

toyoToyo (トヨ)

Anziana e coraggiosa signora che si occupa di un gruppetto di orfani (tra i quali, un tempo, c’era anche Bart) in un villaggio abbandonato. Vive nella speranza di poter in qualche modo proseguire gli scavi di un pozzo in cui, purtroppo, uno spesso strato di roccia impedisce di andare avanti con i lavori. Pronta a tutto pur di difendere quei bambini che ormai considera come figli, non ha paura di imbracciare un fucile e sfidare Jackal e la sua banda al completo.
TORNA SU ▲

sharkShark (シャーク)

Guardiano del pozzo di un villaggio situato 3 km a est da quello di Toyo, sorprende Taki a rubare dell’acqua durante la notte e lo uccide senza il minimo rimorso di coscienza. Kenshiro, giunto sul posto quando è ormai troppo tardi, lo conficca nel terreno con un solo colpo. Il nome del personaggio viene rivelato solo nel videogame Hokuto No Ken Online del 2008.
TORNA SU ▲

anzianoAnziano (長老)

Decano di un villaggio ricco di risorse, questo gentile vecchio acconsente a prendersi cura degli orfani di Toyo in cambio di un favore: Kenshiro dovrà difendere il suo insediamento dai continui attacchi di una banda di predoni.
TORNA SU ▲

koKō (コウ)

Fratello minore di Mamiya, Ko è un adolescente di circa 15 anni che, sfortunatamente, cade nelle mani dei feroci membri del Clan delle Zanne e viene da questi brutalmente ucciso come gesto di rappresaglia dinanzi alla stessa sorella e a tutto il resto della popolazione inerme.
TORNA SU ▲

aki e makoAki e Mako (アキ と マコ)

Rispettivamente fratello minore e maggiore, questi due bambini cadono vittime dell’ossessione di Jagi. Mako, infatti, costretto a camminare con delle stampelle, si mette nei guai urtando per errore uno degli scagnozzi del malvagio impostore e Aki interviene per cercare di salvargli la vita, mostrandosi disposto anche a sacrificare un piede per lui. Jagi, non potendo sopportare l’idea che un fratello minore sia migliore del maggiore, prende Aki e lo abbandona a morire nel deserto, legato ad una pesantissima pietra.
TORNA SU ▲

goerzGoerz (ゲルツ)

Sopravvissuto del Villaggio dei Miracoli, Goerz si trova nell’ultimo dei tre giorni di vita che gli restano in seguito ai crudeli esperimenti del Salvatore. Tale consapevolezza lo ha fatto scivolare in una follia che è sfociata in violenza cieca. Il suo nome non appare nel manga e nemmeno nella serie anime, bensì sugli schizzi preparatori dell’episodio 33 di quest’ultima.
TORNA SU ▲

haystackHaystack (ヘイスタック)

Corpulento bestione verso cui Goerz sfoga la sua furia distruttiva. Nel manga non viene specificato se l’aggressione a questo personaggio sia gratuita o meno, ma dai dialoghi l’impressione è che ci sia un qualche motivo di rancore tra i due. Anche nel suo caso, il nome è presente sugli schizzi preparatori dell’episodio anime in cui compare.
TORNA SU ▲

elleryEllery (エラリー)

Vecchio negoziante a cui Kenshiro si rivolge per barattare benzina in cambio di cibo mentre, nelle immediate vicinanze, si svolge la rissa tra Goerz e Haystack. E’ lui il primo ad accennare a Ken del Villaggio dei Miracoli. Il suo nome compare solo negli schizzi preparatori per l’anime.
TORNA SU ▲

yuuYū (ユウ) e la sua famiglia

Yū è un ragazzino che, da sei mesi, si è ammalato ed ha la febbre alta ogni notte. Per tentare di guarirlo, i genitori lo portano al Villaggio dei Miracoli dove Amiba, il falso Toki, promette di curarlo ma in realtà pone fine alla sua vita tramite la pressione di alcuni punti segreti. Poco dopo, il padre viene ucciso in modo orribile sempre da Amiba e la madre usata come scudo umano durante il combattimento con Kenshiro.
TORNA SU ▲

mitsuMitsu (ミツ)

Fratello minore di Raiga e Fūga, viene tenuto in ostaggio da Uighur per costringere i due colossali guerrieri a difendere l’ingresso principale di Cassandra. Quando i suoi fratelli si ribellano e decidono di aiutare Ken a farla cadere, Mitsu mostra grande spirito di sacrificio e, proprio per questo, il Capocarceriere evita di giustiziarlo, ritenendo che non sia interessante uccidere chi è disposto a morire serenamente.
TORNA SU ▲

genitori di mamiyaGenitori di Mamiya

Personaggi anonimi, si vedono solo nel flashback in cui vengono uccisi a sangue freddo da Yuda, nel giorno del ventesimo compleanno di Mamiya. A loro è dovuta la fondazione del villaggio.
TORNA SU ▲

gandhi“Gandhi”

Personaggio anonimo nel manga, compare nei ricordi di Ryuga ed era il leader di un villaggio che praticava la “non-resistenza al male” come forma di difesa. Anche di fronte a torture ed esecuzioni da parte dei membri dell’Esercito del Re del Pugno, tanto lui quanto i membri della sua comunità rispondevano con il sorriso, in modo da non aggravare il conflitto ma Raoh, di fronte a quella che riteneva solo un’assurda privazione di volontà, non riuscì a contenere la sua furia e lo uccise.
TORNA SU ▲

darukaDaruka (ダルカ)

Anonimo capo di un gruppo di predoni (trova infatti un nome solo nell’anime), viene sorpreso da Juza durante la “valutazione” delle donne appena rapite dai suoi uomini. Il guerriero dei Cinque Astri, intenzionato a prendersi tanto le donne quanto tutto quello che i banditi possiedono, orina in bocca a Daruka per poi saltargli sulla faccia a piedi uniti. Il bestione prova a ribellarsi afferrando i piedi di Juza, ma viene eliminato nel tentativo.
TORNA SU ▲

heguHeg (ヘグ)

Braccio destro di Daruka, questo individuo meschino si occupa della selezione delle donne da portare al suo padrone. Quando questi viene ucciso, temendo per la propria vita, Heg manifesta tutta la sua viltà offrendo a Juza le donne rapite. Anonimo nel manga, trova un nome solo nell’anime.

TORNA SU ▲

Figli adottivi di Fudo (フドウの養子)

figli di fudo

Si tratta di numerosi orfani che il buon Fudo ha deciso di adottare e crescere. Essi rappresentano allo stesso tempo il suo punto debole ma anche il suo più potente stimolo a continuare a combattere. Si può quasi dire che questi pargoli siano il suo vero “esercito”.

kanKan (カン)

Scampato alla cattura da parte degli uomini di Hiruka, viene inseguito e quasi ucciso dalla Squadra di Ricognizione del Re del Pugno mentre tenta di raggiungere Fudo per avvertirlo del rapimento di Tanji e Jiro. Viene salvato dal provvidenziale intervento di Kenshiro.

tanji e jiroTanji e Jiro (タンジジロ)

Rapiti da Hiruka, il loro stesso padre biologico, vengono da questi fatti gettare nelle sabbie mobili, senza la minima esitazione, allo scopo di attirare in trappola Fudo.

TORNA SU ▲

Annunci