Dossier – La carriera di Junichi Hayama (terza parte)


Kenshiro 5

Con questo terzo appuntamento, riprende il viaggio nella carriera del maestro Junichi Hayama, un approfondimento che mira a ripercorrere le diverse tappe della vita lavorativa di questo magnifico artista dell’animazione giapponese, celebre non solo per averci regalato alcune delle più belle animazioni ed illustrazioni del mondo di Hokuto ma anche per tanto altro. Buona lettura!😉

PRIMA DI INIZIARE – GLOSSARIO

Alcuni termini saranno di facile comprensione, mentre altri più specifici hanno bisogno di una piccola spiegazione prima di iniziare a leggere questo approfondimento.

  • Character design (キャラクターデザイナー):  detto anche Chara design, è quella parte del lavoro che consiste nello studio grafico e nella caratterizzazione, in parte anche psicologica, dei personaggi della storia creati dall’autore. Attraverso una serie di prove grafiche dette settei, è chiamato a dare ai personaggi il massimo dell’espressività con il minimo dei tratti: deve occuparsi, quindi, di fissarne la fisionomia, le proporzioni tra le varie parti del corpo, le principali espressioni, l’atteggiamento e la postura, la pettinatura, l’abbigliamento, fornendo così una sorta di guida di riferimento il più semplice possibile da riprodurre per gli animatori che dovranno farli “muovere”.
  • Sakkan (作監): contrazione di sakuga kantoku (作画 監督 – direttore dei disegni), è la figura che supervisiona, controlla e corregge i disegni degli animatori. Egli ha soprattutto cura della resa dei movimenti nel complesso dell’azione. Le correzioni, il più delle volte, sono necessarie per riportare il tratto dei personaggi a quello fissato nei settei dal character designer, al fine di garantire l’uniformità di stile dei disegni. Spesso il sakkan può coincidere proprio con quest’ultima figura, e realizza anche molti dei disegni chiave (keyframe). Nell’ambito di una serie, soprattutto se particolarmente lunga, frequentemente si avvicendano anche più sakkan.
  • Genga (原画): L’animazione chiave, si occupa appunto di creare i disegni chiave (keyframe) della scena, disegni che vengono poi inviati al sakkan per le correzioni.
  • Dōga (動画): L’intercalazione è quella fase in cui vengono creati dei frame d’animazione che collegano due keyframe.
  • E-konte (絵コンテ): E’ un termine il cui significato è “continuità grafica”, ed è un documento di lavoro sostanzialmente fisso che restituisce in modo molto più preciso ciò che sarà l’animazione definitiva, scena dopo scena. Contiene dettagli ed informazioni quali il numero di frame per scena, gli effetti visivi e gli sfondi necessari, le inquadrature, i movimenti di camera, la dinamica e la composizione delle scene, tutti dati che servono ai disegnatori ed agli animatori per portare a termine il proprio lavoro in minor tempo.

Hokuto No Ken Typing Ougi “Gekiuchi” (1998 – 2000) Serie di Typing Games

Gekiuchi(Illustrazioni delle confezioni, Genga e immagini promozionali)

Lanciata dalla SSI Tristar, si tratta di una serie di particolari videogames realizzati per sistemi Windows e MAC. Il gioco prevede di combattere contro diversi avversari, ripercorrendo le vicende della saga, utilizzando la corretta digitazione delle parole segnalate a schermo entro un tempo limitato e senza errori. Digitando correttamente si ferisce il nemico, sbagliando si subiscono danni. Il maestro Hayama ha curato, oltre al capostipite della serie, anche i capitoli Gekiuchi 2 e Gekiuchi ZERO.
Vedi la scheda completa sulla serie Gekiuchi

Rurouni Kenshin – Meiji Kenkaku Romantan – Tsuioku Hen (1999) 4 OAV

(Genga ep.1)

4 OAV che rappresentano un prequel della serie TV dedicata al samurai vagabondo creato da Nobuhiro Watsuki. In essi vengono narrati episodi presenti nel manga ma che non trovano spazio nell’anime televisivo, partendo dall’incontro con il maestro Hiko, dal quale il protagonista apprende i segreti delal tecnica Mitsurugi Hiten, fino all’incontro con Tomoe e al tragico destino di quest’ultima. Tutti gli OAV sono stati pubblicati anche in Italia da Dynit con il titolo Kenshin Samurai Vagabondo: Memorie Del Passato.

Street Fighter ZERO – THE ANIMATION (1999) OAV

(Genga)

Film d’animazione realizzato per celebrare il decimo anniversario della serie di beat’em up ad incontri Street Fighter e che vede protagonisti i famosi guerrieri della Capcom, Ryu, Ken, Chun Li, Rose, Sakura, Adon, Sodom, Guy, Birdie, Dhalsim, Zangief e tanti altri, riuniti in 98 minuti d’azione e combattimenti. Le vicende qui presentate sono relative alla serie “Zero” (Alpha in occidente) e vedono il protagonista, Ryu, alle prese con il Satsui No Hadou (Flusso Omicida), un oscuro potere sovrannaturale che lo consuma risvegliando in lui il desiderio di uccidere. Nel frattempo, un folle scienziato sembra intenzionato ad appropriarsi di tale potere…

Masō Kishin Cybuster (1999) Serie TV

cybuster(Genga della sigla d’apertura e dell’episodio 25)

Anime di 26 episodi basato sulla figura di un robot creato dalla Banpresto nel 1991 per la propria serie di videogames Super Robot Wars. La trama, che diverge da quella del gioco, narra di un futuro non troppo remoto in cui il giovane protagonista Ken Andoh scopre che sia il suo destino che quello della Terra sono collegati a questo misterioso robot proveniente da un’altra dimensione.

Chōjin Rok – Mirroring (2000) OAV

(Character design)

Spazio, estremo futuro dell’umanità: la potente Federazione Galattica ha il controllo dell’intero universo conosciuto. In questo scenario si muovono le creature più diverse, tra cui gli esper, umani con capacità sensoriali paranormali e per questo mal tollerati dalla società. Rok è un esper molto speciale, che ha vissuto accanto all’umanità fin dai primordi del genere umano. Durante l’esplorazione di una base aliena, però, viene catturato da un programma senziente di nome Elena, riattivato accidentalmente da due predoni spaziali. Il programma prende il controllo del protagonista e gli ordina di riunire gli esper per crearsi un proprio santuario, portando l’umanità sull’orlo di una guerra civile che rischia di sconvolgerla per sempre. Gli unici che possono impedirlo sono due esper amici di Rok, la teleporta Nia e il programmatore Stan Svensenn, che altri non è se non il creatore della stessa Elena.

Time Bokan 2000: Kaitou Kiramekiman (2000) Serie TV

(Genga dei titoli di testa)

Ottava serie della saga delle Time Bokan, stavolta vede i ruoli apparentemente invertiti. L’inafferrabile coppia di ladri chiamati Kiramekiman è costantemente inseguita da uno sgangherato trio di poliziotti che non riesce mai ad acciuffarli. In realtà i propositi dei Kiramekiman sono nobili: compiono furti solo per sottrarre oggetti che metterebbero in pericolo il futuro…

Punch Mania Hokuto No Ken (2000) Videogame

Punch_Mania_cabinet(Illustrazioni dei cabinati)

Conosciuto in occidente anche con il titolo Fighting Mania – Fist of the North Star, questo coin-op è probabilmente la materializzazione dei desideri più segreti di ogni fan di Hokuto No Ken: un arcade studiato per essere preso a cazzottoni violenti ed impetuosi, gettando litri di sudore sui poveri astanti, testimoni questi ultimi delle immani battaglie che il giocatore affronta contro i personaggi principali della serie. Alla fine dello stesso anno, il maestro Hayama ha curato anche le illustrazioni dei cabinati di Punch Mania Hokuto No Ken 2, arcade prevedibilmente basato sulla seconda serie delle avventure di Kenshiro e che, rispetto al precedente, dava l’opportunità a due giocatori di affrontare gli stage in cooperativa, facendosi strada tra le truppe imperiali e gli Shura fino ad arrivare allo scontro finale con Kaioh.

Hokuto No Ken – Seikimatsu Kyūseishu Densetsu (2000) Videogame

HNKPSX(Illustrazione della confezione e immagini promozionali)

Probabilmente uno dei giochi che più è rimasto nel cuore dei fan di Hokuto No Ken. Di certo non un capolavoro di giocabilità, questo titolo per Playstation riprendeva fedelmente gli eventi della prima parte del manga (tranne alcuni eventi come ad esempio il capitolo su Ryuga) e mescolava il tutto con una colonna sonora molto simile a quella dell’anime. Fatto notevole, TUTTI i doppiatori della serie animata hanno prestato la loro voce ai personaggi del gioco. Oltre alla modalità principale, volta a portare Kenshiro fino alla resa dei conti con Raoh, era presente una modalità VS. in cui era possibile combattere in duelli uno contro uno utilizzando i diversi personaggi sbloccati nel corso dell’avventura: Kenshiro, Toki, Raoh, Shin, Yuda, Rei, Souther, Fudo, Shu, Amiba, Jagi, Mamiya, Heart e Uighur. Altre modalità alternative erano l’Abeshi (un survival mode) e il Seikimatsu Theater, che permetteva di ricreare le scene a piacimento editandone i dialoghi.

Yū☆gi☆ō Duel Monsters (2000 – 04) Serie TV

(Sakkan ep.94, 124, 173 e 179, Genga degli ep. 100, 106, 112, 118, 125, 130, 161, 167)

Seconda serie animata delle avventure del “Re dei giochi”, si concentra esclusivamente sugli improbabili duelli a colpi di magiche carte capaci di evocare potenti creature e spaventosi poteri. Il tutto, in mano ad un pugno di marmocchi che si ritrovano ben presto a combattere per salvare il pianeta…🙄 In Italia, la serie è stata trasmessa con il solo titolo Yu-Gi-Oh, alla quale sono poi seguite le serie derivate mentre manca ancora all’appello la prima (1998).

Pachislot Kizoku Gin (2001) Serie TV

(Character design, Sakkan della sigla di chiusura e degli ep. 18 e 23, illustrazioni promozionali e copertine per CD, copertine per i DVD e illustrazione del DVD-BOX)

Serie di 23 episodi basata su un manga omonimo ambientato nel mondo dei pachislot…😐 Insomma, se ancora non si era capito fino a che punto queste machinette mangiasoldi siano divenute popolari in Giappone, questa serie toglie ogni dubbio😆

Mazinkaiser (2001 – 2002) Serie di OAV

mazinkaiser(Genga dell’episodio conclusivo)

7 OAV che, ignorando le vicende narrate in UFO Robot Grendizer, forniscono un sequel alternativo alla saga dei Mazinger, presentando il nuovo e potentissimo Mazinkaiser, pilotato sempre da Koji Kabuto, di nuovo alle prese con i piani diabolici del Dottor Inferno e del Barone Ashura, intenzionati a conquistare il mondo con i loro mostri guerrieri. Nel 2003, il maestro Hayama ha realizzato i disegni chiave anche per il mediometraggio animato Mazinkaiser: Shitou! Ankoku Daishogun (da noi Mazinkaiser contro il Generale Nero).

Oideyo! Henamon Sekai Kasumin (2001 – 2003) Serie TV

kasumin(Layout episodio 17)

Serie animata di 78 episodi che vede protagonista Kasumi Haruno, una bambina di quarta elementare, alle prese con strane ma simpatiche creature chiamate Henamon, una specie di spiriti della casa. L’anime ha riscosso un discreto successo in madrepatria, arrivando in alcuni casi a superare in ascolti serie culto quali Inuyasha ed Hellsing.

X (2001) Serie TV

x(Layout episodio 11)

Anime di 24 episodi basato sull’omonimo manga creato dal gruppo di autrici noto come CLAMP. Protagonista è Kamui Shiro, sedicenne dotato di poteri ESP sul quale grava il destino dell’umanità e che si ritroverà a combattere contro il suo più caro amico d’infanzia pur di scongiurare la veniente apocalisse. La serie è giunta anche in Italia e, dal 2014, è stata inserita nel palinsesto di Ka-Boom, canale 139 del digitale terrestre.

Digimon Tamers Battle Spirit (2001) Videogame

digimon(Illustrazione per la confezione e altre immagini)

Videogame pubblicato da Bandai per la propria console portatile Wonderswan Color (progettata, ironia della sorte, da Gunpei Yokoi, creatore del Game Boy originale e che si era licenziato dalla Nintendo dopo il fallimento del Virtual Boy) vede protagonisti i Digimon (i compagni di banco copioni dei Pokémon) e i loro amici umani Digiprescelti, alle prese con Millenniumon, una specie di virus che cerca di corrompere tutti i dati presenti nel Digi World per poi poterli utilizzare per i propri fini. Il maestro Hayama ha curato le illustrazioni di copertina anche per Digimon Tamers Battle Spirit ver. 1.5, upgrade di questo titolo e per Digimon Tamers Battle Spirit ver. 2.0, sequel del gioco.

Ojamajo Doremi Dokka~n! (2002 – 2003) Serie TV

doremi(Genga del primo episodio)

Quarta e conclusiva stagione per l’anime che in Italia è noto come Magica Doremi e di cui sono protagoniste delle streghette musicali, questa volta impegnate a tentere di risvegliare Majo Tourbillon, ex regina del Regno delle Streghe, che dorme intrappolata da sei rovi e da una potente barriera magica. Questa stagione, con il titolo Mille Magie Doremi, è stata trasmessa su Italia 1 per la prima volta nel 2005.

Kinnikuman II Yo Massuru Ninjin Sōdatsu! Chōjin Daisensō (2002) Film d’animazione

(Genga)

Secondo film d’animazione basato sul nuovo manga Kinnikuman Nisei, iniziato nel 1998 dagli storici autori Takashi Shimada (sceneggiatura) e Yoshinori Nakai (disegni). Stavolta gli eroi della nuova generazione sono alle prese con il salvataggio di una principessa…

Gekijōban Pocket Monster Mizu no Miyako no Mamorigami Latias to Latios (2002) Film d’animazione

(Genga della seconda parte della sigla di chiusura)

Conosciuto in occidente come Pokémon Heroes, è il quinto film d’animazione dedicato ai mostriciattoli della Nintendo. Stavolta i protagonisti si trovano nella città di Altomare (una versione fantasiosa di Venezia), ma la musica è sempre la stessa: combattimenti tra mostri a suon di tecniche speciali per la gioia di tutti i Pokédipendenti e l’inserimento di nuovi esemplari per continuare a diffondere la loro mania di collezionismo…🙄

Bomberman Jetters (2002 – 03) Serie TV

bomberman jetters(Genga della sigla di apertura e dell’episodio finale)

Anime televisivo in 52 episodi basato sulla famosissima serie di videogame Bomberman e, in particolare, sul capitolo per Gameboy Advance chiamato appunto Bomberman Jetters, dove il protagonista, Shirobon, entra a far parte di una forza di polizia intergalattica (di cui Mighty, il suo fratello maggiore scomparso in circostanze misteriose, era il leader) in costante lotta contro i banditi Hige-Hige e contro i mostri tecnologici creati dal Dr. Mechadoc.

Gekitō! Crush Gear TURBO (2002) Serie TV

crush gear turbo(Genga dell’episodio 62)

Prodotto da Sunrise, è un anime televisivo di 68 episodi con protagonista Kouyia, un bambino di quinta elementare che, ereditata la Garuda Eagle, una Crush Gear che apparteneva allo scomparso fratello maggiore, morto in un incidente, decide di iscriversi a queste particolari battaglie tra macchinine che in buona sostanza riprendono la stessa formula vista in serie come Beyblade. Stranamente, da noi quest’anime è ancora inedito.

Hokuto No Ken Super Premium Box (2002) DVD-BOX

hokuto no ken super premium box(Illustrazioni del box e dei raccoglitori in cartone)

Ad oggi, la migliore edizione DVD esistente dell’anime televisivo storico di Hokuto No Ken, comprendente tutti i 152 episodi racchiusi in 26 dischi e raccolti in 4 eleganti strisce di cartone disegnate proprio dal maestro Hayama, che ha curato anche le illustrazioni del box. A tutto questo si aggiunge un volume di immagini dal manga originale di 100 pagine e, per la primissima edizione, una action figure di Kenshiro.

Saint Seiya: Meiou Hades (2002 – 2008) Serie di OAV

(Sakkan ep.6 e 10, Genga ep. 13)

Nel 2003, il maestro Hayama è direttore dell’animazione anche su due degli OAV che compongono la saga di Hades di Saint Seiya, ovvero la trasposizione animata degli episodi pubblicati nei volumi da 19 a 28 del manga originale di Masami Kurumada. In essi viene quindi narrata la discesa agli Inferi dei prodi Saints di Athena in una nuova corsa contro il tempo per salvare la dea ed il mondo intero. In Italia, la serie (divisa in 3 capitoli: Santuario, Inferno ed Elisio) é stata acquistata per intero da Mediaset e affidata allo stesso cast di doppiatori che si occupò della serie storica, tuttavia, mentre i primi due capitoli sono stati trasmessi già a partire da settembre 2008 su Italia 1, per il capitolo conclusivo si è dovuto inspiegabilmente attendere fino ad ottobre 2014, quando gli episodi che lo compongono sono finalmente andati in onda su Italia 2.

Inuyasha: Tenka Hadou No Ken (2003) Film d’animazione

(Sakkan)

Terzo film d’animazione per il personaggio creato dall’intramontabile Rumiko Takahashi, giunto anche in Italia nel 2005 con il titolo Inuyasha – The Movie 3: La Spada del Dominatore del Mondo, narra di eventi legati alle origini del protagonista: Nel tempio della famiglia Higurashi é custodita da innumerevoli generazioni un’antichissima spada, considerata un tesoro nazionale, che in realtà è la potentissima Spada del Dominatore del Mondo, già appartenuta al padre di Inuyasha. Toccherà al protagonista e ai suoi compagni evitare che tale arma semini distruzione nel mondo e sarà anche l’occasione per scoprire la verità sulla morte di suo padre, avvenuta duecento anni prima a causa della cieca acredine di un nobile, geloso della relazione fra il grande Signore dei Cani e la bella principessa Izayoi, futura madre di Inuyasha…

The Big O – second season (2002) Serie TV

(Sakkan ep.21)

Seconda parte, composta di 13 episodi, di un anime che combina atmosfere noir con robot giganti da combattimento. Seguiamo le vicende di Roger Smith, abitante di Paradigm City, un luogo in cui la memoria collettiva è andata perduta in seguito ad un fenomeno chiamato “Evento”. In questo luogo molti sono alla ricerca della memoria perduta e dal passato spuntano temibili robot da combattimento tra i quali lo stesso Big O, il robot di Roger, dotato di armi dalla tecnologia avanzata.

(Continua…)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...