Maestri Hokuto Ryūken

kaiohKaioh (カイオウ)

Primo Comandante Supremo della Terra degli Shura, con il corpo rivestito da un’imponente armatura nera come la notte ed il volto perennemente celato da un pesante elmo con maschera, Kaioh tiene l’intero paese sotto un giogo sanguinario e feroce.
Maestro incontrastato dell’Hokuto Ryūken, si è addentrato così a fondo nel “Regno Demoniaco” da averne la piena padronanza ed è proprio grazie a tale potere che riesce a massacrare Kenshiro nel loro primo scontro. Egli nutre infatti un odio viscerale nei confronti della Dinastia Principale di Hokuto, odio che lo ha spinto a rimuovere ogni traccia di sentimento dal suo cuore per far posto soltanto all’ancestrale potenza dello spirito combattivo demoniaco, di cui si è ormai talmente imbevuto da esserne costantemente avvolto. Ogni azione della sua vita ed ogni dolorosa cicatrice che si è procurato per estirpare il proprio lato umano sono sempre state legate al suo desiderio di annientare la stirpe dell’Hokuto Shinken e creare un nuovo ordine in cui sia l’Hokuto Ryūken a dominare il mondo. Per realizzare questo piano, non solo prevede di uccidere Kenshiro, ma anche di unirsi carnalmente a Lin che, in quanto discendente diretta dell’Imperatore del Cielo, partorirebbe un erede nelle cui vene scorre sangue divino.
I suoi piani, però, vengono più di una volta mandati in fumo proprio dalla forza dei sentimenti che egli ha spazzato via ma che sono invece vivi e palpitanti sia in Kenshiro che nei suoi amici ed alleati. Quando infatti, nel primo scontro, tutto sembra ormai perduto per il successore della Divina Scuola di Hokuto, è l’eroico sacrificio di Akashachi e della sua ciurma a permettere a Shachi sottrarne il corpo esanime alla furia omicida di Kaioh. Questo da inoltre il tempo al sangue di Kenshiro di risvegliarsi e, anche se in uno stato di totale incoscienza, annichilire il Comandante Supremo con la sola manifestazione del proprio spirito combattivo. In tale frangente, Kaioh si rende conto che i poteri nascosti nei membri della Dinastia Principale sono un ostacolo insormontabile e decide quindi di ordire un piano perverso e crudele: Fare in modo che gli unici due discendenti di tale stirpe, Ken e Hyoh, si scontrino in un duello fratricida che porterebbe inevitabilmente alla morte di entrambi. Per riuscire nel suo intento, Kaioh non si fa il minimo scrupolo nell’ammazzare a sangue freddo sua sorella minore Sayaka, della quale Hyoh è perdutamente innamorato, e far ricadere la colpa su Kenshiro. Il Primo Comandante Supremo si sente già trionfante quando, di fronte ad una stupefatta Lin, scopre finalmente il proprio volto rivelando di essere il vero fratello maggiore di Raoh. Egli è ormai convinto dell’esito dellla battaglia tra Kenshiro e Hyoh e rivela alla giovane tutti i dettagli di quanto sta organizzando ormai da anni, compreso lo stesso ruolo che la ragazza dovrebbe rivestire come madre del capostipite di una nuova dinastia. ma, anche in questo caso, sono sempre i sentimenti a frustrarne i diabolici disegni: Dapprima quelli della stessa Lin, disposta ad uccidersi piuttosto che assecondarlo, in secondo luogo quelli di Hyoh, che recuperata la memoria durante il combattimento, vede riaffiorare il suo amore per il fratello minore e, infine, quelli di Shachi, che interviene nel mezzo del duello ferendo mortalmente il Secondo Comandante Supremo.
Pazzo d’ira, Kaioh si scontra di nuovo, per l’ultima volta, con Kenshiro. Una battaglia durante la quale la sua anima viene messa a nudo dal successore dell’Hokuto Shinken, che nel frattempo ha ottenuto la conoscenza di tutti i segreti della Dinastia Principale. Il rancore di Kaioh, nato a causa della morte della madre, sacrificatasi proprio per salvare Ken dalle fiamme di un incendio quando questi era ancora in fasce, viene infine placato: sconfitto nel corpo e nello spirito, il guerriero riflette sulla propria vita e comprende di essere stato un debole a lasciarsi trascinare nelle profondità del Regno Demoniaco.

Le tecniche utilizzate da Kaioh nel manga sono:

  • Makai (魔界 – Regno Demoniaco), una condizione spirituale che rappresenta il livello ultimo dell’Hokuto Ryūken e in cui il guerriero sviluppa il “Matooki” (魔闘気- Spirito combattivo demoniaco), divenendo preda di impulsi omicidi incontrollati ma ottenendo l’accesso a tecniche ancora più potenti.
  • Anryū Tenha (暗琉天破 – Distruzione del Cielo della Gemma Oscura): Tecnica che il guerriero acquisisce solo una volta varcato il “Regno Demoniaco”. Si manifesta come un vuoto gravitazionale creato per mezzo del proprio spirito combattivo demoniaco. Una volta intrappolato in questo spazio distorto, l’avversario perde l’orientamento ed il controllo sul proprio spirito combattivo.
  • Anryū Hiha (暗琉霏破 – Fascio Distruttivo della Gemma Oscura): Un micidiale fascio di spirito combattivo demoniaco concentrato che si abbatte contro il nemico.
  • Hokuto Ryū Ken Shikanhaku (北斗琉拳死環白 – Candido Cerchio Mortale della Scuola della Gemma Splendente di Hokuto): Con questa tecnica il guerriero colpisce ed attiva dei punti segreti di distruzione localizzati sulla schiena della vittima. Questa perde immediatamente conoscenza e, al proprio risveglio, quando aprirà gli occhi, si innamorerà della prima persona che vedrà.
  • Kokei Kosoku (呼頸虚塞 – Sospensione Temporanea della Respirazione): Grazie a questa tecnica il guerriero è in grado di combattere sospendendo la propria respirazione.
  • Hokuto Gyakushi Sō (北斗逆死葬 – Trappola Mortale di Hokuto ): Tecnica di combattimento probabilmente ideata dallo stesso Kaioh, sembra essere appositamente studiata per mettere in difficoltà i maestri della Divina Scuola di Hokuto. Per poterla mettere in atto è necessario attirare l’avversario in un’area in cui vi siano sette colonne disposte secondo la forma del Grande Carro dell’Orsa Maggiore mentre il guerriero che la esegue si dispone, rispetto ad esse, nella stessa posizione della Stella della Morte. A questo punto, il maestro della Divina Scuola sarà in trappola: ogni suo movimento verrà inevitabilmente ostacolato dalle colonne. Il segreto della tecnica risiede nella natura stessa dell’Hokuto Shinken: man mano che il maestro ne perfeziona l’arte, sarà sinfatti sempre più portato a seguire il movimento dei sette angoli morti della difesa rappresentati dalle sette stelle.
  • Seimyō Danretsu (凄妙弾列 – Raffica Ultraterrena): Una furiosa serie di attacchi rapidissimi che investono l’avversario con disumana violenza. Si tratta di una tecnica non appartenente all’Hokuto Ryūken ma all’Hokuto Sōkeken.

TORNA SU ▲

hyoHyoh (ヒョウ)

Secondo dei Tre Comandanti Supremi, è il reale fratello di sangue di Kenshiro, dal quale è stato separato durante l’infanzia, quando questi è stato affidato a Toki e Raoh e portato al di là del mare. Nella memoria custodisce il segreto tramandato nel ramo principale della Dinastia di Hokuto e che è riservato a Kenshiro ma, a causa dei timori di Jukei prima e delle macchinazioni di Kaioh poi, tale segreto è stato sigillato assieme al resto dei ricordi di suo fratello minore. Hyoh è quindi cresciuto considerando Kaioh e Han come suoi fratelli, ed è a loro che ha giurato lealtà.
Innamorato di Sayaka, a sua volta sorella minore di Kaioh, Hyoh impazzisce ed entra nel “Regno Demoniaco” quando la ragazza viene uccisa e la colpa viene data a Kenshiro, lo stesso uomo che è giunto dal mare e che ha da poco eliminato anche Han.
In realtà, la morte dell’amata fa parte del diabolico piano di Kaioh per spingere Hyoh e Kenshiro ad uccidersi a vicenda ma, durante l’ormai inevitabile scontro tra i due, il sangue della Dinastia Principale si risveglia, sbloccando ogni ricordo di Hyoh e mandando in fumo i disegni del Primo Comandante Supremo.
Mortalmente ferito da Shachi proprio durante quest’ultimo combattimento, Hyoh utilizza tutte le residue forze per salvare Lin e ricongiungersi a Kaioh, al quale sente di dover chiedere perdono per non essere stato abbastanza da forte da impedirgli di imboccare il sentiero del male. La sua vita giunge al termine proprio tra le braccia di colui che ha sempre considerato suo fratello maggiore e che, a sua volta, sconfitto e prossimo alla morte, decide di immolarsi nella lava stringendolo a sé.

Le tecniche dell’Hokuto Ryūken utilizzate da Hyoh nel manga sono:

  • Makai (魔界 – Regno Demoniaco), una condizione spirituale che rappresenta il livello ultimo dell’Hokuto Ryūken e in cui il guerriero sviluppa il “Matooki” (魔闘気- Spirito combattivo demoniaco), divenendo preda di impulsi omicidi incontrollati ma ottenendo l’accesso a tecniche ancora più potenti.
  • Anryū Tenha (暗琉天破 – Distruzione del Cielo della Gemma Oscura): Tecnica che il guerriero acquisisce solo una volta varcato il “Regno Demoniaco”. Si manifesta come un vuoto gravitazionale creato per mezzo del proprio spirito combattivo demoniaco. Una volta intrappolato in questo spazio distorto, l’avversario perde l’orientamento ed il controllo sul proprio spirito combattivo. In particolare, Hyoh sembra in grado di manipolare questo spazio distorto anche per deviare gli attacchi del nemico diretti ai suoi punti segreti.

In aggiunta, Hyo conosce le seguenti tecniche appartenenti all’Hokuto Sōkeken:

  • Tōshin No O ̄-ra (闘神のオーラ – Aura del Dio della Lotta): Si tratta dell’aura combattiva sprigionata dal sangue degli appartenenti alla Dinastia Principale di Hokuto e che li identifica come divinità supreme della lotta. La sola emanazione di quest’aura è capace di annichilire lo spirito combattivo di qualsiasi guerriero, anche il più potente.
  • Jōma Kōshō (擾摩光掌 – Mano Splendente dal Tocco Ingannevole ): Dopo aver effettuato alcuni movimenti con le mani, concentrando il proprio spirito combattivo tanto da renderle splendenti, il guerriero sferra un veloce attacco dalla provenienza ingannevole, capace di tagliare a metà un avversario in un solo colpo.
  • Manju Maon Ken (万手魔音拳 – Colpo dell’Urlo Demoniaco delle Diecimila Mani ): Un’impressionante sequenza di colpi rapidissimi e letali portati con le mani. Il termine “Maon”, tradotto “Urlo Demoniaco”, potrebbe stare ad intendere l’atto di esalare l’ultimo respiro (ovviamente riferito al nemico).

TORNA SU ▲

hanHan (ハン)

Terzo Comandante Supremo della Terra degli Shura e maestro dell’Hokuto Ryuken, vive nel lusso, circondato da donne e comodità. Talmente sicuro delle proprie forze da non curarsi di avere, nascoste tra i suoi servitori, delle persone pronte ad avvelenarlo o ad approfittare di un suo momento di distrazione per ucciderlo, ama ripetere di aver perso il conto degli avversari che ha sconfitto.
Annoiato dalla sua stessa inavvicinabile superiorità rispetto agli Shura che gli sono sottoposti, Han brama la sfida. Proprio per questo, nonostante non vi sia un reale motivo, Han decide di affrontare Kenshiro in uno scontro mortale quando questi, sulle tracce di Lin, giunge alla sua fortezza. Nello spettacolare combattimento che ne segue, pur rivelandosi un guerriero abilissimo, Han viene infine sconfitto dal successore dell’Hokuto Shinken, al quale egli per primo rivela le sue vere origini poco prima di morire.

Nel manga originale, Han utilizza le seguenti tecniche:

  • Hokuto Ryū Ken Ōgi Mabu Kōsō (北斗琉拳奥義摩舞紅燥 – Segreto della Scuola della Gemma Splendente di Hokuto: Uragano Scarlatto della Danza Demoniaca ): Una potente tecnica che permette di sferrare attacchi talmente veloci che da non poter essere seguiti dall’occhio umano e vengono percepiti come una raffica di vento.
  • Hokuto Ryū Ken Shikka Kōjin (北斗琉拳疾火煌陣 – Segreto della Scuola della Gemma Splendente di Hokuto: Posizione della Fiammata Splendente): Un rapidissimo attacco acrobatico in cui il guerriero, carico di spirito combattivo, si lancia a piedi uniti come un proiettile contro l’avversario, seguendo una traiettoria imprevedibile.
  • Hakura Messei (白羅滅精 – Annientamento della Rete Bianca ): Il guerriero concentra il suo spirito combattivo nei palmi delle mani e lo indirizza contro l’avversario. Non se ne vedono completamente gli effetti in quanto Kenshiro la contrasta con il Tenshō Honretsu
  • Hokuto Ryū Ken Zanfū Enpa (北斗琉拳斬風燕破 – Colpo Distruttore della Rondine che Fende il Vento della Scuola della Gemma Splendente di Hokuto): Un attacco portato con due dita direttamente all’altezza del cuore dell’avversario, cercando di raggiungerne il punto segreto di distruzione che ne causa l’esplosione.

TORNA SU ▲

jukeiJūkei (ジュウケイ)

Maestro e precedente successore dell’Hokuto Ryuken, vive in una sorta di ritiro spirituale, isolato all’interno di una palude, nell’attesa che Raoh torni nella Terra degli Shura per porre fine all’orrore che egli stesso ritiene di aver causato. Su di lui grava infatti un pesante senso di colpa: Sin da quando, pervaso dalla follia omicida per essere entrato nel “Regno Demoniaco”, causò egli stesso la morte di sua moglie e suo figlio, Jukei ha inanellato una serie di fatali errori di valutazione che oramai non riesce più a perdonarsi. Non solo ha insegnato l’Hokuto Ryuken a coloro che, inebriati dal potere acquisito, sono poi divenuti i Tre Comandanti Supremi degli Shura ma, non riuscendo nel tentativo illeggittimo di appropriarsi dei segreti custoditi nella memoria di Hyoh e destinati solo a Kenshiro, decise di sigillare la memoria del ragazzo, rimuovendo quindi da lui anche il sentimento d’amore nei confronti del suo fratellino più piccolo.

Quando si rende conto che è proprio Kenshiro colui che è tornato per salvare la Terra degli Shura, decide di tornare a combattere per porre rimedio almeno a questo suo ultimo errore, affrontando Hyo e cercando di rimuovere il sigillo posto sui suoi ricordi. Purtroppo, però, quando è ormai troppo tardi, Jukei scopre che anche Kaioh è intervenuto sui ricordi di Hyo, ponendo un altro sigillo per cautelarsi dal segreto custodito nella sua memoria. Infine, l’anziano guerriero muore per mano di Hyo, portando con sé l’immenso dolore di non essere riuscito a riparare al suo errore.

Le tecniche utilizzate da Jukei nel manga sono:

  • Makai (魔界 – Regno Demoniaco), una condizione spirituale che rappresenta il livello ultimo dell’Hokuto Ryūken e in cui il guerriero sviluppa il “Matooki” (魔闘気- Spirito combattivo demoniaco), divenendo preda di impulsi omicidi incontrollati ma ottenendo l’accesso a tecniche ancora più potenti.
  • Anryū Tenha (暗琉天破 – Distruzione del Cielo della Gemma Oscura): Tecnica che il guerriero acquisisce solo una volta varcato il “Regno Demoniaco”. Si manifesta come un vuoto gravitazionale creato per mezzo del proprio spirito combattivo demoniaco. Una volta intrappolato in questo spazio distorto, l’avversario perde l’orientamento ed il controllo sul proprio spirito combattivo.

Il personaggio appare anche nel prequel Souten No Ken
TORNA SU ▲

shachiShachi (シャチ)

Nelle notti in cui le sette stelle di Hokuto risplendono più intensamente nel cielo, entra in azione “Rasetsu”, il mostro divoratore di demoni. Un formidabile assassino la cui leggenda serpeggia fra la gente e fa tremare perfino i più spietati e potenti Shura, sistematicamente eliminati senza poter opporre la minima resistenza.
Dietro questa spaventosa figura si cela un ragazzo di nome Shachi, figlio del pirata Akashachi, rimasto nella Terra degli Shura in seguito al fallimento dell’invasione pianificata dal padre diversi anni prima.
Ospitato da Leia e dai suoi genitori, Shachi ha in un primo momento tentato di fuggire da quel posto tremendo ma, essendosi affezionato alla ragazza, non è riuscito ad abbandonarla ad un destino che l’avrebbe vista scegliere tra l’essere presa in moglie da uno Shura o la morte. Sempre per lo stesso motivo, dopo un fortuito incontro con il maestro Jukei, ha accettato di apprendere i segreti dell’Hokuto Ryuken e divenire il feroce “divoratore di Shura” che tutti temono: Spazzare via gli oppressori e ridare un futuro di speranza alla povera gente, questo il suo proposito. Tuttavia, nel corso della sua personale crociata, Shachi si è trovato a ripercorrere passi analoghi a quelli di un grande condottiero che aveva avuto l’onore di conoscere quando era ancora soltanto un bambino: Raoh. Il ragazzo, inebriato anche dalla potenza delle terribili tecniche dell’Hokuto Ryuken, ha infatti progressivamente indurito il proprio cuore e perso molta della sua umanità mentre combatteva la sua solitaria battaglia contro gli Shura. E’ solo grazie all’incontro con Lin e Ken che riscopre il suo lato più nobile, talmente nobile che anche gli spiriti dei defunti maestri della casata di Hokuto lo sosterranno nella sua ultima disperata battaglia contro il diabolico Kaioh.

Le tecniche utilizzate da Shachi nel manga originale sono:

  • Hokuto Ryū Ken Kappagan (北斗琉拳喝把玩 – Presa del Rimprovero della Scuola della Gemma Splendente di Hokuto): Si tratta di un rapido colpo portato con le dita di entrambe le mani direttamente alla testa dell’avversario il quale, dopo pochi secondi, inizia ad implodere su se stesso fino a diventare un’informe massa di carne e sangue sul terreno.
  • Gen On Kai (幻闇壊 – Distruzione Oscura): Si tratta di una tecnica segreta comune sia all’Hokuto Ryuken che all’Hokuto Shinken ed è infatti Kenshiro a testimoniarne gli effetti e a notare la forte similitudine con quella che lui conosce come Hokuto Shinken Ōgi Gen On Kai (幻闇壊 – Segreto della Divina Scuola di Hokuto: Distruzione Oscura), lasciando il dubbio che il nome della tecnica possa anche non essere il medesimo per entrambe le scuole. Ad ogni modo, chi subisce questo colpo resta completamente paralizzato fino alla comparsa in cielo delle sette stelle di Hokuto, momento in cui morirà implodendo su se stesso.
  • Hama Dokushi (破摩独指 – Dito Distruttore dei Demoni): Un attacco portato conficcando il dito indice in un punto debole del corpo dell’avversario e facendo seguire una potente scarica di spirito combattivo. Quando Shachi utlizza questo colpo, nel momento in cui riversa il suo spirito combattivo contro Kaiser, grida “Funha!! ” (噴破), espressione non traducibile che richiama sia la concentrazione sia il copioso sgorgare del sangue dalla testa dell’avversario in conseguenza del colpo.
  • Hokuto Ryū Ken Sōhai Gyakusō (北斗琉拳双背逆葬 – Doppia Inversione Mortale della Scuola della Gemma Splendente di Hokuto): In pratica l’equivalente della tecnica Nishi Shinkū Ha dell’Hokuto Shinken, con cui il guerriero riesce ad intercettare con due sole dita un dardo o una freccia ad egli indirizzati e a rifletterli verso l’aggressore.

TORNA SU ▲

 

Annunci