Tetsuo Hara: le opere dagli esordi ad oggi

By Actarus77 e Squalo Densetsu

Gli esordi

Prima del suo vero debutto, il “nostro” Hara, al liceo realizza con alcuni suoi compagni: “TENSHIN RANMAN”, una fanzine in fotocopia nella quale crea il suo primo fumetto “GENDAI NO JINSEI” (vita contemporanea): un thriller psicologico. Dopo esser diventato assistente di YOSHIHIRO TAKAHASHI realizza:

Superchallenger (スーパーチャレンジャー) Aprile 1982

Un singolo episodio manga incentrato sul pugilato. Con questo il “nostro” vince il primo premio nella trentatreesima edizione del concorso FRESH JUMP indetto dalla SHUEISHA. Il tratto è ovviamente lontanissimo da quello che ben conosciamo, eppure, almeno uno dei personaggi della storia verrà poi ripreso graficamente proprio in Hokuto No Ken. L’avversario che il protagonista si trova ad affrontare sul ring è infatti molto molto simile a Fudo dei Nanto Goshasei!

Mad Fighter (マッドファイター) Fresh Jump, Ottobre 1982

Primissimo incarico affidatogli dalla Shūeisha. Il manga è un concentrato di   violenza che trae la sua ispirazione, anche nel titolo, da “MAD MAX” (film molto caro all’autore a cui si  ispirerà anche per Hokuto No Ken). In breve: è la storia di un ragazzo motociclista, Shin, che vendicherà la morte dell’amico Taka per mano di una banda di altri motociclisti. Anche qui ritroviamo almeno un personaggio che poi verrà ripreso graficamente nelle primissime avventure del successore di Hokuto. In questo caso, il capo della banda di motociclisti è identico a Picche e perde anch’egli un occhio in maniera molto simile.

Crash Hero (クラッシュヒーロー) Weekly Jump n.43, 1982

Si tratta del prologo di Tetsu No Don Quixote, dove ci vengono presentati il protagonista e le sue mirabolanti acrobazie. A rileggerlo ora non si può non constatare quanto il giovane Hara, oltre a mostrare una grandissima passione per il motocross, avesse avuto l’idea geniale di combinare tale sport con quell’immaginario mondo dei manga e degli anime in cui esistono tecniche segrete di ogni genere.

Debutto tra i professionisti

Tetsu No Don Quixote (鉄のドンキホーテ) 1982 – 1983, 2 volumi.
Il Don Chisciotte d’acciaio è la prima vera serie da professionista di Hara. Il manga durò 10 episodi, raggruppati in seguito in 2 volumi. La storia narra la vicende di Kurosu Gen, un motociclista che partecipa a cruente e spettacolari gare di motocross in giro per il mondo. Il suo principale avversario è Higarashi,  molto simile a Shin di Hokuto No Ken. Anche in questo caso, possiamo vedere alcuni elementi che verranno ripresi graficamente in seguito nella sua opera più famosa: oltre al già citato personaggio, possiamo vedere la bandiera con lo stemma della Red Army, l’organizzazione dietro alle gare, essere molto simile alla bandiera dell’esercito del Grande Re. Nelle debite proporzioni, cioè tenendo conto dell’evoluzione del tratto di Hara, anche la ragazza del protagonista sembra avere molti punti in comune con la versione adulta di Lyn.

Hokuto No Ken I e II (北斗の拳) Aprile e Giugno 1983, 2 one shot

Abbandonato definitivamente il mondo del motocross, che sembra proprio non dare i risultati sperati, Hara abbraccia l’idea di Nobuhiko Horie di disegnare la storia di un praticante di arti marziali capace di far esplodere gli avversari dall’interno. Nasce quindi il prototipo di Hokuto No Ken in questi due episodi ambientatiai giorni nostri, in cui troviamo un giovane Kenshiro affrontare gli adepti della Scuola del Tempio Taizan. PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Hokuto No Ken (北斗の拳) 1983-1988, 27 volumi

In seguito al grande successo dei due episodi pilota, l’editore Nobuhiko Horie decide di alzare il tiro e affianca il bravissimo sceneggiatore Buronson al giovane e dotato Hara. Hokuto No Ken cambia il setting iniziale: In un periodo in cui la paura dell’atomica è un sentimento palpabile nell’aria e anche le opere mediatiche vengono sempre più influenzate da tale timore, gli autori scelgono di spostare tutto nel medioevo prossimo venturo, ovvero un nuovo mondo di uomini sopravvissuti ad un immane olocausto nucleare. Il punto di riferimento principale è Mad Max, dal cui immaginario gli autori, soprattutto nelle fasi iniziali, pescano a piene mani, sia graficamente che nelle trame. Kenshiro, ormai cresciuto rispetto al suo prototipo visto negli episodi pilota, si troverà a combattere in favore dei deboli e degli oppressi in quest’epopea che, oltre ad essere il maggior successo della carriera di Hara, rappresenta ormai una pietra miliare nella storia dei manga. PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

CYBER Blue (CYBERブルー) 1988-1989, 4 volumi

Anno 2305. Sono passati 300 anni da quando umani provenienti dalla Terra si sono stabiliti su Tinos un pianeta lontano dalla Terra e non proprio ospitale con una quantità di ossigeno inferiore a quella terrestre. Le classi sociali sono fortemente divise: da una parte i ricchi che vivono negli agi, dall’altra i poveri che sbarcano il lunario e cercano di sopravvivere alle condizioni estreme non solo sociali ma anche ambientali. Blue è uno di questi e per cercare di sopravvivere accetta un incarico che gli sarà fatale. Sopravvissuto, grazie ad una macchina, cercherà di vendicarsi e di capire meglio cos’è diventato e come dovrà usare le sue nuove capacità di “cyber being”!
Di ambientazione fantascientifica, quest’opera di Tetsuo Hara, con sceneggiatura di Rūichi Mitsui e storia basata su un’opera di BOB, è di poco successiva alla sua opera più famosa, Hokuto no Ken. L’ispirazione è fortemente occidentale e nella storia si possono riconoscere facilmente omaggi al cinema da “Terminator” di James Cameron a “Robocop” di Veroheven. In Italia è stato pubblicato la prima volta da Giugno a Dicembre del 1996, in 7 volumi di 128 pagine a cadenza mensile, sulla testata Techno della Star Comics. Una nuovissima edizione è prevista da parte di J-Pop Manga per il 2012. PER ULTERIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI

Hana No Keiji– Kumo No Kanata Ni (花の慶次 -雲のかなたに) 1990-1993, 18 volumi

Keiji è il nipote di Toshiie Maeda, uno dei più grandi feudatari giapponesi dell’epoca Sengoku (1467-1568). In questo periodo di grandi battaglie, volte a decidere chi dominerà il Giappone dopo il grande Oda Nobunaga, che avviò il processo d’unificazione, si svolgono le eroiche e sublimi avventure del nostro eroe, il più grande Kabukimono mai esistito. Con grande accuratezza, ma molta fantasia, i due autori ci mostrano la crudezza e la violenza dell’epoca evidenziando al tempo stesso la mentalità e la filosofia di vita dei grandi samurai. Consigliato a chi desidera seguire, oltre ad una sana dose di combattimenti tra samurai, la vita politica e le vicende storiche (certamente romanzate ma ricostruite con accuratezza) dei più grandi personaggi storici del Giappone feudale. PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Kōryū no Mimi (黄龍の耳) 1991 – 1993, romanzo in 4 volumi

Tetsuo Hara illustra “L’orecchino di Huanglong (il Dragone Dorato)”, una serie di romanzi scritti da Noriyoshi Ohsawa e Nobuhisa Tsuruoka. Classica serie di spy story che vedono il protagonista, un agente segreto, muoversi tra ambienti malavitosi, belle donne, loschi traffici e oscuri segreti.

Zhí Yè Xiōng Shǒu (職業兇手) 1993, one-shot

Letteralmente “Professione Killer”, è un manga one-shot pubblicato su Weekly Jump. La storia si svolge ad Hong Kong e vede il giovane Satoshi, agente del dipartimento antidroga Giapponese, catturato da un’organizzazione di narcotrafficanti e sottoposto a tortura. Mentre viene pestato a sangue sotto lo sguardo attento di Ryu, il capo dell’organizzazione, egli ripensa ai motivi che lo hanno portato fin lì e che risalgono a 12 anni prima, quando i narcotrafficanti uccisero la sua unica sorella nel giorno del matrimonio con Hayama, anch’egli agente dell’antidroga. Da quel giorno, Satoshi ha iniziato la sua caccia ai responsabili, mentre Hayama è scomparso misteriosamente. Mentre l’interrogatorio procede, un killer solitario si fa strada nel palazzo e in breve, sgominati tutti gli scagnozzi di Ryu, fredda anche il capo della banda, salvando Satoshi. Questi, riconosce nell’uomo proprio lo stesso Hayama ma, voltatosi, il killer sentenzia: “Non ho un nome, non ho una famiglia, sono soltanto un assasino…”

Muscle Bomber (マッスルボマー) 1993-1994, serie di videogames

Giunta in occidente con il nome Slam Masters, questa serie di videogames della Capcom vede Tetsuo Hara curare sia il character design dei personaggi in-game sia le illustrazioni che accompagnano tanto le versioni arcade quanto quelle per home console. In breve, si tratta di picchiaduro ispirati al mondo dello spettacolare pro-wrestling giapponese, in cui i personaggi se le danno di santa ragione (singolarmente o in tag team) con le loro tecniche acrobatiche. Gli episodi di questa serie sono 3: Muscle Bomber – The Body Explosion (in occidente Saturday Night Slam Masters), Muscle Bomber Duo – Heat Up Warriors (in occidente Muscle Bomber Duo – Ultimate Team Battle) e Super Muscle Bomber – The International Blowout (in occidente Ring of Destruction – Slam Masters II). Purtroppo, nelle versioni occidentali, oltre ai nomi sono state sostituite anche le immagini in-game di selezione dei personaggi disegnate dal maestro.

Kagemusha Tokugawa Ieyasu (影武者徳川家康) 1994 – 1995, 6 volumi

Anno 1600, era Keicho. Le armate di Toyotomi e Tokugawa sono pronte ad affrontarsi nella Battaglia di Sekigahara…
Jirosaburo, un guerriero errante, è alla testa dell’armata di Ieyasu Tokugawa come “Kagemusha” (letteralmente “guerriero ombra”, ovvero un sosia che fosse pronto a sacrificarsi al posto del proprio signore). I due uomini si somigliano così tanto che in nessuno riuscirebbe a distinguerli, nessuno… tranne gli occhi affinati di un assassino che si nasconde fra le truppe. Quando il vero Ieyasu cade sotto la lama del sicario, Jirosaburo ne prende l’identità e si fa’ carico del suo destino di conquista ed unificazione del paese.
Dopo l’incredibile successo di Hana No Keiji, Hara torna con questo manga liberamente ispirato alla figura di Tokugawa, personaggio che avevamo già intravisto proprio nella sua precedente opera, nato nel clan Matsudaira come Matsudaira Motoyasu e che asceso a una posizione di grande potere durante il periodo Sengoku al seguito del suo signore Oda Nobunaga, nel 1567 chiese e ottenne dall’Imperatore di poter cambiare il proprio nome, fondando di fatto un nuovo clan. Il periodo storico è sempre quell’epoca Sengoku (1478 -1605) in cui il Giappone era diviso in tanti piccoli feudi in costante lotta tra loro. PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Kaen no Shō (火焔の掌) 1995, one-shot

Storia di 55 pagine pubblicata su Weekly Jump Spring Special, vede di nuovo Hara alle prese con i suoi piatti forti, ovvero misteriche scuole di arti marziali e tragedie famigliari. Il protagonista, Sho, i cui genitori sono stati assassinati, è infatti allievo di un maestro cinese che lo ha iniziato ad antiche tecniche segrete che lo rendono capace di sviluppare fiamme dalle mani.

Creata per questo numero speciale, al quale hanno contribuito tutti i grandi autori della Shueisha, la storia di Kaen No Shou, a tutti gli effetti, sembra vedere Hara semplicemente cogliere l’occasione per omaggiare la sua opera più famosa, Hokuto No Ken e già nel titolo ritroviamo un gioco di parole molto simile: Può infatti significare “Palmi delle Fiamme” o “Sho delle Fiamme”.

Takeki Ryūsei (猛き龍星) 1995-1996, 3 volumi

Ryūsei è il capo di un gruppo di motociclisti ma, per curare la sorella gravemente malata, lascia la banda per recuperare il denaro necessario.
Il manga inizia quando, tornato in città dopo due anni di assenza, decide di riprendere il controllo del suo gruppo ormai frazionato.
Proseguendo nel suo scopo scoprirà che coloro che lo hanno sostituito alla guida hanno intessuto legami con la Yakuza e che toccherà a lui far fronte ai problemi che tali affiliazioni comportano.
Pubblicato anche in Italia dalla Star Comics dal Novembre 199 al Gennaio 2000, con il titolo Ryusei il temerario, si rivela purtroppo uno dei peggiori flop del maestro. La trama infatti, dopo un inizio molto promettente, inizia a divagare in direzioni difficili da giustificare e comprendere, con il risultato che la serializzazione viene interrotta bruscamente senza offrire un vero finale, lasciando un forte amaro in bocca per l’occasione sprecata. Punto a favore dell’opera sono i maestosi disegni di Hara, qui davvero in gran forma.

Hokuto No Ken – Jubaku No Machi (北斗の拳 – 呪縛の街) 1996, romanzo

In coppia con Buronson, Tetsuo Hara riprende finalmente in mano le sorti del successore dell’Hokuto Shinken a ben 8 anni dalla fine della serie manga e, insieme, i due autori sfornano un romanzo in cui Kenshiro combatte ancora una volta in favore dei deboli e degli oppressi, stavolta vittime di un “sortilegio”, un diabolico inganno perpetrato dal dittatore Sanga, il quale tiene soggiogata la popolazione grazie ai miracoli di Doha, un bambino divino. Kenshiro, che nel frattempo ha fatto la conoscenza del giovane Tobi, dovrà intervenire quando Sanga, nella sua sete di potere, farà rapire Sara, amica del ragazzo. la donna sembra infatti in grado di guarire con il semplice tocco delle mani e Sanga vuole sfruttarne il potere per soggiogare ancor di più la popolazione. In breve, Kenshiro si troverà a combattere ed eliminare il folle dittatore, ma ben presto dovrà fare i conti con un oscuro personaggio proveniente proprio dal passato di Sanga… PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Kiseki Moyuru Toki (輝石燃ゆる時) 1996, one-shot

Storia di 47 pagine, pubblicata sul numero 43 di Weekly Jump, che vede protagonista un principe la cui amata è stata rapita dal Signore della Luna.

Chase (チェイス) 1997, one-shot

Altra storia breve di 40 pagine con ambientazione militare, pubblicata sul secondo numero di Manga Allman della Shogakukan, in cui il nostro Hara si riunisce con il mitico Bronson.

SAKON Sengoku Funroku (SAKON -戦国風雲録) 1997-2000, 6 volumi

Questo manga, spin-off del precedente Kagemusha Tokugawa Ieyasu, narra le gesta del coraggioso ed onorevole samurai Shima Sakon, abile subordinato di Ishida Mitsunari, che combatté contro Tokugawa durante la battaglia di Sekigahara.
Alcuni libri di storia ci dicono che Sakon morì durante quella battaglia, altri invece dicono che sia battuto in ritirata a Kyoto dove lo attendeva il clan Yagyu. E altri ancora…

Disegnato da un Hara in splendida forma (che però indugia molto sui primi piani piuttosto che sulle figure intere), questo manga ci presenta un protagonista che, sebbene inizialmente ricordi molto Keiji Maeda, in realtà, sotto la sua apparenza solare, nasconde un animo furente che trova pieno sfogo sul campo di battaglia. Sakon, infatti, è capace di sterminare intere schiere di avversari mentre è in preda alla sua frenesia, neanche i proiettili sembrano in grado di fermarlo, mentre la sua spada è capace di perforare le rocce. PER APPROFOMDIRE CLICCA QUI

Hydra (九頭龍) 1997-1998, 1 volume

Il fumetto narra le vicende di Yami, un ex investigatore divenuto membro di un’organizzazione criminale, chiamata “Dai-Kirin-Kai”, che ambisce a ottenere la supremazia nel mondo della malavita.
Ma, il vero motivo che ha spinto quest’uomo, servitore della giustizia, a far parte del mondo criminale è la sua sete di vendetta. 12 anni prima i suoi genitori furono coinvolti in una disputa, al centro della quale vi era proprio il “Dai-Kirin-Kai”, e in seguito a questa persero la vita; anche la sorella minore, rimasta stravolta per l’accaduto, aveva totalmente perso il ben dell’intelletto.
Yami, assettato di vendetta, subito dopo il suo ingresso nell’organizzazione entra in possesso di un’ arma diabolica, che era appartenuta in precedenza alla mafia cinese. Il nome di quest’arma è Hydra.
Questa è una pistola all’apparenza normale, ma in realtà capace di sventagliate impressionanti di proiettili e talmente potenti da far saltare in aria un uomo.
Comincia così l’epopea di Yami l’epuratore e del suo rancore celato per lungo tempo, che lo porterà a uccidere tutti quelli che si sono macchiati dei crimini più efferati e a soddisfare la sua voglia irrefrenabile di vendetta.

Kōkenryoku Ōryō Sōsakan Nakabō Rintarō (公権力横領捜査官 中坊林太郎) 1998-2000, 2 volumi, supervisione di Makoto Sakata.

Mentre l’economia giapponese sprofonda sempre più nel caos, i capi dei paesi più sviluppati, esercitando la loro enorme autorità, fanno promulgare una legge che condanna l’appropriazione indebita del potere pubblico, allo scopo non solo di favorire una stabilità economica a livello mondiale, ma anche la ripresa dell’economia giapponese. Alla base delle inchieste condotte dalla “Sezione Investigativa Contro l’Appropriazione Indebita Del Potere Pubblico”, che gode di svariati privilegi, vi è una legislazione provvisoria sulla violazione della Costituzione che si traduce in confische di patrimoni e, inoltre, in condanne di reclusione di non meno di 5 anni, per tutti quelli che si sono arricchiti approfittando della propria posizione o che hanno sfruttato il proprio potere pubblico e la propria autorità.
L’investigatore protagonista della storia, e vero e proprio “giustiziere”, è Rintarō Nakabō, il quale si avvale degli espedienti e dei sistemi più assurdi e intransigenti per portare avanti il suo lavoro, affrontando politici e banche e confiscando senza tregua patrimoni acquisiti con mezzi illeciti.

Aterui Nisei (阿弖流為Ⅱ世) 2000, 1 volume, sceneggiatura di Katsuhiko Takahashi

Il racconto è incentrato su due personaggi basati su figure realmente esistite: “Aterui” e “Sakanoue no Tamuramaro”.
Il primo era il capo di una tribù chiamata Emishi, considerata barbara e, in seguito, soggiogata; il secondo un generale leggendario che combattè contro i “barbari” per ordine dell’impero giapponese. La guerra, chiamata “guerra dei 38 anni”, fra le due fazioni si concluse con la sconfitta degli Emishi nell’ 802 d.C. Le vicende narrate nel racconto riproporranno, in chiave moderna, la loro eterna disputa.
La storia s’incomincia con Ryūichi Kōgami, un professore assistente di archeologia al centro di ricerche dell’università di Tokyo, allergico al latte di mucca, il quale manda una mail alla propria fidanzata Miyuki, nella quale le racconta di aver trovato e portato alla luce, fra le montagne di Hayachine nella prefettura di Iwate, un’arma leggendaria: il “Drago (Ryū)”.
Tuttavia, questo manufatto riveste un’importanza enorme per il governo, che considera la questione segretissima. Subito dopo aver mandato la mail, difatti, il giovane professore viene aggredito e ucciso da uomini in abito nero, i quali in seguito tentano di cancellare ogni traccia o prova dell’accaduto con dell’esplosivo. Improvvisamente, la spada comincia ad emettere della luce abbagliante; subito dopo il leggendario guerriero Aterui, cavalcando 1200 anni di storia, risorge nell’epoca presente. Impossessatosi del corpo di Ryūichi torna in vita e si dirige a Tokyo per frenare l’ambizione di Tamuramaro (che in questo racconto è un alieno malvagio), il quale sta progettando di far ritorno al suo pianeta natio. Per riuscire nel suo intento è necessaria la totale distruzione della Terra, condizione che gli permetterebbe di riportare alla luce la “Piramide (飛龍眠土)” grazie alla quale tornare sul suo pianeta. E’ qui che ha inizio la grande lotta fra i due.

Souten No Ken (蒼天の拳) 2001-2010, 22 volumi

Nel 2001, finalmente Hara decide di narrare una nuova grande epopea ambientata nell’universo di Hokuto e, sotto la supervisione di Buronson e Nobuhiko Horie, inizia l’avventura di Souten No Ken! Se il precedente Kenshiro si muoveva in un mondo disastrato dalla guerra e dominato da violente bande di criminali, il suo predecessore, anch’egli dallo stesso nome, non è da meno, e affronta il suo destino per le strade della Shangai degli anni ’30, tra potenti organizzazioni malavitose e sotto la minaccia incombente della guerra. Il manga, un seinen (dedicato ad un pubblico adulto), è stavolta incentrato sulle lotte intestine tra le varie scissioni della casata madre di Hokuto e vede il protagonista affrontare potentissimi maestri seguendo un fato che porterà sia lui che il lettore a scoprire le vere origini dell’Hokuto Shinken! PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Mori no Senshi Bonolon (森の戦士ボノロン) 2005 – in corso, racconti illustrati

Quando credevamo di averle viste tutte, Hara ci stupisce e dedica parte del suo tempo ai racconti illustrati per bambini. Il protagonista è Bonolon, il guerriero della foresta, pacioso gigante che vive nel bosco delle grandi querce. Nonostante l’aspetto, Bonolon ha solo 9 anni di età, ma ha un profondo senso di giustizia e si sforza di diventare un adulto affidabile. Per questo motivo, quando le lacrime delle persone fluiscono verso le radici delle grandi querce, trasmettendo il loro dolore a Bonolon, questi esce dal bosco per correre in aiuto di chi ne ha bisogno, facendo tutto il possibile per risolvere il problema! Da questi racconti, oltre a tutta una serie di iniziative benefiche e didattiche, è stata tratto anche un anime per la TV di 26 episodi. SITO UFFICIALE

Gifu Dodo!! Naoe Kanetsugu – Maeda Keiji Tsuki-Gatari (義風堂々!! 直江兼続 -前田慶次月語り) 2008 – in corso

Con questo titolo si presenta lo spin-off di Hana No Keiji dove stavolta troviamo Hara alla sceneggiatura (coadiuvato dall’onnipresente Nobuhiko Horie) mentre il promettente Yuji Takemura si occupa dei disegni. Il manga, la cui pubblicazione è iniziata nel 2008 sulle pagine di Comic Bunch per poi sopravvivere alla chiusura della rivista e continuare su Comic Zenon, narra la storia di Naoe Kanetsugu, amico intimo di Keiji Maeda. La storia vede Keiji, ormai ritiratosi a vita privata e nella veste di narratore, raccontare le gesta giovanili di Kanetsugu, nobile samurai al servizio del clan Uesugi, noto per le sue eccezionali doti di comando e per aver preso parte a molte delle battaglie combattute sulle coste del Mar del Giappone durante l’epoca Sengoku. PER APPROFONDIRE CLICCA QUI.

Ikusa No Ko – Oda Saburo Nobunaga Den (いくさの子 織田三郎信長伝) 2010 – in corso

In questa nuova serie storica, che ha richiesto 4 anni di preparazione da parte dello sceneggiatore Kitahara Seibo (pseudonimo sotto il quale si cela in realtà Nobuhiko Horie), si narrano le vicende legate alla giovinezza di Oda Nobunaga,  argomento sul quale si possono solo fare speculazioni, poiché sono pochi i documenti che trattano questo aspetto. La serie, lanciata sul mensile Comic Zenon a partire dal 25 ottobre 2010, dopo un breve preambolo sugli ultimi istanti di vita di Nobunaga, inizia la narrazione proprio dall’infanzia di questo leggendario condottiero. Un Hara in splendida forma illustra un nuovo manga ambientato nel periodo degli Stati Combattenti! PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Annunci